Spacciava coca ad Asola: pusher arrestato al bar. Operazione lampo: 48 ore di indagini dopo le segnalazioni dei cittadini.

Circa 20 grammi di cocaina già suddivisi in dosi e pronte per essere vendute. Ma l’attività criminale di S.L., 32enne di origini albanesi, domiciliato nella provincia di Mantova, ha avuto vita breve grazie all’operazione-lampo condotta dai carabinieri del nucleo operativo e radiomobile della Compagnia di Castiglione delle Stiviere in collaborazione con i militari della stazione di Asola.

Bloccato vicino al bar

I carabinieri lo hanno bloccato nel pomeriggio di ieri, lunedì 17 giugno 2019, nei pressi di un bar di Asola dove l’uomo abitualmente attendeva i suoi clienti. Ottimo per intuito e prontezza d’esecuzione il lavoro dei militari operanti nell’indagine iniziata solo pochi giorni fa grazie ad una serie di segnalazioni avute da alcuni cittadini della zona, e conclusa nel giro di 48 ore. Dopo una rapida attività di osservazione, i controlli sull’uomo si sono concentrati per capire i luoghi e le modalità di spaccio, riuscendo così a individuare che era solito aggirarsi nei pressi dei locali pubblici, generalmente bar o pizzerie, al fine di confondersi tra la clientela e poter tranquillamente spacciare le dosi di cocaina.

I carabinieri con la cocaina sequestrata

La coca addosso e in casa

Nel pomeriggio di ieri, lunedì 17 giugno 2019, il blitz dei carabinieri che lo hanno bloccato mentre si aggirava nel centro di Asola, nei pressi di un bar. Perquisito sul posto, è stato trovato in possesso di 15 dosi di cocaina da circa un grammo ciascuna e la somma di 210 euro in contanti, sicuramente provento dell’attività di spaccio. La successiva perquisizione domiciliare ha poi consentito di rinvenire altri 5 grammi, già suddivisi, oltre a tutto il materiale utilizzato per confezionare le dosi. L’uomo dovrà ora rispondere al giudice del Tribunale di Mantova del reato di “detenzione a fini di spaccio di stupefacenti” nel rito direttissimo che si terrà nella mattinata di oggi, 18 giugno 2019.

Leggi anche:  Giallo a Mantova: trovato senza vita il 95enne Camillo Turchetti

Il plauso del comandante provinciale

Il comandante provinciale dei Carabinieri di Mantova, colonnello Fabio Federici, ha espresso il suo compiacimento per la brillante operazione di servizio e per il positivo risultato conseguito.

 

LEGGI ANCHE: Piantagione di marijuana a Felonica: tre arresti