Sparatoria Suzzara: dall’Umbria un commando per fare fuori il 24enne che rimane in ospedale ma è fuori pericolo.

Da Terni a Suzzara per il 24enne dominicano

Sarebbe arrivato da Terni, in Umbria, il commando di tre persone che, a bordo di un suv Bmw, verso le 19 di giovedì 28 febbraio 2019, si è presentato alla porta dell’abitazione di piazzale Matteotti, a Suzzara, dove in quel momento si trovava il 24enne dominicano Marcos Ados Rosa Jiménez. Stando a quanto emerso dalle indagini dei carabinieri e della Procura di Mantova, in quel momento nell’abitazione si trovavano il 24enne con la sorella della sua fidanzata. Quest’ultima invece era fuori casa. Al suono del campanello, il giovane e la sorella della sua fidanzata avrebbero aperto senza controllare chi fosse, probabilmente pensando potesse essere proprio la fidanzata del giovane.

La lite e poi il colpo di pistola

Invece che la fidanzata di Rosa Jimenez, però, alla porta dell’abitazione si sono presentati in due, probabilmente pure loro dominicani. Tra il giovane e gli assalitori è scoppiata una lite e il giovane è stato portato fin fuori casa, in piazzale Matteotti. Lungo le scale uno degli assalitori, pistola alla mano, avrebbe anche provato a far partire un colpo, ma la rivoltella si sarebbe inceppata. Nel piazzale antistante la stazione, invece, al culmine della lite, il colpo è partito davvero, andando a ferire gravemente il giovane. Subito dopo la fuga dei due assalitori: sull’auto sarebbe rimasta una terza persona, in attesa dei due complici. Infine i soccorsi e il ricovero del 24enne all’ospedale di Mantova: dopo un delicato intervento chirurgico, ora il giovane sarebbe fuori pericolo. E’ stato raggiunto da alcuni parenti.

Leggi anche:  Arrestati i Bonnie e Clyde della Bassa Mantovana: accusati (e ricercati) per numerosi furti FOTO

LEGGI ANCHE: Sparatoria Suzzara: il 24enne in ospedale, caccia alla gang

Il movente rimane un mistero

Mentre i carabinieri e la Procura stanno lavorando all’identificazione dei componenti il commando, il movente rimane un mistero. Forse ragioni legate a qualche debito? Screzi più o meno recenti? Le ragioni che hanno portato al ferimento del 24enne per ora non sarebbero stati chiariti. Dalle telecamere nei pressi della stazione ferroviaria starebbero comunque arrivando elementi utili all’identificazione di almeno uno o due i componenti della gang che ha assalito il 24enne. Le indagini sono ancora in corso.

 

LEGGI ANCHE: Sfruttamento manodopera clandestina, tre persone denunciate