E’ stato fermato dalla Digos, ha 34 anni, e fa parte di un gruppo di tifosi rossoneri proveniente da Mantova, l’aggressore che ha accoltellato all’addome un altro supporter del Diavolo, Valentino C. di 35 anni della frangia Nervi tesi, ieri a Bologna (e che per fortuna non si trova in pericolo di vita).

Tifoso milanista accoltellato a Bologna

Per una volta niente scontri fra fazioni, ma un “regolamento di conti” interno ai fan rossoneri (per altro avvenuto a una certa distanza dallo stadio) sul quale al momento non è stata fatta granché luce. Inizialmente sembrava che la scintilla alla base del fatto di sangue fosse un “trofeo” conteso, una maglietta gettata sugli spalti da un giocatore del Milan al termine del match contro il Bologna finito 3 a 2 per i meneghini.

Denunciato  l’aggressore di Mantova

Ma ora emerge che i “Nervi tesi” e i mantovani erano già arrivati ai ferri corti due settimane prima durante la trasferta dei rossoneri a Parma: il litigio era scoppiato sui posti sul pullman che portava tutti quanti in trasferta. Pare che il 34 enne mantovano ora denunciato per lesioni fosse stato in quell’occasione picchiato dai membri dell’altro gruppo “amico” (le virgolette sono quanto mai opportune, in questo caso).

Leggi anche:  Si presenta in Questura e si fa arrestare per i reati commessi

In ogni caso, al ferito è andata bene, ma s’è resa comunque necessaria un’operazione chirurgica nella notte. Un altro suo amico è stato invece raggiunto da una gragnuola di cazzotti.