Tragedia Mirandola: incendia la sede della polizia locale, 2 morti e 19 feriti. Perdono la vita un’anziana e la sua badante. Fermato un uomo.

Rogo nella sede della polizia locale

Rogo nella notte nella sede della polizia locale del Comune di Mirandola, in provincia di Modena al confine con Poggio Rusco e San Giovanni del Dosso e a poca distanza da altri paesi come Borgo Mantovano, Quistello o Magnacavallo. Il bilancio del rogo è pesantissimo: due morti e 19 feriti, di cui tre gravi.

Fermato un uomo

Per il rogo, che è stato appiccato verso le 2.30 della notte tra lunedì 20 e martedì 21 maggio 2019, i carabinieri hanno già fermato un uomo: si tratta di un uomo di origine nordafricana che sarebbe stato fermato dalla polizia locale alcuni giorni fa e, dopo l’episodio, avrebbe deciso di rivalersi. Avrebbe sfondato la porta della sede della polizia locale, accatastato della carta e poi appiccato le fiamme.

Fumo e intossicati

Il rogo ha provocato un denso fumo che è andato ad invadere gli appartamenti che si trovano sopra la sede della municipale. Sono morte asfissiate l’86enne Marta Goldoni e la sua badante 74enne Yaroslava Kryvoruchko. Il marito dell’86enne è ricoverato in gravi condizioni dopo aver respirato il fumo provocato dal rogo. Altre 16 persone sono rimaste intossicate in modo più o meno grave. Sul posto subito, nella notte, soccorsi, vigili del fuoco e forze dell’ordine che stanno indagando sulla tragedia accaduta.

Leggi anche:  Rompe la mascella a un carabiniere per sfuggire al controllo: arrestato

 

LEGGI ANCHE: Amianto: Regione Lombardia delibera i criteri per i privati e stanzia 1 milione di euro