Ubriachi, sfasciano le vetrine di un negozio di Mantova a seggiolate. Un passante chiama le forze dell’ordine: il responsabile si costituisce alle forze dell’ordine.

Ubriachi sfasciano la vetrina di un negozio

Notte brava per tre giovani mantovani che, dopo aver passato la serata di sabato 1 giugno 2019 a bere e a far baldoria nei locali del centro, si sono ritrovati, ormai a tarda ora, seduti ai tavolini di un bar cittadino già chiuso. In preda ai fumi dell’alcol, i giovani iniziavano ad afferrare le sedie del bar e le scagliavano con forza per aria, facendone finire una contro le insegne a vetro di un vicino negozio, che si infrangeva.

La chiamata alla polizia

Accortisi del danno causato, i tre si allontanavano a passo veloce, ma un passante, che aveva assistito a tutta la scena, richiedeva subito l’intervento della polizia. La Volante della Questura di Mantova, raccolta la descrizione fisica dei tre ragazzi segnalati, ne intercettava due, accompagnandoli in Questura per chiarire le responsabilità: i due negavano però di essere gli autori del gesto.Dopo alcuni minuti, la centrale dei carabinieri informava la sala operativa della Questura che un giovane si era poco prima “costituito” presso la loro caserma, ammettendo l’atto vandalico. Poco dopo, gli agenti della Volante venivano contattati dai genitori dei ragazzi, i quali, rammaricati per il gesto incivile commesso dai figli, si dichiaravano subito disponibili a risarcire il danno causato all’insegna del negozio.

Leggi anche:  In un giorno controllati 840 veicoli a Mantova

 

LEGGI ANCHE: Arriva Salvini a Porto Mantovano: scatta la protesta