Unità cinofile all’Istituto Manzoni di Suzzara nella mattina di oggi: alcuni studenti segnalati.

Unità cinofile all’Istituto Manzoni di Suzzara

Nel corso della mattinata di venerdì 19 ottobre 2018, personale del Nucleo Operativo e Radiomobile dei Carabinieri di Gonzaga, coadiuvato da militari delle stazioni di Suzzara e Pegognaga con personale femminile, e l’Unità Cinofila del Nucleo Carabinieri di Orio al Serio (BG), nel contesto del più ampio progetto “Scuole Sicure” fortemente voluto dal Ministero dell’Interno sotto la direzione delle Prefetture, hanno eseguito un controllo all’interno del plesso scolastico dell’istituto superiore statale “A. Manzoni” di Suzzara.

Qui, in pieno e totale accordo con la Dirigente Scolastica che ha concretamente collaborato con le Forze di Polizia, il Cane “Grom” (bellissimo esemplare di Labrador) ha “fatto visita agli oltre 250 studenti che frequentano l’Istituto, al fine di prevenire e reprimere l’uso e lo spaccio di sostanze stupefacenti.

Le perquisizioni

Nel corso delle operazioni (svoltesi col massimo ordine e totale riservatezza per tutti gli studenti), previe intese con la dirigenza scolastica, l’Unità Cinofila ha individuato alcuni giovani quali presumibili assuntori di stupefacenti. Gli stessi sono stati singolarmente sottoposti a perquisizioni personali e dei propri effetti, in area riservata, alla presenza dei loro genitori/esercenti la potestà genitoriale, fatti intervenire per le garanzie di legge. Alcuni dei giovani perquisiti, sono risultati essere assuntori di modiche quantità di sostanze stupefacenti del tipo “hashish” e “marijuana” e, per tale motivo saranno segnalati alla Prefettura – Ufficio Territoriale del Governo di Mantova.

Leggi anche:  Controlli straordinari a Mantova: 2 espulsi e 3 fogli di via

Le modiche quantità recuperate, sono state sottoposte a sequestro e saranno mantenute a disposizione della precitata Autorità Amministrativa competente, per poi essere distrutte previo emissione di specifiche ordinanze prefettizie, di confisca/distruzione.

Studenti collaborativi

Nonostante un primo – legittimo – momento di imbarazzo da parte degli studenti, il personale che ha operato – che non si è limitato a svolgere azione preventiva ma ha anche approfittato per illustrare le conseguenze penali amministrative e di carattere sociale alle quali si va incontro utilizzando sostanza stupefacenti – si sono dimostrati molto collaborativi e sensibili alla problematica. Anche il Sindaco di Suzzara, in contatto con il Comandante della Compagnia di Gonzaga, ha espresso il suo plauso e l’apprezzamento per l’attività di carattere preventivo ed educativo svolta all’interno della scuola da parte dei Carabinieri.

Inutile poi soffermarsi sull’ovvio successo di simpatia che ha riscosso il bellissimo “Carabiniere a quattro zampe”.

TORNA ALLA HOME PER TUTTE LE ALTRE NOTIZIE