Valigetta rubata in auto, denunciati per rapina un 30enne e un 25enne, pluripregiudicati.

Valigetta rubata in auto: denunciati

A Mantova, i militari della locale Stazione Carabinieri, diretti dal Maresciallo Maggiore Enrico Ponzi, hanno denunciato per il reato di “rapina”, un 30enne ed un 25enne, pluripregiudicati residenti nella provincia di Padova.
A seguito della denuncia di furto di una valigetta, sporta presso la Stazione Carabinieri di Mantova da un 28enne italiano residente nella provincia di Reggio Emilia, rubatagli a bordo della propria autovettura parcheggiata a Mantova nei pressi di Piazza Cavallotti, i militari della Stazione Carabinieri di Mantova, hanno intrapreso un’articolata attività info/investigativa.

Il furto

Il denunciante, partito da Bologna dopo aver partecipato ad una fiera di orologi, con la propria autovettura, si era fermato nei pressi della città di Verona per consumare il pranzo. Ripartito per Mantova e giunto in Piazza Cavallotti, ha parcheggiato la sua autovettura in quanto aveva notato che le due gomme posteriori erano sgonfie. Nel mentre, l’occupante di un’altra autovettura che ha parcheggiato contemporaneamente a quella della vittima, è sceso dalla sua auto e con gesto repentino e fulmineo ha preso la valigetta posta sul sedile posteriore del veicolo del denunciante.

Riconosciuti dalla vittima

Quest’ultimo, accortosi di quanto stava accadendo, ha cercato di fermare il ladro aggrappandosi alla maniglia della portiera dell’auto del malvivente che ripartendo a velocità sostenuta, lo ha fatto rovinare a terra. Nonostante ciò è comunque riuscito a vedere in volto i due occupanti del veicolo .
E così, dopo che gli investigatori sono riusciti a risalire al numero di targa dell’autovettura dei rapinatori per mezzo del sistema di Videosorveglianza cittadino, ed a seguito di un riconoscimento fotografico, la vittima è riuscita con certezza, ad identificare i due malviventi.

Leggi anche:  Gli studenti dell’Istituto Tecnico “Carlo D’Arco” in visita alla Caserma dei Carabinieri

Gli accertamenti successivi, hanno portato i Carabinieri a raccogliere incontrovertibili indizi di colpevolezza a carico dei due soggetti tanto da poterli denunciare a piede libero all’Autorità Giudiziaria competente.

Operazione setaccio

L’attività di controllo del territorio dell’Arma della Compagnia Carabinieri di Mantova, che ha permesso le suddette denunce, si inquadrano in una più ampia azione di contrasto sul campo che ha visto impiegati nelle ultime ore 86 militari e 28 pattuglie che hanno permesso l’identificazione di 150 persone, il controllo di 90 autovetture e l’elevazione di 10 contravvenzione al codice della strada. L’operazione setaccio a cura dei Carabinieri di Mantova continuerà nel capoluogo, nella grande Mantova ed in tutta la Provincia nei prossimi giorni.

LEGGI ANCHE:

TORNA ALLA HOME PER TUTTE LE ALTRE NOTIZIE