Accostare adolescenza e suicidio appare quasi paradossale poiché abbraccia due opposte realtà etimologiche: la vita e la morte.

Adolescenza e suicidio

Ne parleranno Elena Alfonsi e Maria Angela Gelati, ideatrici della rassegna “Alla fine dei conti” promossa con la Provincia di Mantova e Stefano Totaro, psicologo – psicoterapeuta e cofondatore di Soproxi onlus, prima realtà in Italia dedicata alla prevenzione terziaria del suicidio. Ingresso libero.

 I fattori di rischio

Un suicidio provoca sempre sgomento nella famiglia e nella comunità ma questo è particolarmente vero quando a scendere dal treno in corsa della vita è un adolescente, nel pieno dei suoi sogni. Dietro a ogni pensiero o gesto suicida c’è una sofferenza indicibile che chiede di essere ascoltata e c’è una fragilità che domanda di essere sentita, non sempre verbalmente.  E i fattori di rischio sono svariati ma non sempre decifrabili. In un mondo in cui le realtà educative e comunicative si modificano repentinamente, bisogna interrogarsi sul ruolo che ognuno di noi ha difronte a questa emergenza sia nell’accoglienza del disagio che nella risposta al trauma soggiacente.

Leggi anche:  Lungo la via del Brennero, immagini dalla preistoria

LEGGI ANCHE: Arrestato professore che insegnava in liceo mantovano per pedopornografia