L’esposizione è organizzata dall’Associazione Culturale “P. Pomponazzo”, in occasione del trecentesimo anniversario della venuta a Mantova del musicista Antonio Vivaldi (1718 -1720), con il patrocinio e il sostegno del Comune di Mantova e della Fondazione Comunità Mantovana.

Mostra Vivaldi

Interverranno, tra gli altri, l’assessore alle Biblioteche del Comune di Mantova Paola Nobis e i curatori Mauro Patuzzi e Claudia Mantovani. Per l’occasione il controtenore Angelo Manzotti terrà un breve concerto a tema, accompagnato da un ensemble strumentale. Così la città celebra il celebre compositore settecentesco che ha ospitato per un trienno.

Gli anni mantovani

Nel 1718 fu offerto a Vivaldi il prestigioso incarico di maestro di cappella da camera alla corte del principe Filippo d’Assia-Darmstadt, governatore di Mantova e noto appassionato di musica. Egli si trasferì nella città lombarda e vi rimase per circa tre anni. Di questo periodo, e precisamente della stagione 1720-1721, ci rimangono testimonianze di almeno tre opere tra le quali il Tito Manlio e varie cantate e serenate.

LEGGI ANCHE: Medaglia dal Presidente Mattarella a Mantova