Il progetto Arte sull’acqua, a cura dell’associazione culturale “Non capovolgere – Arte Contemporanea”, si realizza da quindici anni nel centro storico di Mantova, nei giorni del Festivaletteratura. Il luogo prescelto coincide con due tratti del Rio di Mantova (un canale risalente al XIII secolo che attraversa la città dividendola a metà e collegandola ai laghi che la circondano) e le Pescherie di Giulio Romano, edificate dall’artista a metà del XVI secolo.

Il progetto Arte sull’Acqua 2019

In continuità con gli interventi artistici degli anni precedenti, il progetto Arte sull’Acqua 2019 realizzerà opere di Land Art e musiche originali, valorizzando le Logge di Giulio Romano, le pescherie e le Beccherie, cuore vitale della società e dell’economia della Mantova più antica.
L’evento culturale che Non Capovolgere propone per il settembre 2019 consiste nell’abitare le acque del Rio con installazioni galleggianti di cinque artiste contemporanee.

Il progetto Arte sull’Acqua 2019 sceglie il Rio di Mantova

Ogni anno grande affluenza

La musica appositamente composta solleciterà il dialogo fra le diverse forme espressive: installazioni, performance e video arte.
Fin dalla sua prima edizione nel 2004, l’evento ha suscitato curiosità e interesse in un pubblico vasto ed eterogeneo (4.000/5.000 visitatori in media per ogni edizione), non solo nell’orario serale (dalle 21 alle 23) in cui è possibile ascoltare la musica e ammirare le installazioni illuminate, ma anche durante il giorno. La lettura delle opere sarà facilitata da pannelli predisposti con brani letterari e testi critici, a cura di Donata Negrini. Sarà realizzato anche un video-arte, opera di creazione artistica e di documentazione adottata e proiettata in diverse gallerie d’arte italiane.

Leggi anche:  Settimana europea della mobilità: nel Mantovano niente auto vicino alle scuole

Le installazioni di Lorella Salvagni realizzate sul Rio di Mantova sono state richieste e invitate a mostre del Mibac (Ministero dei Beni Culturali) all’interno della Biennale di Venezia. Le opere dell’edizione 2019 saranno di: Barbara Rincicotti per la musica, Lorella Salvagni per l’installazione sull’acqua e di due giovani allieve del Liceo artistico cittadino, Irene Doda e Sofia Peri, coadiuvate dall’insegnante Sara Garosi.Info.

Per maggiori informazioni: www.noncapovolgere.it o canale video www.youtube.com

TORNA ALLA HOME