Tumore al seno: è il mese della prevenzione.

A Mantova visite senologiche gratuite per tutto ottobre

A Mantova un progetto di prevenzione dedicato alle studentesse straniere. Focus su autoesame e diagnosi precoce. Il mese di ottobre si tinge di rosa per parlare di prevenzione e diagnosi precoce del tumore al seno, grazie alla Campagna Nastro Rosa LILT for Women, l’iniziativa di sensibilizzazione promossa dalla Lega Italiana per la Lotta contro i Tumori.
La sezione di Mantova partecipa offrendo, per tutto il mese negli ambulatori della sede di via Portichetto n. 9 a Mantova, visite senologiche gratuite a tutte le donne. Inoltre, un nuovo progetto di prevenzione in collaborazione con il Politecnico di Milano è dedicato alle studentesse universitarie fuori sede, in particolare straniere, per le quali è stata ideata una specifica campagna di informazione in doppia lingua (italiano e inglese) e visite gratuite per la prevenzione.

Belèn Rodriguez come testimonial

“La prevenzione non ha età” è lo slogan della campagna Nastro Rosa di quest’anno, con testimonial Belèn Rodriguez. L’invito della LILT a tutte le donne è di proteggersi fin da subito dal cancro al seno, attraverso la diagnosi precoce e la pratica dell’autoesame. Il tumore della mammella, infatti, ha raggiunto il primato assoluto a livello di incidenza attestandosi come il tumore più frequente. Lo scorso anno hanno ricevuto questa diagnosi 52.800 donne italiane. Paradossalmente, però, a fronte di questa crescita si registra una costante diminuzione della mortalità. Ci si ammala di più ma si muore di meno. Ci si ammala di più perché sono aumentati aspettativa di vita e fattori di rischio. Si muore di meno perché disponiamo di tecnologie sempre più avanzate per la diagnosi e la cura.

La campagna Nastro Rosa

La Campagna Nastro Rosa ha come obiettivo quello di sensibilizzare un numero sempre più ampio di donne sull’importanza vitale della prevenzione e della diagnosi precoce dei tumori al seno, informando il pubblico femminile anche sugli stili di vita da adottare e sui controlli diagnostici da effettuare. La diagnosi precoce resta, infatti, l’arma principale per combattere il cancro al seno. Per questo la Lilt si impegna a sensibilizzare le ragazze, fin dalla giovane età (dai 20 anni), affinché imparino ed effettuino mensilmente l’autopalpazione del seno.
E’ importante scoprire il tumore prima possibile. La probabilità di guarigione, scoprendo il tumore nella fase inferiore a 1 cm, è di oltre il 90%. Fondamentale, quindi, l’autoesame mensile a tutte le età, al quale vanno accompagnati la visita clinica senologica a cura del medico specializzato e – consigliata dai 40 anni – la mammografia da effettuare ogni 12-24 mesi, integrata dall’ecografia.

Leggi anche:  Teatro Comunale di Gonzaga: serata-spettacolo per presentare la nuova stagione

Durante il mese di ottobre, su tutto il territorio provinciale e presso la sede LILT di Mantova, saranno in distribuzione gli opuscoli realizzati proprio allo scopo di fare informazione sulle tecniche di autoesame da svolgere a casa e sugli esami diagnostici, ma anche sui corretti stili di vita per prevenire l’insorgenza di un tumore (tra i quali ha una vitale importanza la lotta contro il fumo, sulla quale la LILT di Mantova organizza regolari corsi gratuiti per smettere di fumare) e su come affrontare le varie fasi di un’eventuale diagnosi di cancro al seno.

Per prenotare le visite

 Orari Sede LILT di via Portichetto n. 9 a Mantova: lunedì, mercoledì e venerdì dalle 9 alle 12 e dalle 16 alle 19;; martedì e giovedì dalle 9 alle 12 e dalle 14.30 alle 19;; sabato dalle 10 alle 12.
 Tel. 0376/369177
 Email: info@legatumori.mantova.it

TORNA ALLA HOME