Giovedì 10 ottobre 2019 alle 20.45 al Cinema del Carbone, via Oberdan 11 a Mantova è in agenda un evento esclusivo dedicato al recentemente scomparso Gustavo Giagnoni, “l’uomo con il colbacco”,  in un talk show con testimonianze, filmati e una narrazione teatrale che rievoca alcuni momenti salienti della sua vita, tracciando un parallelo con Torino, dove, come a Mantova, il “Mister” ha lasciato un ricordo straordinario.

Gustavo Giagnoni

Giagnoni (1932-2018) giunge dalla Sardegna a Mantova dove gioca a calcio come difensore e allena quasi ininterrottamente per quindici anni, poi la parentesi di Torino con uno scudetto moralmente vinto.
Emergerà il ritratto di un uomo e di un tecnico ma anche il racconto di un’Italia degli anni Sessanta del boom economico, gli anni della contestazione tra la fine degli anni Sessanta e l’inizio degli anni Settanta, il terrorismo e la crisi sociale e industriale degli anni Settanta, primi anni Ottanta.

L’evento in memoria di Giagnoni

La serata sarà scandita da tre momenti:
1. Il primo periodo: il ragazzo di Olbia che a 25 anni si trasferisce a Mantova prima come calciatore e poi allenatore del Mantova Calcio (1957 – 1971).

2. Secondo periodo: il Toro, il “tremendismo granata”, l’uomo col colbacco (1971 – 1974).

Leggi anche:  Festa della Polenta di Gonzaga: un weekend all'insegna dell'inizio dell'autunno

3. Il terzo periodo: la carriera di allenatore dal Toro al Milan fino al termine della carriera ancora a Mantova (1974 – 1993).
Gran parte della serata sarà dedicata a Mantova con la parentesi a Torino (breve e intensa che lo ha reso ai tifosi granata un vero e proprio mito come i grandi calciatori del passato).

Giagnoni, pur mantenendo la sua cadenza sarda, a Mantova aveva trovato la sua seconda casa diventando la sua città d’adozione.

Una serata in memoria di Gustavo Giagnoni, "l'uomo col colbacco"

Presenti alla serata

Parteciperanno alla serata Ettore Masiello, Presidente Mantova 1911, Gianluca Pecchini, Vice Presidente Mantova 1911, Paolo Pulici, calciatore del Torino e della Nazionale, Ugo Tomeazzi calciatore del Mantova e allenatore, Sabrina Gonzatto, giornalista e scrittrice (tra le sue opere la biografia su Orfeo Pianelli), Alberto Sogliani, giornalista e scrittore, Adalberto Scemma, giornalista e scrittore
Modera l’incontro il regista e appassionato di calcio Giulio Graglia. L’Assessore allo Sport del Comune di Mantova Paola Nobis all’inizio della serata porterà il saluto della città. Lo serata è organizzata da Linguadoc e si avvale della collaborazione con il Comune di Mantova e della società Mantova 1911 in occasione di Mantova Città Europea dello Sport.

TORNA ALLA HOME