Coldiretti Mantova si felicita per la sburocratizzazione in atto.

Coldiretti Mantova

“È un risultato importante nella direzione della sburocratizzazione richiesta da Coldiretti – afferma il presidente, Paolo Carra -. Senza questo intervento dal 1° gennaio 2019 sarebbe scattato l’obbligo di presentazione della documentazione antimafia per le domande di aiuto di importo superiore a 5.000 euro, con il conseguente rischio di aggravi burocratici e di forti rallentamenti nei pagamenti degli aiuti comunitari”.

Decreto sicurezza

Coldiretti Mantova informa che con il varo del decreto sicurezza fino al 31 dicembre 2019, il  quadro degli adempimenti a carico delle imprese agricole in tema di documentazione antimafia prevede per le domande di aiuto di importo inferiore a 5.000 euro a regime l’esonero dall’obbligo di presentare la documentazione antimafia; per le domande di aiuto di importo superiore a 5. 000 euro e fino a 25.000 euro, è stata invece prorogata fino al 31 dicembre 2019 l’esenzione dall’obbligo di acquisizione della suddetta documentazione.

Per chi ha un importo superiore

Per le domande di aiuto di importo superiore a 25.000 euro, è sempre previsto l’obbligo di acquisizione della documentazione antimafia. Per le concessioni di terreni demaniali, che ricadono nell’ambito dei regimi di sostegno previsti dalla politica agricola comune, sussiste l’obbligo generalizzato di acquisire la documentazione in parola a prescindere dal valore complessivo della domanda di aiuto.

Leggi anche:  Contributi alle attività del centro a Quistello fino a 5mila euro

LEGGI ANCHE: In Regioni i sindaci dei 5 borghi più belli del Mantovano