Studenti delle quarte e quinte superiori di Milano e della Lombardia al Teatro Parenti per l’Europe Day 2019.

Europe Day, parola agli studenti

L’8 maggio, al Teatro Franco Parenti, in Via Pier Lombardo 14, le classi IV e V delle scuole secondarie di secondo grado di Milano e Lombardia discutono di elezioni e scienza secondo un format in squadre che coprirà dall’astrofisica all’ecosostenibilità. L’evento sarà infatti focalizzato in particolare sui temi scientifici: saranno illustrate le scoperte rivoluzionarie e gli esperimenti che hanno cambiato la storia dell’Europa e dell’umanità. Si svelerà così il potenziale della ricerca e il suo contributo al benessere della nostra società. I giovani partecipanti saranno divisi in cinque grandi gruppi che rappresentano le agenzie o programmi europei legati alla scienza.

Cos’è

L’Europe Day 2019 è una giornata di informazione e sensibilizzazione sul percorso dell’Unione europea e sulle sue prospettive future. L’appuntamento di quest’anno è legato a un momento di fondamentale importanza storica: le imminenti elezioni del 26 maggio 2019. Il risultato di queste elezioni sarà fondamentale soprattutto per le generazioni future che in Europa trovano il luogo per le grandi sfide, dalle immigrazioni, ai cambiamenti climatici, alla lotta alle nuove povertà e alla disoccupazione.

Leggi anche:  Auchan vende a Conad, sindacati in allerta per tutelare i posti di lavoro

Costruire una comunità consapevole

Così Bruno Marasà, responsabile dell’Ufficio del Parlamento europeo a Milano, spiega l’iniziativa: “Gli attivisti e i volontari della campagna #Stavoltavoto animeranno i vari gruppi. Lo scopo è rafforzare lo scambio d’idee costruendo una comunità più consapevole e capace di incoraggiare l’affluenza al voto”.  Sempre nel contesto dello Europe Day 2019, promosso dall’Ufficio del Parlamento europeo a Milano, giovedì 9 maggio alle 20.30 (Auditorium, largo Mahler) il Maestro Flor aprirà il concerto di Brahms e Mendelssohn con l’Inno alla Gioia di Beethoven dirigendo l’Orchestra Sinfonica di Milano Giuseppe Verdi e Filippo Gorini al pianoforte. Sarà l’occasione per sottolineare l’importanza del processo di unificazione europea lanciata il 9 maggio 1950 con la Dichiarazione di Robert Schumann.

#StavoltaVoto

Con StavoltaVoto.eu, il Parlamento europeo ha deciso di puntare sui giovani chiedendo loro di trasformarsi in attivisti del voto. L’obiettivo di ognuno di questi volontari è quello di reclutare più persone possibile che si impegnino a recarsi alle urne a maggio in questo suffragio chiave per il futuro della Ue.

LEGGI ANCHE: #Stavoltavoto per le elezioni europee 2019