Il Liceo scientifico sportivo scatena un vero e proprio boom di iscrizioni ogni anno, a Mantova non è stato possibile accettarli tutti.

Liceo Scientifico sportivo di Mantova: troppi iscritti, rifiutate alcune domande

Tutti pazzi per il Liceo scientifico sportivo, un indirizzo che riscuote grande successo fra i giovanissimi che lo scelgono in tantissimi, ogni anno. Al Belfiore di Mantova sono giunte ben 50 richiesta, a fronte di una disponibilità di 28 posti. La preside Marina Bordonali ha spiegato che si troverà costretta a scremare le richieste mediante una commissione che valuterà le domande stilando una graduatoria. Non c’è neppure la possibilità di aumentare le sezioni per via del divieto del Ministero.

Medesimo indirizzo anche nei comuni limitrofi

Non è servito ad arginare il boom su Mantova neppure il fiorire di quell’indirizzo anche presso il Manzoni di Suzzara e il Falcone di Asola. Le richieste si mantengono alte, un’offerta che non riesce a evadere la domanda. Al neonato scientifico sportivo del Falcone di Asola, per esempio, le richieste di iscrizione arrivate erano quasi sufficienti per colmare i 28 posti disponibili. Il preside Giordano Pachera fa sapere di avere soltanto due posti liberi e di non poterne aggiungere altri per legge.

Leggi anche:  Smantellamento Trenord: Uil a Fontana "Ripensiamoci"

Medesima situazione anche a livello nazionale

Questo tipo di situazione non si presenta esclusivamente nel mantovano, il Liceo scientifico sportivo pare infatti essere fra gli indirizzi preferiti dagli studenti italiani. In alcuni istituti della penisola, che si sono trovati a fare i conti con il medesimo problema, sono stati istituiti criteri di selezione per l’accesso al Liceo scientifico sportivo, in alcuni casi che premiavano i migliori atleti.