Mattero Pinciroli Fallimento per I Dolci Sapori e TWS. Crolla la Galassia Pinciroli.

Matteo Pinciroli Fallimento per I dolci Sapori e TWS

Lo sponsor principale della Serie A Femminile, la società «I Dolci Sapori srl», è stata dichiarata fallita dal Tribunale di Busto Arsizio il 7 dicembre 2017. Una notizia assurda e incredibile per alcuni, soprattutto perché la presentazione de I Dolci Sapori, storica pasticceria bustese, a sponsor della Serie A Femminile era avvenuta a maggio. Al momento, secondo il curatore fallimentare, ci sarebbe un debito nei confronti dei creditori della I Dolci Sapori che sfiora i 2.800.000 euro. La società Dolci Sapori era di proprietà della Xenturion Holding spa, società “cartello” la cui maggioranza è detenuta dal 38enne Matteo Pinciroli. La stessa sorte è toccata a un’altra azienda della Galassia Pinciroli, ovvero la TWS Srl dichiarata fallita il 9 febbraio dal tribunale di Busto Arsizio. Le società che hanno visto come sponsor la TWS sono la celebre squadra di Serie A Atalanta e il Legnano Knights Basket. Ci fu una trattativa anche con la Pallavolo Trieste.

Contratti rescissi anticipatamente perché “lo sponsor non era in grado di sostenere l’onere economico”

Tante realtà sportive, un unico denominatore comune: tutte le società hanno rescisso anticipatamente il contratto con la TWS perché «lo sponsor non era in grado di sostenere l’onere economico». È successo con l’Atalanta, dove TWS ne divenne lo sponsor il 17 febbraio 2017: il contratto scadeva nel 2019, ma la società ha deciso di rescindere il contratto dopo 5 mesi, a luglio 2017. È successo poi anche con il Legnano Basket, dove la TWS è diventata main sponsor il 22 dicembre 2016: il contratto sarebbe dovuto durare fino alla stagione 2017/18, ma la Xenturion Holding comunicò alla società legnanese che la sponsorizzazione sarebbe terminata il 30 giugno 2017.

Leggi anche:  Tromba d'aria. Fiasconaro (M5S). Quantificare rapidamente i danni

Candidato a Mantova e Cremona

Nel frattempo Pinciroli si è imbarcato in una nuova avventura, candidandosi alla Camera nella ‘Civica Popolare’ di Beatrice Lorenzin, a sostegno della coalizione del Pd. L’imprenditore si è candidato nella circoscrizione di Mantova e Cremona come capolista nel collegio plurinominale.