Sicurezza itinerari ciclopedonali, De Corato: 235.000 euro a Sesto ed Uniti (CR) e 66.955 a Mantova: approvato il finanziamento di due nuove piste ciclopedonali.

Sicurezza itinerari ciclopedonali

La Giunta regionale lombarda, su proposta dall’assessore alla Sicurezza, Immigrazione e Polizia locale, Riccardo De Corato, ha approvato il finanziamento di due nuove piste ciclopedonali. L’iniziativa rientra nel programma per lo sviluppo e la messa in sicurezza di itinerari e percorsi ciclabili e pedonali di Regione Lombardia.

Nuovi interventi a Sesto ed Uniti (CR) e Mantova

La delibera, prevede: – un contributo di 235.000 euro per la pista ciclabile di collegamento tra Sesto ed Uniti (CR) e la frazione di Casanova del Morbasco e – un importo di 66.955 euro per interventi straordinari sulla viabilità e la realizzazione di una pista ciclopedonale in Via Rea a Mantova.

Sesto ed Uniti

L’intervento di Sesto ed Uniti comprende in particolare il tratto di pista ciclabile da realizzare compreso dalla strada di accesso alla cascina ‘Bredalunga’ sino all’inizio dell’abitato della frazione di Casanova del Morsasco, per una lunghezza di 850 metri. La data prevista di inizio lavori è fissata a giugno 2019, la fine a dicembre 2019.

Leggi anche:  Orientamento scolastico, on line la nuova Guida 2018 per il Mantovano

Mantova

La zona interessata dai lavori è via Rea, strada comunale a nord-ovest della città ad elevato flusso veicolare. E’ prevista anche la realizzazione di un tratto di ciclopedonale bidirezionale su corsia riservata. La riqualificazione dell’area che prevede nuovi percorsi ciclabili si inserisce a completamento del raccordo sistema ciclabile centro storico (stazione ferroviaria) – direttrici ciclabili regionali Tirrenica – Via delle Risaie e regionale Sole. La data prevista di inizio lavori è fissata al primo marzo 2019, fine lavori 30 giugno 2019.

De Corato: “Sicurezza stradale fondamentale”

“La sicurezza stradale – ha detto De Corato – per noi è importante al pari dei controlli. L’utilizzo delle due ruote negli ultimi anni ha avuto una progressione notevole. Perseguire la sicurezza finanziando percorsi protetti per i ciclisti è un investimento che porterà un risparmio economico sui costi legati all’incidentalità oltre ad essere un passaggio importante per la mobilità sostenibile”.