Tangenziale Guidizzolo, aperti sette sottocantieri.

Tangenziale Guidizzolo

Gallerie, rotatorie, sovrappassi, sottopassi e ponti: prende forma la nuova tangenziale di Guidizzolo, l’infrastruttura che Provincia di Mantova sta realizzando tra i territori dei comuni di Guidizzolo, Cavriana e Medole. Un’opera destinata a cambiare la viabilità in tutta l’area dell’alto mantovano (nord ovest).

Sette sottocantieri

I lavori, consegnati alla ditta appaltatrice, nel febbraio del 2017, sono in corso di svolgimento.
I sotto cantieri dove si sta lavorando adesso sono sette:

Rotatoria di Cascina Ridellino Sono stati completati tutti i manufatti in calcestruzzo armati, nonché i rilevati stradali; è in fase di esecuzione l’infrastrutturazione per la nuova illuminazione pubblica

Ponte sul Canale Virgilio Quasi completata la struttura in calcestruzzo armato per il nuovo ponte sul Canale Virgilio, è in fase di ultimazione la struttura in calcestruzzo armato per la realizzazione dell’annesso sottopasso pedonale;

Sottopasso della SP n° 14 Sono state completate tutte le diaframmature perimetrali e realizzati i cordoli in sommità; sono in fase di esecuzione le attività di scavo delle rampe e delle relative opere in calcestruzzo armato, anche mediante l’ausilio di alcuni pozzi di emungimento provvisionali;

Sovrappasso della SC Tomasina È stata completata tutta la nuova struttura prefabbricata, a meno di alcune opere di finitura che sono in corso di esecuzione. Sono in fase di completamento tutti i sottoservizi passanti all’estradosso della soletta. Per fine giugno sono già in programma i collaudi strutturali;

Sovrappasso della Via San Cassiano È stata completata tutta la nuova struttura prefabbricata, tranne alcune opere di finitura che sono in corso di esecuzione. Sono in fase di completamento tutti i sottoservizi passanti all’estradosso della soletta. Per fine giugno sono già in programma i collaudi strutturali;

Leggi anche:  Coldiretti Mantova: pomodoro di ottima qualità ma produzione in calo

Galleria artificiale di San Cassiano È stata completata tutta la nuova struttura prefabbricata (mancano alcune opere di finitura che sono in via di esecuzione come i nuovi rilevati stradali afferenti le rampe dello svincolo;

Rotatoria di Medole Sono in fase di realizzazione i rilevati stradali dell’anello di rotatoria per la parte che non interferisce con la viabilità attuale; in corso di esecuzione i sotto servizi riguardanti il Consorzio Garda Chiese, l’infrastrutturazione per la nuova illuminazione pubblica e gli elementi utili allo scarico delle acque di piattaforma. Lo scorso 23 maggio è stato dato il via anche al cantiere all’incrocio di Crocevia di Medole.

L’investimento

Con un costo complessivo di circa 45 milioni di euro, coperti in buona parte da un finanziamento di Regione Lombardia e per il resto da fondi reperiti dalla Provincia di Mantova, l’opera è la più complessa e articolata tra quelle realizzate sul territorio del mantovano, come si desume anche dalle attività già eseguite in ciascuno dei sotto-cantieri di seguito illustrati. A coordinare tutti i cantieri aperti è l’Area Lavori Pubblici e Trasporti della Provincia di Mantova, diretta dal Dr. Giovanni Urbani, con il DL Ing. Antonio Covino e il RUP Giulio Biroli.

La fine dei lavori

“Il cronoprogramma prevede la fine dei lavori nel mese di dicembre del 2020 – spiega il presidente della Provincia Beniamino Morselli ma l’impegno del nostro personale tecnico e dell’impresa trevigiana che sta eseguendo i lavori, è finalizzato ad aprire al traffico la nuova arteria stradale se possibile anche prima. Stiamo cercando di coniugare efficienza ed efficacia della macchina amministrativa grazie anche alla collaborazione con Regione Lombardia”.

TORNA ALLA HOME PER TUTTE LE ALTRE NOTIZIE!