Giornale di Mantova https://giornaledimantova.it Mon, 23 Jul 2018 14:44:19 +0000 it-IT hourly 1 Da Regione Lombardia più tutele per i riders https://giornaledimantova.it/politica/da-regione-lombardia-piu-tutele-per-i-riders/ Mon, 23 Jul 2018 14:36:58 +0000 https://giornaledimantova.it/?p=7455 Garantire l’impegno delle società di food delivery al riconoscimento dell’equo compenso ai riders. Fornire ai lavoratori l’adeguata formazione sulla sicurezza stradale e sul lavoro, tutelarli con ulteriori coperture assicurative. Ciò per  per infortuni e spese mediche rispetto a quelle già  riconosciute. Ed  inoltre, evitare che gli eventuali ranking reputazionali siano vessatori da parte delle imprese. […]

Continua la lettura di Da Regione Lombardia più tutele per i riders su Giornale di Mantova.

]]>
Garantire l’impegno delle società di food delivery al riconoscimento dell’equo compenso ai riders. Fornire ai lavoratori l’adeguata formazione sulla sicurezza stradale e sul lavoro, tutelarli con ulteriori coperture assicurative. Ciò per  per infortuni e spese mediche rispetto a quelle già  riconosciute. Ed  inoltre, evitare che gli eventuali ranking reputazionali siano vessatori da parte delle imprese. In particolare quando l’indisponibilità del lavoratore è dovuta a cause di forza maggiore o a malattia. Queste le linee guida della delibera approvata dalla Giunta regionale su proposta dell’assessore a Istruzione, Formazione e Lavoro Melania Rizzoli.

Da Regione Lombardia più tutele per i riders

Il provvedimento prevede che la prossima settimana Regione Lombardia firmerà, su questa materia, protocolli di impegno reciproco con le imprese di food delivery.
Cosi’ l’azione promessa dall’assessore Rizzoli sul tema dei riders diventa una realtà. L’amministrazione regionale infatti, oltre agli accordi con le aziende, si impegna a finanziare la formazione sulla sicurezza sul lavoro. Tutto questo  in un contesto sociale inedito e di estrema flessibilità.  E anche a incoraggiare con un contributo ogni raider che voglia costituire imprese sociali o cooperative per la mutua gestione di servizi e tutele.

Le imprese

Dal canto loro, le imprese, per la costituzione di questi soggetti, si sono impegnate a riconoscere contributi una tantum ai lavoratori più impegnati continuativamente nel settore. Questa formula si ispira ad alcuni aspetti dei modelli di ‘Umbrella Companies’ sperimentati all’estero, ma utilizzando gli strumenti giuridici propri e già esistenti del nostro ordinamento.

L’assessore Melania Rizzoli

“Con questa delibera la Regione Lombardia ha compiuto per prima in Italia un passo concreto sulla questione riders” ha rimarcato l’assessore Melania Rizzoli. “Nelle scorse settimane abbiamo assistito a petizioni di principio, prese di posizione, programmi fantasiosi, ma nessun fatto. Noi crediamo che la soluzione di questo problema passi per un approccio non dirigista ma partecipativo con il maggior numero possibile di operatori del settore, perchè solo così si possono stabilire misure immediatamente realizzabili e fruibili, senza calcoli politici o propagandistici”, ha aggiunto l’assessore Rizzoli.

Il giusto bilanciamento di tutti gli interessi

“Solo prestando attenzione al bilanciamento fra gli interessi dei riders e quelli delle imprese, nel rispetto delle competenze regionali – ha concluso l’assessore – si possono migliorare le tutele e insieme salvaguardare i posti di lavoro. Per questo le linee guida tracciate dalla delibera sono frutto dell’ascolto reciproco fra la Regione e gli operatori, che abbiamo piu’ volte incontrato nelle scorse settimane”.

Continua la lettura di Da Regione Lombardia più tutele per i riders su Giornale di Mantova.

]]>
Un accordo con Trenitalia per migliorare il servizio | Il governatore risponde https://giornaledimantova.it/politica/un-accordo-con-trenitalia-per-migliorare-il-servizio-il-governatore-risponde/ Mon, 23 Jul 2018 14:23:51 +0000 https://giornaledimantova.it/?p=7452 Rubrica “Il governatore risponde”: per inviare le vostre domande al governatore Attilio Fontana scrivete a ilgovernatorerisponde@netweek.it Le domande di questa settimana: un servizio ferroviario da terzo mondo Egregio signor presidente Fontana, innanzitutto vorrei ringraziarla per avere mantenuto aperto questo canale di scambio con i cittadini. Sarò sincero con lei, non sono un suo elettore ma al di là […]

Continua la lettura di Un accordo con Trenitalia per migliorare il servizio | Il governatore risponde su Giornale di Mantova.

]]>
Rubrica “Il governatore risponde”: per inviare le vostre domande al governatore Attilio Fontana scrivete a ilgovernatorerisponde@netweek.it

Le domande di questa settimana: un servizio ferroviario da terzo mondo

Egregio signor presidente Fontana, innanzitutto vorrei ringraziarla per avere mantenuto aperto questo canale di scambio con i cittadini. Sarò sincero con lei, non sono un suo elettore ma al di là dello schieramento politico penso che lei sia una persona onesta che voglia fare bene. Vorrei iniziare con questa domanda: ma lei personalmente usa o ha mai usato i mezzi pubblici per spostarsi in Lombardia? Presumo che lei sia al corrente dei disagi subiti dai pendolari che tutti i giorni si devono recare a lavoro usando i mezzi pubblici ma questa è storia comune… quello che non riesco ad accettare è che una regione come la Lombardia abbia raggiunto livelli di servizio veramente da terzo mondo (per non parlare della sanità, dove se non sei raccomandato devi pagare…).
Le porto ad esempio il fatto capitatomi. Molto spesso la domenica mattina per non usare l’auto mi reco alla stazione vicina e prendo il treno, ieri la destinazione era Abbadia Lariana per percorrere il sentiero del viandante. Tutto bene. Al ritorno alla stazione di Lierna troviamo un cartello scritto a mano con l’avviso di soppressione di alcuni treni per causa non precisata… Alternative: o autobus (quali?) o traghetto (uno solo alle ore 18.00). Siamo nel periodo estivo, secondo lei le ferrovie è giusto che riducano le corse dei treni nei giorni festivi quando c’è maggior flusso di turisti che magari si recano al lago? E’ da considerare normale che chi vuole frequentare quei luoghi debba usare per forza l’auto per trovarsi in code interminabili ed estenuanti e alla caccia di parcheggi inesistenti? I turisti che vogliono visitare questi luoghi e si ritrovano abbandonati in una stazione senza nessuna indicazione che cosa possono pensare di noi italiani se non la solita conferma…
So che la Regione Lombardia ha investito molto nel trasporto pubblico su rotaia, ma possibile che per avere un servizio appena appena funzionante dobbiamo aspettare anni e anni e magari rinnovare i finanziamenti perché non ci sono mai date certe sull’inizio e fine lavori e soprattutto se questi servizi/opere saranno realizzati, possibile che non ci sia mai un responsabile che ne possa rispondere? Spero che anche lei voglia vivere in un Paese migliore e ci aiuti a realizzarlo. Cordiali saluti
Rodolfo – Vimercate

Il governatore risponde

Come ho avuto modo di ribadire più volte, conosco bene i disagi subiti dagli utenti del trasporto pubblico e non ritengo il servizio ferroviario all’altezza dello standard minimo che dovrebbe essere garantito nella nostra regione. A questo proposito, martedì 10 luglio ho annunciato in Consiglio regionale gli esiti dell’incontro con l’amministratore delegato delle Ferrovie dello Stato, Renato Mazzoncini, col quale ho condiviso gli step da attuare per dare ai nostri pendolari nel più breve tempo possibile treni moderni e confortevoli e linee efficienti, perché questo è quello che ci interessa. Trenitalia ha confermato di essere d’accordo nel ripartire in maniera differente le quote di Trenord, in modo che a valle dell’operazione – per incentivare gli investimenti e creare una sana competizione – possano operare due diverse imprese ferroviarie: una controllata da Fnm e Trenitalia, sul modello parigino della Rete Espressa Regionale. La distinzione dei servizi favorirà la specializzazione e quindi l’efficienza della singola impresa ferroviaria in termini di tipologia di treni, manutenzione, turni macchina e turni personale, utilizzo dell’infrastruttura dedicata e livello di servizio complessivo. Entro il 30 luglio verrà sottoscritto un Accordo quadro per definire dettagliatamente le fasi del percorso. In questi primi mesi di legislatura non abbiamo sprecato nemmeno un giorno pur di arrivare a proposte concrete di soluzione, per poter dare ai pendolari un servizio al livello della qualità che la Lombardia deve offrire e sono convinto che questa sia la strada giusta.

Continua la lettura di Un accordo con Trenitalia per migliorare il servizio | Il governatore risponde su Giornale di Mantova.

]]>
Il sindaco di Martinengo Paolo Nozza alla guida di FerrrovieNord https://giornaledimantova.it/politica/il-sindaco-di-martinengo-paolo-nozza-alla-guida-di-ferrrovienord/ Mon, 23 Jul 2018 13:45:51 +0000 https://giornaledimantova.it/?p=7449 Il sindaco di Martinengo Paolo Nozza alla guida di FerrrovieNord. Nuovo CdA per FerrovieNord Si è insediato il nuovo Consiglio di Amministrazione di FerrovieNord, che rimarrà in carica per il triennio 2018-2020, fino all’approvazione del bilancio al 31 dicembre 2020. Ecco come si compone il nuovo Cda. A presiedere sarà Paolo Nozza, già sindaco di Martinengo, coadiuvato da Antonio […]

Continua la lettura di Il sindaco di Martinengo Paolo Nozza alla guida di FerrrovieNord su Giornale di Mantova.

]]>
Il sindaco di Martinengo Paolo Nozza alla guida di FerrrovieNord.

Nuovo CdA per FerrovieNord

Si è insediato il nuovo Consiglio di Amministrazione di FerrovieNord, che rimarrà in carica per il triennio 2018-2020, fino all’approvazione del bilancio al 31 dicembre 2020. Ecco come si compone il nuovo Cda. A presiedere sarà Paolo Nozza, già sindaco di Martinengo, coadiuvato da Antonio VerroFrancesca Maria Di StefanoLuciana Frosio Roncalli ed Ettore Fusco.

Chi è Paolo Nozza

Paolo Nozza, nato a Martinengo nel 1970, si è laureato in Giurisprudenza all’Università Cattolica del Sacro Cuore di Milano. Esercita la professione di avvocato dal 2003 ed è titolare di uno studio professionale. E’ stato eletto sindaco di Martinengo nel 2009 e riconfermato nel 2014, carica che ricopre a tutt’oggi. Tra gli altri incarichi, è stato vicepresidente dell’assemblea dei sindaci dell’ambito 14 dal 2009 al 2014, presidente del tavolo ristretto di coordinamento provinciale di Bergamo per l’esposizione universale Expo Milano 2015 dal 2010 al 2015, vicepresidente dell’azienda speciale consortile Solidalia per l’ambito 14 dal 2010 al 2014, membro della conferenza dei Comuni, delle Comunità Montane e delle aree regionali protette nel 2013.

Un CdA esperto e preprato

“Subentriamo a una presidenza e a un CdA che hanno svolto un compito arduo che ha però portato a risultati assolutamente positivi – commenta il presidente Paolo Nozza – Se da un lato questo mi tranquillizza, dall’altro mi stimola a cercare di fare bene dando continuità all’operato di chi mi ha preceduto. Il trasporto ferroviario è un argomento indubbiamente ‘caldo’, un mondo articolato, con problematiche complesse non sempre di facile e pronta soluzione. FerrovieNord è una società solida e con progetti ambiziosi. Nel CdA siedono persone di indubbia esperienza e preparazione; il personale amministrativo, tecnico e dirigenziale è di alto profilo. Non posso quindi che essere lusingato dal fatto che sia stata individuata la mia persona per ricoprire un ruolo così importante e delicato, un ruolo che fino a qualche mese fa ricopriva Andrea Gibelli, che ringrazio per la disponibilità e la fiducia che mi ha manifestate nel corso de nostri recenti incontri”.

Cos’è FerrovieNord?

Controllata al 100% da FNM, FerrovieNord gestisce in Lombardia 331 km di rete e 124 stazioni dislocate su cinque linee nelle province di Milano, Brescia, Como, Monza e Brianza, Novara e Varese. Sulla rete FerrovieNord circolano 900 treni al giorno e 200mila passeggeri con una frequenza che nelle ore di punta è di quasi un treno al minuto in partenza e in arrivo dalla stazione di Milano Cadorna. Accanto all’attività finalizzata alla circolazione dei treni, FerrovieNord si occupa della gestione della manutenzione ordinaria e straordinaria della rete, del suo adeguamento, dell’attivazione di nuovi impianti e dell’assistenza ai lavori di potenziamento.

Continua la lettura di Il sindaco di Martinengo Paolo Nozza alla guida di FerrrovieNord su Giornale di Mantova.

]]>
Parco del Mincio: birdwatching alla scoperta degli uccelli limicoli https://giornaledimantova.it/attualita/parco-del-mincio-birdwatching-alla-scoperta-degli-uccelli-limicoli/ https://giornaledimantova.it/attualita/parco-del-mincio-birdwatching-alla-scoperta-degli-uccelli-limicoli/#respond Mon, 23 Jul 2018 13:25:49 +0000 https://giornaledimantova.it/?p=7443 Parco del Mincio: birdwatching alla scoperta degli uccelli limicoli. A Soave, domenica 29 luglio. Parco degli Mincio: birdwatching a Soave Cavalieri d’Italia, Piro Piro piccoli, Pantane, Corrieri piccoli sono alcuni degli esemplari che si potranno ammirare, domenica 29 luglio, con l’escursione gratuita organizzata dal Parco del Mincio allo scolmatore del diversivo Mincio, a Soave, borgo […]

Continua la lettura di Parco del Mincio: birdwatching alla scoperta degli uccelli limicoli su Giornale di Mantova.

]]>
Parco del Mincio: birdwatching alla scoperta degli uccelli limicoli. A Soave, domenica 29 luglio.

Parco degli Mincio: birdwatching a Soave

Cavalieri d’Italia, Piro Piro piccoli, Pantane, Corrieri piccoli sono alcuni degli esemplari che si potranno ammirare, domenica 29 luglio, con l’escursione gratuita organizzata dal Parco del Mincio allo scolmatore del diversivo Mincio, a Soave, borgo rivierasco che sorge nel cuore delle Valli del Mincio. Davide Aldi, ornitologo esperto del Gram – Gruppo Ricerche Avifauna, guiderà i partecipanti nell’osservazione degli uccelli limicoli, eterogeno gruppo di specie legate alle zone umide, che transitano numerosi lungo la rotta acquatica del Mincio, dove possono sostare, riposarsi e trovare abbondante nutrimento.

Approdo di uccelli acquatici migratori

Un fenomeno che nel mese di luglio è facilmente osservabile da un punto di vista privilegiato come lo sfioratore di Soave, eletto come naturale approdo da molti uccelli acquatici migratori che, terminato il periodo della riproduzione, riprendono il loro viaggio verso le zone di svernamento.

Escursione in bicicletta

L’attività di birdwatching sarà preceduta da un’escursione in bicicletta lungo la ciclabile Mantova-Peschiera  per ammirare le forme di vita che, nel cuore dell’estate, popolano le campagne intorno alle Valli del Mincio. Il ritrovo è in piazza Porta Giulia, a Cittadella, con partenza alle ore 17.00. Per chi invece vuole unirsi al gruppo direttamente a Soave, il ritrovo è alle ore 18.00 davanti alla Chiesa parrocchiale, in piazza Roma: lo sfioratore si trova nelle immediate vicinanze.

Partecipazione gratuita

La partecipazione è gratuita, per le prenotazioni è possibile contattare Davide Aldi tel. 338 8136660, email davide.aldi@gmail.com. Per godere al meglio lo spettacolo naturale, è consigliato munirsi di binocolo.

 

TORNA ALLA HOME PER TUTTE LE ALTRE NOTIZIE!

Continua la lettura di Parco del Mincio: birdwatching alla scoperta degli uccelli limicoli su Giornale di Mantova.

]]>
https://giornaledimantova.it/attualita/parco-del-mincio-birdwatching-alla-scoperta-degli-uccelli-limicoli/feed/ 0
Come sarà il tempo a fine luglio? Ecco le previsioni https://giornaledimantova.it/attualita/come-sara-il-tempo-a-fine-luglio-ecco-le-previsioni/ Mon, 23 Jul 2018 13:03:14 +0000 https://giornaledimantova.it/?p=7440 Come sarà il tempo a fine luglio? Ecco le previsioni. Gli esperti ipotizzano caldo ma anche qualche temporale in agguato. Torna l’afa. Come sarà il tempo a fine luglio? Ecco le previsioni Dopo il fronte temporalesco che è ancora sull’Italia, in particolare nelle zone del Centro Sud da domani il tempo dovrebbe essere caldo e soleggiato […]

Continua la lettura di Come sarà il tempo a fine luglio? Ecco le previsioni su Giornale di Mantova.

]]>
Come sarà il tempo a fine luglio? Ecco le previsioni. Gli esperti ipotizzano caldo ma anche qualche temporale in agguato. Torna l’afa.

Come sarà il tempo a fine luglio? Ecco le previsioni

Dopo il fronte temporalesco che è ancora sull’Italia, in particolare nelle zone del Centro Sud da domani il tempo dovrebbe essere caldo e soleggiato su tutta la penisola. Secondo le previsioni degli esperti di 3bmeteo tuttavia nell’ultima settimana di luglio non ci sarà tuttavia la piena stabilità estiva. Infatti, come sovente sta accadendo durante la prima parte dell’Estate, “l’anticiclone rimarrà sbilanciato verso altre zone e l’Italia non sarà del tutto esente dall’instabilità, che si manifesterà soprattutto sulle zone interne e montuose”.

Qualche temporale in agguato

In particolare martedì ancora un po’ di variabilità sulle regioni meridionali con nuvolosità irregolare e qualche fenomeno di instabilità. In prevalenza soleggiato al Centro-Nord ma con acquazzoni e temporali diurni sulle Alpi. Da metà settimana tempo in prevalenza soleggiato ovunque ma con attività temporalesca diurna sui rilievi alpini e appenninici che di tanto in tanto potrà interessare anche le aree limitrofe”.

Clima caldo

Le temperature – proseguono gli esperti di 3bmeteo.it – ricalcheranno un po’ quello che è stato il leit-motiv dell’Estate, ovvero “farà caldo (anche più della media) ma senza le ondate di calore intense e prolungate a cui le ultimissime estati ci avevano abituato”. Tra Val Padana e le pianure interne centrali si toccheranno punte di 34-35°C.  Purtroppo sarà in aumento anche l’afa, soprattutto nelle ore serali. I valori minimi notturni faticheranno a scendere al di sotto dei 20°C, in particolare sulle aree pianeggianti e costiere.

Continua la lettura di Come sarà il tempo a fine luglio? Ecco le previsioni su Giornale di Mantova.

]]>
In arrivo l’eclissi di Luna più lunga del secolo, ecco dove e quando osservarla https://giornaledimantova.it/attualita/in-arrivo-leclissi-di-luna-piu-lunga-del-secolo-ecco-dove-e-quando-osservarla/ Mon, 23 Jul 2018 12:28:13 +0000 https://giornaledimantova.it/?p=7437 Venerdì 27 luglio sarà possibile assistere all’eclissi di Luna più lunga del secolo. Uno spettacolo davvero suggestivo che si potrà vedere anche in Lombardia. Eclissi di Luna più lunga del secolo Un evento straordinario durante la quale rimarremo al buio per quasi due ore. Il fenomeno dell’eclissi di luna più lunga del secolo è atteso […]

Continua la lettura di In arrivo l’eclissi di Luna più lunga del secolo, ecco dove e quando osservarla su Giornale di Mantova.

]]>
Venerdì 27 luglio sarà possibile assistere all’eclissi di Luna più lunga del secolo. Uno spettacolo davvero suggestivo che si potrà vedere anche in Lombardia.

Eclissi di Luna più lunga del secolo

Un evento straordinario durante la quale rimarremo al buio per quasi due ore. Il fenomeno dell’eclissi di luna più lunga del secolo è atteso per venerdì 27 luglio. L’oscuramento inizierà poco dopo le 19 per terminare intorno alle 2,30 di notte. L’evento astronomico, lo ricordiamo, si verifica quando Sole, Terra e Luna si trovano perfettamente allineati, mentre la durata dipende dalla distanza reciproca Terra-Luna.

Lo spettacolo inizia alle 19

Questo venerdì la durata dello spettacolo offerto dal cielo sarà di ben due ore. Nuvole permettendo infatti dall’Italia il fenomeno sarà visibile quasi nella sua interezza: la Luna sorgerà poco prima delle 21.00 ora locale, mentre la fase di totalità si verificherà tra le 21.30 e le 23.13. Il culmine dell’evento è previsto alle 22.22.

Ovviamente occhi puntati al cielo. Per chi non vuole perdersi lo spettacolo ecco i momenti più importanti:

  • Primo contatto penombra – 19:14:49
  • Primo contatto ombra – 20:24:27
  • Inizio totalità – 21:30:15
  • Massimo – 22:22:54
  • Fine totalità – 23:13:12
  • Uscita dall’ombra – 00:19:00
  • Uscita dalla Penombra – 01:28:37

Poi appuntamento al 2019

La prossima eclissi lunare totale è prevista nel 2019: più precisamente il 21 gennaio del prossimo anno ma non è detto che in pieno inverno si riesca a godere dello spettacolo. Venerdì invece le previsioni sono ottime, con cielo sereno praticamente su tutta la Lombardia.

Continua la lettura di In arrivo l’eclissi di Luna più lunga del secolo, ecco dove e quando osservarla su Giornale di Mantova.

]]>
Donna aggredita e lite per gelosia https://giornaledimantova.it/cronaca/donna-aggredita-e-lite-per-gelosia/ https://giornaledimantova.it/cronaca/donna-aggredita-e-lite-per-gelosia/#respond Mon, 23 Jul 2018 11:37:10 +0000 https://giornaledimantova.it/?p=7434 Donna aggredita a Borgo Virgilio e lite per gelosia a Mantova. Gli interventi della Polizia di Stato nella giornata di ieri. Donna aggredita Alle ore 16.40 di ieri, domenica 22 luglio, è stato richiesto l’intervento della Polizia a Borgo Virgilio (MN) in via Circonvallazione Sud, nei pressi del parcheggio del locale “Open Spice”, per la […]

Continua la lettura di Donna aggredita e lite per gelosia su Giornale di Mantova.

]]>
Donna aggredita a Borgo Virgilio e lite per gelosia a Mantova. Gli interventi della Polizia di Stato nella giornata di ieri.

Donna aggredita

Alle ore 16.40 di ieri, domenica 22 luglio, è stato richiesto l’intervento della Polizia a Borgo Virgilio (MN) in via Circonvallazione Sud, nei pressi del parcheggio del locale “Open Spice”, per la segnalazione di un’aggressione ad una donna.
Sul posto gli operatori intervenuti, sulla base delle testimonianze raccolte, hanno accertato che la donna sarebbe stata aggredita violentemente dall’ex compagno senza però procurarle lesioni. Per questo motivo, la donna è stata messa a conoscenza della possibilità di poter sporgere denuncia.

Lite per gelosia

Alle ore 19.30 di ieri, la Centrale Operativa ha inviato una pattuglia della Squadra Volante in via Mantovanella 16 a seguito della segnalazione pervenuta da personale del 118 di una lite con feriti. Sul posto, gli genti di Polizia intervenuti hanno accertato che la lite era scaturita per motivi di gelosia. Anche in questo caso le persone presenti sono state informate delle facoltà di legge.

TORNA ALLA HOME PER TUTTE LE ALTRE NOTIZIE!

Continua la lettura di Donna aggredita e lite per gelosia su Giornale di Mantova.

]]>
https://giornaledimantova.it/cronaca/donna-aggredita-e-lite-per-gelosia/feed/ 0
Truffa ai danni del servizio sanitario nazionale per oltre 3 milioni di euro https://giornaledimantova.it/cronaca/truffa-ai-danni-del-servizio-sanitario-nazionale-per-oltre-3-milioni-di-euro/ https://giornaledimantova.it/cronaca/truffa-ai-danni-del-servizio-sanitario-nazionale-per-oltre-3-milioni-di-euro/#respond Mon, 23 Jul 2018 09:12:12 +0000 https://giornaledimantova.it/?p=7428 Truffa ai danni del servizio sanitario nazionale per oltre 3 milioni di euro: 19 medici denunciati. Truffa ai danni del servizio sanitario nazionale La Guardia di Finanza di Mantova ha segnalato all’Autorità Giudiziaria 19 medici per varie ipotesi di reato, che vanno dalla truffa alle false dichiarazioni, accertando un danno per le casse dell’Erario di […]

Continua la lettura di Truffa ai danni del servizio sanitario nazionale per oltre 3 milioni di euro su Giornale di Mantova.

]]>
Truffa ai danni del servizio sanitario nazionale per oltre 3 milioni di euro: 19 medici denunciati.

Truffa ai danni del servizio sanitario nazionale

La Guardia di Finanza di Mantova ha segnalato all’Autorità Giudiziaria 19 medici per varie ipotesi di reato, che vanno dalla truffa alle false dichiarazioni, accertando un danno per le casse dell’Erario di tre milioni di euro.
Nel corso dell’ultimo biennio, i militari del Nucleo di Polizia Economico-Finanziaria della Guardia di Finanza di Mantova hanno analizzato la posizione di decine di professionisti sanitari, dipendenti pubblici ovvero convenzionati con il S.S.N, operanti quali medici di base, di guardia medica e del 118.

Materia di “incompatibilità”

In particolare, è stata verificata la conformità della condotta assunta dagli stessi con la normativa in materia di “incompatibilità” allo svolgimento di più incarichi nel settore sanitario pubblico e privato. Tale normativa prevede che il medico, in presenza di un contratto stipulato con il SSN, non possa assumere ulteriori incarichi con altre strutture sanitarie (sia pubbliche che private convenzionate) ovvero svolgere ulteriore attività professionale in ambito sanitario, attestando – con propria autocertificazione – di non trovarsi in nessuno dei casi di incompatibilità previsti.

Omesse dichiarazioni

Le investigazioni, avviate confrontando i contratti stipulati dai professionisti con le retribuzioni percepite dalle strutture sanitarie, hanno consentito di appurare che gli stessi, al fine di ottenere ovvero mantenere contemporaneamente più incarichi di lavoro con Enti convenzionati con il S.S.N., all’atto della sottoscrizione del nuovo contratto, non dichiaravano la loro incompatibilità. Circostanza che non consentiva alle strutture pubbliche di fare i necessari accertamenti che, invece, avrebbero portato al non conferimento dell’incarico, ovvero alla risoluzione del contratto già in essere.

Danno di 3 milioni di euro

Oltre ai risvolti penali, poiché le condotte illecite hanno comportato anche un nocumento alle casse dello Stato, i professionisti sanitari sono stati segnalati alla Procura Contabile, per un presunto danno erariale di oltre tre milioni di euro, pari agli importi indebitamente percepiti.

TORNA ALLA HOME PER TUTTE LE ALTRE NOTIZIE!

Continua la lettura di Truffa ai danni del servizio sanitario nazionale per oltre 3 milioni di euro su Giornale di Mantova.

]]>
https://giornaledimantova.it/cronaca/truffa-ai-danni-del-servizio-sanitario-nazionale-per-oltre-3-milioni-di-euro/feed/ 0
Furti in abitazione nel Mantovano, i Carabinieri indagano https://giornaledimantova.it/cronaca/furti-in-abitazione-nel-mantovano-i-carabinieri-indagano/ https://giornaledimantova.it/cronaca/furti-in-abitazione-nel-mantovano-i-carabinieri-indagano/#respond Mon, 23 Jul 2018 08:56:34 +0000 https://giornaledimantova.it/?p=7424 Furti in abitazione, i Carabinieri indagano nei comuni di Goito, Asola e Moglia. Furti in abitazione Topi d’appartamento in azione in questi giorni di vacanza. A Goito, i militari della locale Stazione Carabinieri, stanno indagando su un furto avvenuto all’interno di un’abitazione. Qui ignoti, previa l’effrazione di una finestra, si sono introdotti all’interno ed hanno […]

Continua la lettura di Furti in abitazione nel Mantovano, i Carabinieri indagano su Giornale di Mantova.

]]>
Furti in abitazione, i Carabinieri indagano nei comuni di Goito, Asola e Moglia.

Furti in abitazione

Topi d’appartamento in azione in questi giorni di vacanza. A Goito, i militari della locale Stazione Carabinieri, stanno indagando su un furto avvenuto all’interno di un’abitazione. Qui ignoti, previa l’effrazione di una finestra, si sono introdotti all’interno ed hanno asportato vari monili in oro. Il danno patito è in corso di quantificazione ed è coperto da polizza assicurativa.

Furto ad Asola

Ad Asola, invece ignoti, sempre tramite l’effrazione di una finestra, si sono introdotti all’interno di un’appartamento ed hanno rubato vari monili in oro e un servizio di posate in argento. Anche in questo caso, il danno patito è in corso di quantificazione ed è coperto da polizza assicurativa.

Moglia

A Moglia, infine, si è verificato un altro furto all’interno di un’abitazione. Qui oltre a vari monili in oro sono stati rubati anche soldi contanti. Il danno patito è in corso di quantificazione e non è coperto da polizza assicurativa.

Segnalare auto o persone sospette

In tale contesto, il Comando Provinciale Carabinieri di Mantova, al fine di contenere il fenomeno dei reati predatori, raccomanda alla cittadinanza l’opportunità di chiamare il numero di emergenza di Pronto Intervento 112, per segnalare auto /o persone sospette.

TORNA ALLA HOME PER TUTTE LE ALTRE NOTIZIE!

Continua la lettura di Furti in abitazione nel Mantovano, i Carabinieri indagano su Giornale di Mantova.

]]>
https://giornaledimantova.it/cronaca/furti-in-abitazione-nel-mantovano-i-carabinieri-indagano/feed/ 0
Furto in casa ad Asola via con oro e posate https://giornaledimantova.it/cronaca/furto-in-casa-ad-asola-via-con-oro-e-posate/ Mon, 23 Jul 2018 08:53:34 +0000 https://giornaledimantova.it/?p=7431 Furto in casa ad Asola via con oro e posate d’argento. Il furto Gioielli in oro e un servizio di posate d’argento. Questo il bottino con cui i ladri sono scappati da un’abitazione di Asola. Hanno prima forzato una finestra della casa e poi si sono introdotti all’interno.  Il danno patito è in corso di […]

Continua la lettura di Furto in casa ad Asola via con oro e posate su Giornale di Mantova.

]]>
Furto in casa ad Asola via con oro e posate d’argento.

Il furto

Gioielli in oro e un servizio di posate d’argento. Questo il bottino con cui i ladri sono scappati da un’abitazione di Asola. Hanno prima forzato una finestra della casa e poi si sono introdotti all’interno.  Il danno patito è in corso di quantificazione ed è coperto da polizza assicurativa. Indagini in corso da parte dei carabinieri della stazione di Asola per individuare i colpevoli.

Continua la lettura di Furto in casa ad Asola via con oro e posate su Giornale di Mantova.

]]>
Coltello in auto, denunciato 26enne per porto d’armi https://giornaledimantova.it/cronaca/coltello-in-auto-denunciato-26enne-per-porto-darmi/ https://giornaledimantova.it/cronaca/coltello-in-auto-denunciato-26enne-per-porto-darmi/#respond Mon, 23 Jul 2018 08:42:37 +0000 https://giornaledimantova.it/?p=7421 Coltello in auto, denunciato a Ostiglia un ragazzo di 26 anni per porto d’armi. Coltello in auto A Ostiglia, i militari della locale Stazione Carabinieri, hanno denunciato per il reato di “porto di armi e oggetti atti ad offendere”, un 26enne dell’est Europa residente nel trevigiano. Il giovane, controllato a bordo di un’autovettura, è stato […]

Continua la lettura di Coltello in auto, denunciato 26enne per porto d’armi su Giornale di Mantova.

]]>
Coltello in auto, denunciato a Ostiglia un ragazzo di 26 anni per porto d’armi.

Coltello in auto

A Ostiglia, i militari della locale Stazione Carabinieri, hanno denunciato per il reato di “porto di armi e oggetti atti ad offendere”, un 26enne dell’est Europa residente nel trevigiano. Il giovane, controllato a bordo di un’autovettura, è stato trovato in possesso di un coltello multifunzione della lunghezza complessiva di 15,5 centimetri.
Nella circostanza, l’arma bianca è stata sequestrata e debitamente custodita.

TORNA ALLA HOME PER TUTTE LE ALTRE NOTIZIE!

Continua la lettura di Coltello in auto, denunciato 26enne per porto d’armi su Giornale di Mantova.

]]>
https://giornaledimantova.it/cronaca/coltello-in-auto-denunciato-26enne-per-porto-darmi/feed/ 0
Recuperato corpo di un uomo senza vita in un canale a Ostiglia https://giornaledimantova.it/cronaca/recuperato-corpo-di-un-uomo-senza-vita-in-un-canale-a-ostiglia/ https://giornaledimantova.it/cronaca/recuperato-corpo-di-un-uomo-senza-vita-in-un-canale-a-ostiglia/#respond Mon, 23 Jul 2018 08:07:22 +0000 https://giornaledimantova.it/?p=7418 Recuperato corpo di un uomo senza vita in un canale a Ostiglia. E’ accaduto nella tarda serata di domenica. Recuperato corpo di un uomo Il corpo di un uomo senza vita è stato recuperato nella tarda serata di domenica 22 luglio in un canale nel comune di Ostiglia. Dalle prime informazioni si tratterebbe di un […]

Continua la lettura di Recuperato corpo di un uomo senza vita in un canale a Ostiglia su Giornale di Mantova.

]]>
Recuperato corpo di un uomo senza vita in un canale a Ostiglia. E’ accaduto nella tarda serata di domenica.

Recuperato corpo di un uomo

Il corpo di un uomo senza vita è stato recuperato nella tarda serata di domenica 22 luglio in un canale nel comune di Ostiglia. Dalle prime informazioni si tratterebbe di un uomo di 67 anni residente nella provincia di Rovigo.

L’allarme dei familiari

L’uomo era uscito di casa nel primo pomeriggio e in auto si sarebbe diretto verso Ostiglia con l’intento di andare a pescare. Vero le 19.00 i familiari, non vedendolo rientrare, hanno dato l’allarme. Vigili del Fuoco e Carabinieri hanno così cominciato le ricerche.

Il ritrovamento

Ricerche che hanno dato esito positivo intorno alle 23.00 quando il corpo dell’uomo è stato trovato nel canale di irrigazione di via Basse a Ostiglia. Da una prima ricostruzione, potrebbe aver avuto un malore ed essere successivamente scivolato nel canale profondo circa un metro e mezzo.

TORNA ALLA HOME PER TUTTE LE ALTRE NOTIZIE!

Continua la lettura di Recuperato corpo di un uomo senza vita in un canale a Ostiglia su Giornale di Mantova.

]]>
https://giornaledimantova.it/cronaca/recuperato-corpo-di-un-uomo-senza-vita-in-un-canale-a-ostiglia/feed/ 0
Game of Lombardy: è tempo di stabilire la più forte https://giornaledimantova.it/attualita/game-of-lombardy-e-tempo-di-stabilire-la-piu-forte/ Mon, 23 Jul 2018 06:03:43 +0000 https://giornaledimantova.it/?p=7415 E’ possibile stabilire quale sia la zona della Lombardia più forte su Instagram? Secondo la pagina “Orgoglio Lombardo” sì e ha lanciato una singolare iniziativa intitolata Game of Lombardy. Game of Lombardy Sulla falsa riga del popolare telefilm Game of Thrones, la nostra regione è stata divisa in 16 case chiamate a sfidarsi in scontri […]

Continua la lettura di Game of Lombardy: è tempo di stabilire la più forte su Giornale di Mantova.

]]>
E’ possibile stabilire quale sia la zona della Lombardia più forte su Instagram? Secondo la pagina “Orgoglio Lombardo” sì e ha lanciato una singolare iniziativa intitolata Game of Lombardy.

Game of Lombardy

Sulla falsa riga del popolare telefilm Game of Thrones, la nostra regione è stata divisa in 16 case chiamate a sfidarsi in scontri diretti che stabiliranno il vincitore a colpi di click. Il torneo è partito ieri, le prime a sfidarsi sono state Milano e Lecco.

Sfida a colpi di click

Il campo di battaglia sono i sondaggi effettuati tramite le storie di Instagram. Vince chi ottiene più preferenze. Oggi sarà la volta del duello tra Bassa Bresciana e Bassa Bergamasca, poi martedì 24 luglio toccherà alla Valtellina sfidare la Valcamonica, e così via fino a esaurire gli ottavi per poi definire i quarti, le semi finali e la finale che stabilirà la più forte sui social meritevole della corona ferrea. Mantova, Cremona e Crema si sfideranno la quinta giornata, ossia giovedì 26 luglio.

Continua la lettura di Game of Lombardy: è tempo di stabilire la più forte su Giornale di Mantova.

]]>
VBC Casalmaggiore, quarto posto al Legavolley Summer Tour 2018 https://giornaledimantova.it/sport/vbc-casalmaggiore-quarto-posto-al-legavolley-summer-tour-2018/ Mon, 23 Jul 2018 05:33:26 +0000 https://giornaledimantova.it/?p=7411 VBC Casalmaggiore, quarto posto al Legavolley Summer Tour 2018: sconfitta contro la Savino del Bene Scandicci e contro la LPM Mondovì. VBC Casalmaggiore: quarto posto La terza tappa del Legavolley Summer Tour 2018 di scena a Riccione termina per la VBC Apis con un quarto posto. Le ragazze di coach Bonini si devono arrendere alla […]

Continua la lettura di VBC Casalmaggiore, quarto posto al Legavolley Summer Tour 2018 su Giornale di Mantova.

]]>
VBC Casalmaggiore, quarto posto al Legavolley Summer Tour 2018: sconfitta contro la Savino del Bene Scandicci e contro la LPM Mondovì.

VBC Casalmaggiore: quarto posto

La terza tappa del Legavolley Summer Tour 2018 di scena a Riccione termina per la VBC Apis con un quarto posto. Le ragazze di coach Bonini si devono arrendere alla Savino del Bene Scandicci nella semifinale mattutina e, con lo stesso risultato, cedono nella finale 3° / 4° posto alla LPM Mondovì. Ma analizziamo meglio la giornata.

La mattinata

La giornata delle ragazze della VBC Apis Casalmaggiore inizia non nei migliore dei modi, con una Valentina Zago non in perfette condizioni e un cielo che minaccia pioggia. Inizia la semifinale con la Savino del Bene Scandicci ma sull’8-5 per le toscane la gara viene sospesa per un forte acquazzone che impedisce il regolare svolgimento della partita. Passata mezzora si può riprendere ma è sempre Scandicci a tenere il ritmo del gioco con una VBC Apis un po’ in confusione ma che cerca di rimanere attaccata al set. La prima frazione termina 15-12 per le toscane. Nel secondo set invece Angelina e compagne partono più convinte ma, dopo diversi errori di Casalmaggiore, Scandicci rimonta e con più concretezza ed esperienza in campo chiude la frazione 15-10 e il match per 2-0.

Finale 3°/4° posto

Nella finalina per il 3°/4° posto la VBC Apis incontra la LPM Mondovì che nella mattina è uscita sconfitta dalla prima semifinale con la Saugella Team Monza per 2 set a zero. E’ una partita molto equilibrata con una LMP che finalizza e una VBC Apis che sbaglia molto. Le due frazioni di gioco si equivalgono, le piemontesi sono più quadrate sia in attacco che in ricezione, mentre le casalasche alternano momenti di bel sand volley ad azioni più confuse. Zago e Angelina provano a tenere le loro attaccate al match ma la gara termina 2-0 per Mondovì con parziali 15-12 / 15-12.

“E’ già ora di guardare a Lignano – dice coach Federico Bonini – dove dobbiamo difendere lo scudetto. Non è stata una tappa esaltante quella di Riccione, non ci fermiamo per piangerci addosso ma ci metteremo fin da subito a lavorare molto per colmare le lacune che abbiamo avuto in questi due giorni. Sono fiducioso che sapremo ritrovare l’amalgama giusta in vista del week end prossimo e giocarcela come sappiamo fare”.

Le foto sono di Manuel Bongiovanni

Continua la lettura di VBC Casalmaggiore, quarto posto al Legavolley Summer Tour 2018 su Giornale di Mantova.

]]>
Aggredita ragazza di 22 anni SIRENE DI NOTTE https://giornaledimantova.it/cronaca/aggredita-ragazza-di-22-anni-sirene-di-notte/ https://giornaledimantova.it/cronaca/aggredita-ragazza-di-22-anni-sirene-di-notte/#respond Mon, 23 Jul 2018 05:18:39 +0000 https://giornaledimantova.it/?p=7407 Aggredita ragazza di 22 anni a Mantova: soccorsa e trasportata in ospedale. Aggredita ragazza I soccorritori nella notte sono dovuti intervenire a Mantova in via Visi per prestare aiuto a una ragazza di 22 anni vittima di aggressione. Un’ambulanza è giunta sul posto intorno alle 2. Gli operatori del 118 hanno prestato le prime cure […]

Continua la lettura di Aggredita ragazza di 22 anni SIRENE DI NOTTE su Giornale di Mantova.

]]>
Aggredita ragazza di 22 anni a Mantova: soccorsa e trasportata in ospedale.

Aggredita ragazza

I soccorritori nella notte sono dovuti intervenire a Mantova in via Visi per prestare aiuto a una ragazza di 22 anni vittima di aggressione. Un’ambulanza è giunta sul posto intorno alle 2. Gli operatori del 118 hanno prestato le prime cure alla 22enne per poi trasferirla al pronto soccorso dell’ospedale cittadino in codice verde. Fortunatamente, le sue condizioni non sono apparse gravi. Sul caso indaga la Questura di Mantova. L’ultima aggressione in città risale all’11 luglio scorso. Allora ad essere aggredito fu un ragazzo di 20 anni. 

Si ribalta con l’auto

Alle 22.33 di ieri sera, si è verificato un incidente stradale a San Benedetto Po. Una donna di 62 anni, per cause ancora da accertare, si è ribaltata con la sua auto mentre percorreva Strada Schiappa. La situazione è sembrata subito seria tanto che sul posto sono arrivate, in codice rosso, un’ambulanza e un’automedica. Presenti anche i Vigili del Fuoco e la Polstrada di Mantova. Fortunatamente, dopo i primi accertamenti, la situazione si è presentata meno grave del previsto. La 62enne, infatti, è stata trasportata al pronto soccorso dell’ospedale di Pieve di Coriano in codice verde.

TORNA ALLA HOME PER TUTTE LE ALTRE NOTIZIE!

Continua la lettura di Aggredita ragazza di 22 anni SIRENE DI NOTTE su Giornale di Mantova.

]]>
https://giornaledimantova.it/cronaca/aggredita-ragazza-di-22-anni-sirene-di-notte/feed/ 0
Angelo La Rocca è vivo e sta bene https://giornaledimantova.it/cronaca/angelo-la-rocca-e-vivo-e-sta-bene/ https://giornaledimantova.it/cronaca/angelo-la-rocca-e-vivo-e-sta-bene/#respond Sun, 22 Jul 2018 12:33:17 +0000 https://giornaledimantova.it/?p=7404 Angelo La Rocca è vivo: si trovava a Genova ed è stato riabbracciato dalla madre. La fine di un incubo L’incubo è iniziato giovedì della scorsa settimana quando Angelo La Rocca, 26 anni, è sparito dalla sua casa di Castiglione delle Stiviere. Per una settimana ha fatto perdere completamente le sue tracce, gettando nell’angoscia familiari e amici. […]

Continua la lettura di Angelo La Rocca è vivo e sta bene su Giornale di Mantova.

]]>
Angelo La Rocca è vivo: si trovava a Genova ed è stato riabbracciato dalla madre.

La fine di un incubo

L’incubo è iniziato giovedì della scorsa settimana quando Angelo La Rocca, 26 anni, è sparito dalla sua casa di Castiglione delle Stiviere. Per una settimana ha fatto perdere completamente le sue tracce, gettando nell’angoscia familiari e amici. Ne è nata una mobilitazione nazionale, caratterizzata anche da molteplici segnalazioni, alcune delle quali hanno portato gli inquirenti sulla strada giusta. Angelo, infatti, da Castiglione ha raggiunto Brescia, poi Milano, infine Genova dove è stato rintracciato nel pomeriggio dalla Polfer.

L’abbraccio

Non appena avuta la conferma che si trattasse del 26enne scomparso, gli inquirenti hanno allertato la famiglia e la madre di Angelo, Barbara Battistini, si è messa in viaggio per Genova dove in serata ha potuto riabbracciare il figlio.

TORNA ALLA HOME PER TUTTE LE ALTRE NOTIZIE!

Continua la lettura di Angelo La Rocca è vivo e sta bene su Giornale di Mantova.

]]>
https://giornaledimantova.it/cronaca/angelo-la-rocca-e-vivo-e-sta-bene/feed/ 0
Il cane veglia il suo padrone morto nell’incidente https://giornaledimantova.it/cronaca/il-cane-veglia-il-suo-padrone-morto-nellincidente/ Sun, 22 Jul 2018 08:43:36 +0000 https://giornaledimantova.it/?p=7397 Il cane veglia il suo padrone morto. E’ vivo per miracolo ed è uscito dall’abitacolo sulle proprie zampette, vegliando sul padrone fino all’arrivo dei soccorsi che però si sono rivelati inutili. Il cane veglia il suo padrone Stiamo parlando del cagnolino che questa mattina, all’alba, viaggiava insieme al suo padrone sulla Fiat Multipla in via […]

Continua la lettura di Il cane veglia il suo padrone morto nell’incidente su Giornale di Mantova.

]]>
Il cane veglia il suo padrone morto. E’ vivo per miracolo ed è uscito dall’abitacolo sulle proprie zampette, vegliando sul padrone fino all’arrivo dei soccorsi che però si sono rivelati inutili.

Il cane veglia il suo padrone

Stiamo parlando del cagnolino che questa mattina, all’alba, viaggiava insieme al suo padrone sulla Fiat Multipla in via Monte Cervino, ad Arcore. Il conducente dell’auto è rimasto ferito mortalmente dopo essere andato a sbattere contro un grosso albero LEGGI QUI

Fido ha atteso i soccorsi vegliando sul padrone

Invece fido, in maniera miracolosa visto come era ridotta l’automobile che si è accartocciata su un grosso albero, è riuscito a salvarsi e subito dopo lo schianto è rimasto accanto al corpo senza vita del suo padrone. Ulteriori approfondimenti sul Giornale di Monza.

Continua la lettura di Il cane veglia il suo padrone morto nell’incidente su Giornale di Mantova.

]]>
Turismo Lombardia, 1500 km di strade dei Sapori e del Vino https://giornaledimantova.it/cultura-e-turismo/turismo-lombardia-1500-km-di-strade-dei-sapori-e-del-vino/ Sun, 22 Jul 2018 08:31:41 +0000 https://giornaledimantova.it/?p=7394 Turismo Lombardia, 1500 km di strade dei Sapori e del Vino. Oltre 300 i tesori della tavola certificati. Turismo Lombardia: circa 30 le bandiere del gusto Lodigiane. Sono oltre 1.500 i chilometri dei percorsi del gusto che costituiscono le 12 Strade del Vino e dei Sapori di Lombardia, veri e propri itinerari dedicati alle tipicità […]

Continua la lettura di Turismo Lombardia, 1500 km di strade dei Sapori e del Vino su Giornale di Mantova.

]]>
Turismo Lombardia, 1500 km di strade dei Sapori e del Vino. Oltre 300 i tesori della tavola certificati.

Turismo Lombardia: circa 30 le bandiere del gusto Lodigiane.

Sono oltre 1.500 i chilometri dei percorsi del gusto che costituiscono le 12 Strade del Vino e dei Sapori di Lombardia, veri e propri itinerari dedicati alle tipicità dei territori a cominciare dalla tavola, che si snodano attraverso 124 comuni tra le Alpi e il Po, mentre sono oltre 300 le specialità enogastronomiche lombarde riconosciute e certificate. Lo rende noto la Coldiretti Lombardia nel report “I viaggi del gusto in Lombardia” in occasione dell’assemblea regionale a Milano, che si è svolta alla presenza del Presidente di Regione Lombardia Attilio Fontana, del ministro delle Politiche Agricole Gian Marco Centinaio, dell’assessore regionale all’Agricoltura, Alimentazione e Sistemi Verdi Fabio Rolfi, dell’assessore regionale all’Ambiente e Clima Raffaele Cattaneo, dell’assessore regionale al Territorio e Protezione Civile Pietro Foroni.

Sondrio e Varese

Si comincia dall’alto con la Strada del Vino e dei Sapori della Valtellina che corre per circa 200 chilometri e coinvolge in modo particolare l’area a Denominazione dei vini DOC e DOCG, dallo Sforzato di Valtellina fino al Rosso di Valtellina, senza dimenticare i prodotti tipici come la Bresaola IGP, il Bitto e il Casera entrambi DOP, le mele di Valtellina IGP e il Violino di Capra che finiscono sulle tavole insieme ai piatti della tradizione come i pizzoccheri o gli sciatt. La Strada dei Sapori delle Valli Varesine, invece, interessa l’intera porzione montana della provincia di Varese, andando a toccare i territori della Valceresio, Valcuvia, Valganna, Valmarchirolo e Valli del Luinese, per un totale di circa 150 chilometri. Tra i prodotti tipici della zona ci sono il Miele Varesino DOP, la Formaggella del Luinese DOP e il vino Ronchi Varesini IGT, ma anche il bruscitt (stufato di carne sminuzzata grossolanamente) e i biscotti Brutti e Buoni.

Bergamo e Brescia

In provincia di Bergamo – continua la Coldiretti regionale – si trova la Strada del Vino e dei Sapori della Valcalepio, che si estende su circa 100 chilometri lungo i quali è possibile degustare vini come il Valcalepio DOP e il Moscato Passito oppure formaggi come il Taleggio DOP, il Branzi, lo Strachitunt ma anche piatti tipici come i casoncelli e la polenta. C’è poi la Strada del Vino Franciacorta, lunga circa 80 chilometri in provincia di Brescia, il cui nome deriva dal latino “Francae curtes” ossia le corti affrancate, le piccole comunità di monaci benedettini che durante il Medioevo erano svincolate dai dazi commerciali di trasporto a condizione che bonificassero e lavorassero la terra a loro affidata. Su questa strada, oltre a visitare antiche abbazie e prestigiose cantine che offrono vini come il Franciacorta DOCG e il Sebino IGT, si possono assaporare formaggi come il Silter o il Grana Padano DOP e l’Olio Extravergine di Oliva Laghi Lombardi. Sempre in provincia di Brescia si trova poi la Strada del Vino Colli dei Longobardi, un itinerario enogastronomico di 90 chilometri tra il capoluogo bresciano e le ultime propaggini delle Prealpi. Un’area vocata sin dall’antichità alla produzione vitivinicola e alla gastronomia, che il turista può conoscere visitando le cantine e le trattorie dislocate lungo il percorso. Tra i tesori della tavola tipici di questa zona, salumi e insaccati ma anche i vini Botticino DOC, Capriano del Colle DOC, Montenetto di Brescia IGT e Ronchi di Brescia IGT. C’è poi – continua la Coldiretti regionale – la Strada dei Vini e dei Sapori del Garda che si sviluppa nell’entroterra della sponda lombarda del lago di Garda per circa 200 chilometri.

Mantova

Spostandosi verso Mantova – prosegue la Coldiretti – si incontra la Strada dei Vini e dei Sapori Mantovani, lunga circa 300 chilometri e che propone come prodotti il Grana Padano DOP e il Parmigiano Reggiano DOP, la Pera Mantovana IGP e la Cipolla di Sermide, la zucca e il melone mantovani, il Salame Mantovano ma anche diversi vini come il Garda Colli Mantovani DOC e il Lambrusco Mantovano DOC. A questa si aggiungono poi la Strada del Riso e dei Risotti Mantovani di circa 70 chilometri e la Strada del Tartufo Mantovano lunga 130 chilometri e che interessa la porzione estrema dalla provincia di Mantova al confine con l’Emilia, conosciuta come Oltrepò Mantovano.

Cremona, Lodi e Oltrepò Pavese

Ritornando verso Ovest – spiega la Coldiretti – ci si imbatte nella Strada del Gusto Cremonese nella Terra di Stradivari che con i suoi 560 chilometri è il sentiero del gusto più lungo dell’intera Lombardia. Un percorso che regala a chi lo attraversa sapori tradizionali come quelli dei tortelli cremaschi, dei marubini (un tipo di pasta ripiena), o come quelli del Torrone di Cremona, dei Baci di Cremona, del Cotechino cremonese, della cotognata o della Mostarda di Cremona. Tra Milano e Lodi si trova la Strada del Vino San Colombano e dei Sapori Lodigiani, lunga circa 120 chilometri, attraverso la quale al turista del gusto vengono offerti prodotti tipici come la Raspadura, il Granone Lodigiano, il vino San Colombano e il riso. Quest’ultimo si ritrova anche nella Strada del Vino e dei Sapori dell’Oltrepò Pavese, lunga circa 60 chilometri, nella quale si possono assaggiare tipicità come il Salame di Varzi DOP e il vino Oltrepò.

300 specialità riconosciute

Complessivamente – spiega la Coldiretti regionale – la Lombardia può contare su un tesoro enogastronomico costituito da oltre 300 specialità riconosciute e certificate: 20 DOP e 14 IGP , 41 vini a denominazione tra DOCG, DOC e IGT e 250 eccellenze agroalimentari tradizionali realizzate con metodi di lavorazione, conservazione e stagionatura consolidati da almeno 25 anni. “Sono tutti prodotti – commenta Ettore Prandini, Presidente di Coldiretti Lombardia – che si devono al lavoro di generazioni di agricoltori, impegnati a difendere la biodiversità dei nostri territori ma anche ad assecondarne tradizioni della tavola che affondano le radici nella storia locale”. Sul totale nazionale dei prodotti a denominazione riconosciuti dalla Commissione Europea, escludendo i vini, – precisa la Coldiretti – la Lombardia detiene il 12% delle DOP e l’11,6% delle IGP.

La storia dei territori

I prodotti tradizionali – continua la Coldiretti – raccontano e custodiscono la storia dei territori. È il caso ad esempio del Granone lodigiano o della Tortionata, specialità della provincia di Lodi o del Bagoss, un formaggio che rappresenta l’anima stessa del piccolo comune di Bagolino (Brescia) da cui prende il nome: Bagoss, infatti, è il termine con il quale gli abitanti di Bagolino indicano sè stessi nel dialetto locale. O come il Matusc, un formaggio antichissimo e povero che in passato i contadini tenevano per sé mentre al mercato vendevano il più pregiato bitto. Realizzato ancora oggi ad Albaredo (Sondrio) è il tipico prodotto di un’agricoltura a dimensione famigliare. Ci sono poi prodotti tradizionali dal nome curioso come la slinzega, salume prodotto in provincia di Sondrio così come il violino di capra, un prosciutto dalla forma particolare che ricorda quella dello strumento musicale, o come il sugolo mantovano, una conserva di mosto d’uva di Lambrusco. Non mancano poi prodotti tradizionali dai colori inconsueti come l’asparago rosa di Mezzago (Monza Brianza), la patata bianca di Oreno (Monza Brianza) e le patate viola di Campodolcino (Sondrio) coltivate nella frazione di Starleggia a oltre 1.500 metri di altitudine, conosciute anche per le loro proprietà antiossidanti.

Lombardia al secondo posto per produzione DOP/IGP

Secondo l’ultima Indagine Ismea-Qualivita – continua la Coldiretti – la Lombardia si trova al secondo posto nella classifica nazionale del valore della produzione DOP/IGP food, dietro solo all’Emilia Romagna, con un impatto economico pari a 1,5 miliardi di euro. Il valore dell’Italia è di circa 6,6 miliardi di euro, ciò significa che la Lombardia pesa per oltre il 20 per cento sul totale del Paese. I maggiori prodotti in termini di valore alla produzione sono il Grana Padano DOP, la Bresaola della Valtellina IGP, il Parmigiano Reggiano DOP e il Gorgonzola DOP. Scendendo nel dettaglio provinciale – afferma la Coldiretti – i due terzi del valore economico totale dei prodotti DOP/IGP della Lombardia sono realizzati in tre province: Brescia (422 milioni di euro), Mantova (384 milioni di euro) e Sondrio (234 milioni di euro). Per quel che riguarda il wine – conclude la Coldiretti – il valore alla produzione in Lombardia ammonta a 125 milioni di euro, un risultato che colloca la nostra regione al settimo posto in Italia. Le province che contribuiscono di più a questo risultato sono Brescia (58,1 milioni di euro), Pavia (51,5 milioni di euro) e Sondrio (6,3 milioni di euro).

Continua la lettura di Turismo Lombardia, 1500 km di strade dei Sapori e del Vino su Giornale di Mantova.

]]>
Raccolta segnalazioni danni dopo il maltempo https://giornaledimantova.it/attualita/raccolta-segnalazioni-danni-dopo-il-maltempo/ https://giornaledimantova.it/attualita/raccolta-segnalazioni-danni-dopo-il-maltempo/#respond Sun, 22 Jul 2018 07:39:37 +0000 https://giornaledimantova.it/?p=7389 Raccolta segnalazioni danni dopo il maltempo di lunedì. I Comuni di San Giorgio e Bigarello hanno richiesto lo stato di calamità alla Regione. Raccolta segnalazioni danni Alla luce del maltempo di lunedì 16 luglio i Comuni di San Giorgio e Bigarello hanno richiesto lo stato di calamità. Per dare maggior forza alla richiesta è necessario […]

Continua la lettura di Raccolta segnalazioni danni dopo il maltempo su Giornale di Mantova.

]]>
Raccolta segnalazioni danni dopo il maltempo di lunedì. I Comuni di San Giorgio e Bigarello hanno richiesto lo stato di calamità alla Regione.

Raccolta segnalazioni danni

Alla luce del maltempo di lunedì 16 luglio i Comuni di San Giorgio e Bigarello hanno richiesto lo stato di calamità. Per dare maggior forza alla richiesta è necessario con urgenza provvedere alla conta dei danni
In data 18 luglio i Comuni di San Giorgio di Mantova e di Bigarello hanno inoltrato a Regione Lombardia le apposite schede al fine del riconoscimento dei danni subiti dai rispettivi territori.

Censimento dei danni

Le schede inviate naturalmente contengono una stima molto sommaria dei danni, pertanto, al fine di definire con maggior dettaglio l’importo complessivo dei danni subiti, si rende necessario un censimento degli stessi. Per procedere al suddetto censimento tutti i cittadini, che hanno subito danni, sono invitati a compilare le Schede C1 per i Privati e C2 per le aziende. Su dette schede possono essere indicati tutti i danni subiti sia a beni mobili che immobili e per le aziende anche le eventuali scorte.

La compilazione delle schede

Per accelerare la fase di raccolta dati le schede vanno trasmesse entro e non oltre il 5 agosto al protocollo dei due Comuni o a mezzo PEC al seguente indirizzo unione.sangiorgio-bigarello@pec.regione.lombardia.it cosi da poter indicare a Regione Lombardia le stime esatte.

Ecco i link dove poter trovare le schede:
Scheda C1 Segnalazione danni a privati 
Scheda C2 Segnalazione danni ad attività produttive

Precisazioni

In relazione alla compilazione delle schede ci precisa quanto segue:
– Al momento anche se il danno è superiore a 15mila euro non allegare perizia giurata che verrà richiesta in un secondo tempo qualora venga riconosciuto da Regione Lombardia lo stato di calamità con conseguente stanziamento delle somme risarcitorie;
– Allegare alle schede tutta la documentazione fotografica in possesso;
– Compilare le schede in ogni parte con particolare attenzione ai dati per poter essere contattati.
La presentazione delle schede non costituisce automaticamente il riconoscimento del danno e non dà diritto automaticamente al risarcimento che potrà avvenire solo dopo che Regione Lombardia avrà riconosciuto lo stato di danno e stanziato le somme necessarie ai rimborsi.

Gli uffici dei Comuni sono a disposizione per chiarimenti e assistenza nella compilazione delle schede
Sede di Bigarello – Sportello al Cittadino – Telefono: 0376/1591540 – Email: urp.biga@unionesangiorgiobigarello.mn.gov.it
Sede di San Giorgio di Mantova – Telefono: 0376/273111 – Email: info@unionesangiorgiobigarello.mn.gov.it
Per informazioni di carattere tecnico
Geom. Riccardo Lomellini – Tel.: 0376 1591551 / Fax: 0376 45474
r.lomellini@unionesangiorgiobigarello.mn.gov.it
Geom. Thomas Gandini – Tel.: 0376 1591549 / Fax: 0376 45474
t.gandini@unionesangiorgiobigarello.mn.gov.it

TORNA ALLA HOME PER TUTTE LE ALTRE NOTIZIE!

Continua la lettura di Raccolta segnalazioni danni dopo il maltempo su Giornale di Mantova.

]]>
https://giornaledimantova.it/attualita/raccolta-segnalazioni-danni-dopo-il-maltempo/feed/ 0
Arredare casa, vincono sempre gli evergreen https://giornaledimantova.it/casa/arredare-casa-evergreen/ Sun, 22 Jul 2018 06:51:22 +0000 https://giornaledimantova.it/?p=7386 Arredare casa non è certo semplice. E per completare al meglio la propria abitazione occorre affidarsi a professionisti qualificati che diano giusti consigli. Ogni casa dovrà rispecchiare la personalità e i gusti di chi la abiterà. Tante le proposte che le migliori aziende del settore dell’arredamento propongono in questo periodo, ma per il momento ad […]

Continua la lettura di Arredare casa, vincono sempre gli evergreen su Giornale di Mantova.

]]>
Arredare casa non è certo semplice. E per completare al meglio la propria abitazione occorre affidarsi a professionisti qualificati che diano giusti consigli. Ogni casa dovrà rispecchiare la personalità e i gusti di chi la abiterà. Tante le proposte che le migliori aziende del settore dell’arredamento propongono in questo periodo, ma per il momento ad andare ancora per la maggiore sono ancora lo stile country e quello moderno. Due modi di concepire l’abitare completamente differenti tra loro e che forse anche per questo continuano a riscuotere consensi. Ecco qualche indicazione per chi non ha le idee chiare.

Arredare casa con l’arte povera o country

Sono mobili che riproducono gli stili tradizionali. Prodotti realizzati utilizzando legno massiccio (noce, ciliegio, salice e castagno) per garantire solidità e lunga durata. Se dovessimo sinteticamente definire questo genere di mobili, diremmo che sono dalle linee semplici, ma di sicura qualità. Il valore della tradizione trova nella linearità e nella solidità delle forme la giusta espressione dello stile di un tempo. Sono strutture che richiamano ad atmosfere del passato; atmosfere che però si richiamano anche alle più moderne innovazioni. E così passato e futuro convivono in un unico ambiente. Alla cucina dalle linee classiche, con telaio in legno massello e bugna impiallacciata, conferisce un importante tocco di eleganza in più la vetrinetta serigrafata.

Lo stile rustico

E poi ecco le mensole a balconcino e le ante dalle basi traforate. Si sta diffondendo, inoltre, uno stile detto rustico caratterizzata da decori equestri sui vetri acidati, cornici e «cimasa» sagomata, che arricchiscono pensili, scolapiatti e piattaia a giorno dallo stile inconfondibile. Per una interpretazione ancor più fedele della cucina di una volta, i mobili sottolavello e sottocottura a giorno, abbinati ai blocchi di lavaggio e cottura in graniglia di marmo, hanno tendine sui tre lati che (per chi bada anche ai minimi dettagli) sono coordinate con il tessuto dei cuscini adagiati sulle sedie, ovviamente in legno come il tavolo in stile country. Alla cappa classica si può sostituire quella «a trombone».

Arredare casa con mobili moderni

Sono razionali e semplici, modulari e componibili. I mobili moderni godono di queste caratteristiche e da esse non possono prescindere. La forma torna a prediligere leggerezza e rigore, rafforzate dalla presenza del colore (blu, sabbia, verde mela, giallo vaniglia, verde acquamarina).
Mobili sobri e composti, ma non per questo meno affascinanti, accompagnano alla notevole componibilità una particolare capacità di organizzare gli spazi e di inventare piacevoli soluzioni come vani aperti, boiserie, basi bombate, vetrine leggermente curve, spazi attrezzati, pratici cassettini, particolari elementi a tavolino e utili ripiani.

Sfruttare lo spazio

Tutto lo spazio è sfruttato a dovere con vetrine che si alternano vicendevolmente ai ripiani dando conferma della flessibilità di siffatte costruzioni. Il noce nazionale o il ciliegio vestono i singoli pezzi che arredano la casa abbinando alla solidità del costrutto una raffinata eleganza. La cucina moderna presenta linee pulite ed essenziali. E’ molto accessoriata e tecnologica (dotata, per esempio, di diversi cassettoni e pensili con anta in vetro grazie ai quali è possibile mantenere tutto a vista).

L’alluminio

L’utilizzo dell’alluminio come materiale protagonista dona all’assieme un’impronta di eleganza asettica e funzionale: la satinatura del metallo può essere abbinata alla laccatura di mensole e cassetti o alla finitura metallizzata che garantisce una singolare lucentezza a tutti gli elementi; il telaio delle ante è in alluminio; l’alternanza tra laccato e vetro satinato spezza il ritmo della composizione; la predisposizione preliminare permette di utilizzare i vari accessori con movimenti semplici e fluidi. Nelle camere da letto moderne le esigenze di funzionalità e di estetica sono sapientemente fuse in armoniche soluzioni.

Continua la lettura di Arredare casa, vincono sempre gli evergreen su Giornale di Mantova.

]]>
Tivoli Seoul, Ssangyong celebra le sue origini https://giornaledimantova.it/motori/tivoli-seoul-ssangyong-origini/ Sun, 22 Jul 2018 06:38:00 +0000 https://giornaledimantova.it/?p=7383 Continua la serie di edizioni limitate di SsangYong. Dopo la presentazione ad inizio giugno di Tivoli Black Edition, la K Collection della Casa automobilistica coreana prosegue con una celebrazione delle proprie origini. Aggiungendo ulteriore carattere ad un modello che fa proprio della grinta e della personalizzazione i suoi tratti distintivi. Ecco la Tivoli Seoul. Tivoli Seoul, si arricchisce […]

Continua la lettura di Tivoli Seoul, Ssangyong celebra le sue origini su Giornale di Mantova.

]]>
Continua la serie di edizioni limitate di SsangYong. Dopo la presentazione ad inizio giugno di Tivoli Black Edition, la K Collection della Casa automobilistica coreana prosegue con una celebrazione delle proprie origini. Aggiungendo ulteriore carattere ad un modello che fa proprio della grinta e della personalizzazione i suoi tratti distintivi. Ecco la Tivoli Seoul.

Tivoli Seoul, si arricchisce la K Collection

Nuovo look e allestimenti personalizzati per Tivoli K Collection Seoul che si colora con le tinte della bandiera della Repubblica Coreana. Due nuove versioni. Blu con tetto bianco e specchietti rossi o rossa con tetto bianco e specchietti blu per esaltare con stile le origini di un’auto dal carattere vivace che non passa inosservata. Tre le motorizzazioni, tutte 1.6 (benzina, diesel e bi-fuel benzina/GPL). Ma, oltre ai colori, elementi come il badge personalizzato sui montanti posteriori danno a Tivoli Seoul quel tocco di “coreanità” che la rende davvero unica, in particolar modo se si pensa che lo speciale allestimento sarà, come tutti quelli della K Collection, in edizione limitata.

Dal Dandy Blue al FlamingRed

Tivoli Seoul mette ancora più brio ad uno dei modelli più colorati della gamma SsangYong. Grazie alle speciali verniciature metallizzate «Dandy Blue» e «FlamingRed», alle luci diurne al led, ai vetri privacy, ai cerchi in lega leggera da 18″ con taglio diamantato silver. Questa nuova personalizzazione di Tivoli si caratterizza ulteriormente per gli specchietti a cromatura invertita nelle due versioni rispetto al colore della scocca. Conservando i sistemi di sicurezza top di gamma di Tivoli ed un sistema di entertainment che unisce utilità a divertimento.

Per un target giovane e dinamico

Se la sicurezza è garantita da Forward Collision Warning, frenata automatica A.E.B.S(Autonomous Emergency Braking System), E.S.P. (Sistema di controllo della stabilità), B.A.S. (Sistema di assistenza della forza frenante), Sistema di controllo totale della trazione (F.T.C.S.). E poi dispositivo di assistenza in salita (H.S.A). Nell’abitacolo il divertimento è assicurato dallo Smart Audio System 7″ Touch screen, radio con MP3, prese HDMI / USB e 6 altoparlanti, il Bluetooth con comandi al volante, cruise control e computer di bordo completati dalla retrocamera per visione posteriore. Tivoli Seoul si rivolge ad un target dinamico e giovane strizzando l’occhio anche al pubblico femminile molto attento allo stile originale ed espressivo della propria personalità e creatività.

Continua la lettura di Tivoli Seoul, Ssangyong celebra le sue origini su Giornale di Mantova.

]]>
Nuova Nissan Leaf, l’auto elettrica più venduta in Europa https://giornaledimantova.it/motori/nuova-nissan-leaf-lauto-elettrica-piu-venduta-in-europa/ Sun, 22 Jul 2018 06:28:51 +0000 https://giornaledimantova.it/?p=7380 La nuova Nissan LEAF è da sempre l’auto elettrica più venduta al mondo e in Italia e ora, nella prima metà dell’anno, anche in Europa: la vettura elettrica a zero emissioni continua a conquistare clienti in tutto il continente. Tra gennaio e giugno 2018 sono stati immatricolati in Europa oltre 18.000 nuovi esemplari di Nissan […]

Continua la lettura di Nuova Nissan Leaf, l’auto elettrica più venduta in Europa su Giornale di Mantova.

]]>
La nuova Nissan LEAF è da sempre l’auto elettrica più venduta al mondo e in Italia e ora, nella prima metà dell’anno, anche in Europa: la vettura elettrica a zero emissioni continua a conquistare clienti in tutto il continente. Tra gennaio e giugno 2018 sono stati immatricolati in Europa oltre 18.000 nuovi esemplari di Nissan LEAF. I clienti europei hanno ordinato in totale più di 37.000 nuove LEAF dall’inizio delle vendite avviate lo scorso ottobre 2017.

Nuova Nissan Leaf, i numeri in Italia

In Italia Nissan ha immatricolato 2.600 Nissan LEAF dal lancio ad oggi. Confermandosi come l’auto 100% elettrica più venduta nel nostro paese e dallo scorso dicembre ha registrato circa 1.500 ordini per il nuovo modello di Nissan LEAF, pari a circa 2 volte il numero delle unità vendute negli ultimi 2 anni. La nuova Nissan LEAF garantisce sostenibilità, piacere di guida, sicurezza e connettività. Oltre alle straordinarie prestazioni di un propulsore 100% elettrico, nuovo design e sistemi avanzati di assistenza alla guida. La batteria da 40 kWh offre un’autonomia di percorrenza pari a 270 chilometri nel percorso combinato e 389 chilometri in città, conformemente al nuovo standard europeo WLTP in materia di emissioni ed economia dei consumi.

I premi ricevuti

Il veicolo 100% elettrico ha conquistato diversi riconoscimenti per le sue tecnologie rivoluzionarie, le prestazioni e il nuovo design. Tra questi emergono il premio “2018 World Green Car”, conferito al Salone dell’Auto di New York, le “5 stelle per la sicurezza” assegnate sia dall’European New Car Assessment Programme sia dal Japan New Car Assessment Program e di recente in Italia l’Infomotori Web Award (IWA) 2018. La nuova LEAF è l’icona della Nissan Intelligent Mobility. La roadmap strategica che si propone di ridefinire il modo in cui i veicoli sono guidati, alimentati e integrati nella società. Vanta una serie di tecnologie innovative senza precedenti, come Nissan ProPILOT, ProPILOT Park e e-Pedal, che stanno riscuotendo un enorme successo tra i clienti. A oggi il 72% dei proprietari di LEAF ha scelto la tecnologia avanzata di assistenza alla guida ProPILOT, disponibile come optional.

Un fenomeno globale

La forte domanda che ha interessato la nuova Nissan LEAF nei primi sei mesi dell’anno ne consolida la posizione di auto elettrica più venduta al mondo. Con oltre 340.000 unità vendute su scala globale dal lancio della prima LEAF nel 2010. Di recente, la casa automobilistica ha consegnato la 100.000a Nissan LEAF a un cliente europeo.

Continua la lettura di Nuova Nissan Leaf, l’auto elettrica più venduta in Europa su Giornale di Mantova.

]]>
Pronti 3,6 milioni di euro per le piste ciclabili in Lombardia https://giornaledimantova.it/economia/pronti-36-milioni-di-euro-per-le-piste-ciclabili-in-lombardia/ Sun, 22 Jul 2018 06:21:20 +0000 https://giornaledimantova.it/?p=7377 È stato presentato in settimana il bando per il miglioramento e la messa in sicurezza delle piste ciclabili in ambito urbano: oltre 3,6 milioni di euro, di cui 2,8 provenienti dal Ministero delle Infrastrutture e Trasporti (MIT) e 800.000 dalla Regione Lombardia. Bando per le piste cicliabili Il bando è stato presentato durante la conferenza […]

Continua la lettura di Pronti 3,6 milioni di euro per le piste ciclabili in Lombardia su Giornale di Mantova.

]]>
È stato presentato in settimana il bando per il miglioramento e la messa in sicurezza delle piste ciclabili in ambito urbano: oltre 3,6 milioni di euro, di cui 2,8 provenienti dal Ministero delle Infrastrutture e Trasporti (MIT) e 800.000 dalla Regione Lombardia.

Bando per le piste cicliabili

Il bando è stato presentato durante la conferenza stampa “Piste ciclabili: più aria pulita e meno incidenti – progetti e risorse per nuovi interventi in Lombardia”, tenuta giovedì 19 luglio, a Palazzo Lombardia dagli assessori regionali Riccardo De Corato (Sicurezza, Polizia Locale e Immigrazione) e Raffaele Cattaneo (Ambiente e Clima).

Un provvedimento per tutti i Comuni

Grazie al contributo regionale, è stato possibile estendere il provvedimento anche a quei Comuni che sarebbero stati esclusi dai criteri di ammissibilità del MIT (Comuni capoluogo, ai Comuni con oltre 10.000 abitanti ed ai raggruppamenti tra Comuni aventi popolazione superiore a 20.000 abitanti) ossia ai Comuni con popolazione residente tra i 10.000 e i 20.000 abitanti, che potranno accedere ad un finanziamento sino al 50% del costo del progetto, per un importo massimo di 40.000 euro.

I due benefici del cofinanziamento

Il cofinanziamento riguarda interventi come il completamento di piste ciclabili esistenti, gli attraversamenti ai semafori, i sovra e i sottopassi. Per partecipare i Comuni possono fare domanda on line sulla piattaforma SIAGE entro il 14 settembre. Due i benefici: la diminuzione degli incidenti e il miglioramento della qualità dell’aria derivante dall’aumento della ciclabilità.

Incidenti in bicicletta: dati allarmanti

“Regione Lombardia – ha detto l’assessore alla Sicurezza, Riccardo De Corato – sulla base dei dati Istat disponibili, ha riscontrato preoccupanti indici di incidentalità stradale riferiti ai ciclisti anche in Comuni con popolazione inferiore a 20.000 abitanti. Tra le vittime della strada sono i ciclisti quelli che registrano un maggior aumento di mortalità (+ 9,6% nel 2016). Dati allarmanti tanto che il Piano Nazionale della Sicurezza Stradale si propone di ridurre almeno del 60% la mortalità tra i ciclisti in Italia. Solo in Lombardia – ha proseguito l’assessore – nel triennio 2014-2016, la stima del costo sociale legato ai sinistri 1 miliardo di euro relativo al coinvolgimento di ciclisti. Nel 2016 il 60% dei decessi si è verificato tra ciclisti ultra 65enni, circa il quadruplo rispetto alle altre fasce di età, mentre i ciclisti adulti, tra i 45 e i 64 anni, presentano una percentuale di feriti pari al 30% del totale”.  Una ricerca a cura di Fiab (Federazione italiana amici della bicicletta), dimostra, peraltro, la correlazione tra aumento del numero di ciclisti e riduzione degli incidenti, in base ad un confronto sulle statistiche di mortalità in diversi Paesi per unità di spostamento e quelle della composizione modale degli spostamenti. Secondo l’ultimo rapporto sulla mobilità in Italia (2017) di Isfort (Istituto superiore formazione ricerca trasporti), la composizione modale in Italia supera di poco il 4%. Mentre in Germania, già attiva sul tema da anni, tanto che si sono posti l’obiettivo di raddoppiare la composizione modale dal 10% al 20%, in Italia si punta al traguardo del 15% per i prossimi anni.

La prevenzione abbatte i costi sociali

“Oltre all’inaccettabile costo che si paga in vite umane l’incidentalità stradale produce dei costi sociali elevatissimi che gravano su tutta la collettività – ha detto Riccardo De Corato – Solo in Lombardia nel triennio 2014-2016, la stima del costo sociale legato ai sinistri stradali con coinvolte delle persone risulta di poco inferiore ai 9 miliardi di euro, dei quali quasi 1 miliardo è relativo al coinvolgimento di ciclisti. In ogni caso, da non dimenticare mai è che al di là dei numeri e delle statistiche asettiche, dietro a questi eventi, si celano drammi umani che segnano le persone e le loro famiglie, a volte per tutta la vita. Proprio per questo – ha continuato – Regione Lombardia ha sempre cercato, con le risorse disponibili, di sostenere le Amministrazioni locali attraverso bandi, come questo, per il cofinanziamento di interventi infrastrutturali per il contrasto dei fattori di rischio a cui sono esposte le categorie di utenza cosiddette “deboli”, tra le quali vanno annoverate senz’altro anche quella dei ciclisti”.

Più ciclisti, meno inquinamento

Regione Lombardia, con una simulazione Inemar (Inventario emissioni aria di Arpa) ha calcolato che, se solo il 5% degli automobilisti nei centri urbani della Lombardia abbandonasse l’auto per la bicicletta, avremmo in termini percentuali le seguenti riduzioni di emissioni inquinanti in due città campione: – 3.8 % di PM10, -8% di CO2 e -11% di ossidi di azoto su Milano; -30% di PM10, -42% di CO2 e -90% di ossidi di azoto su Cremona. In Italia, secondo Isfort, la distanza totale percorsa in bici e’ pari a 5milioni e 700.000 Km e sul totale della popolazione mobile (79%), gli spostamenti in bicicletta costituiscono il 3,6%, che sale al 5,7% su scala urbana. Per stimare il risparmio di carburante collegato all’uso della bicicletta, il primo Rapporto sull’economia della bici in Italia e sulla ciclabilità nelle città (Legambiente 2017) ha applicato il modello di calcolo europeo predisposto da ECF (European Cyclists’ Federation) calcolando un risparmio pari a 652.600 tonnellate di CO2 non immesse nell’atmosfera grazie agli attuali livelli di ciclabilità.

Un bando per migliorare la qualità dell’aria

“Solo intervenire sulla messa in sicurezza delle piste ciclabili – ha commentato l’assessore all’Ambiente e Clima Raffaele Cattaneo – aiuta concretamente la mobilità dolce che fa bene alla salute, fa bene all’ambiente e quindi dobbiamo sostenerla il più possibile. Il particolare interesse dedicato da Regione Lombardia alle aree urbane può contribuire ad abbassare i livelli di emissioni nelle città dove i valori sono generalmente più critici. La qualità dell’aria in Lombardia – ha proseguito – è migliorata, ma servono politiche efficaci per contrastare gli ultimi inquinanti come le polveri sottili e gli ossidi di azoto che fanno registrare ancora livelli non soddisfacenti. Gli enti locali hanno una grande responsabilità e le risorse stanziate attraverso questo bando supportano i Comuni ad affrontare i necessari interventi per la sicurezza dei ciclisti e per il raggiungimento degli obiettivi posti dalla Commissione europea”.

Un miglioramento delle piste ciclabili: la lunghezza

Uno degli obiettivi, ovvero l’aumento della ciclabilità, può essere reso possibile grazie anche alla lunghezza delle piste ciclabili che negli ultimi anni continua a crescere. Un recente studio ha rilevato che in Italia dal 2011 al 2016 la lunghezza delle piste ciclabili nei comuni capoluogo di provincia sia passata da 3.592,2 km a 4.370,1 km, con un aumento del 21,7%. Infatti, gli ultimi dati rilevati dal Centro Studi Continental mostrano aumenti a doppia cifra in tutti i capoluoghi di provincia lombardi.

Continua la lettura di Pronti 3,6 milioni di euro per le piste ciclabili in Lombardia su Giornale di Mantova.

]]>
Come fare le pizzette montanare https://giornaledimantova.it/cucina/come-fare-le-pizzette-montanare/ Sun, 22 Jul 2018 06:18:09 +0000 https://giornaledimantova.it/?p=7374 Se siete da soli e desiderate togliervi uno sfizio, se avete un po di tempo libero, se volete sorprendere i vostri amici con una specialità tanto tradizionale quanto… insolita, ecco a voi la ricetta per la preparazione delle pizzette montanare. Ecco come fare le pizzette montanare. Come fare le pizzette montanare Per l’impasto servono 800 […]

Continua la lettura di Come fare le pizzette montanare su Giornale di Mantova.

]]>
Se siete da soli e desiderate togliervi uno sfizio, se avete un po di tempo libero, se volete sorprendere i vostri amici con una specialità tanto tradizionale quanto… insolita, ecco a voi la ricetta per la preparazione delle pizzette montanare. Ecco come fare le pizzette montanare.

Come fare le pizzette montanare

Per l’impasto servono 800 gr. di farina 0, 200 gr. di farina 00, 50 gr. di lievito di birra, 200 gr. di latte,1 cucchiaio di zucchero, 1 cucchiaio raso di sale fino, 50 gr. di olio, 350 gr. di acqua. Stemperare il lievito in un po’ di acqua tiepida , unirvi una manciata di farina fino ad avere un impasto fluido ma omogeneo, coprire e lasciare riposare almeno 1/2 ora. Mettere la farina sulla spianatoia, aggiungere gli ingredienti rimasti e la pasta già lievitata. Impastate con energia fino ad avere un impasto morbido ed elastico che ben si stacchi alla spianatoia. Ponete il tutto in una terrina, incidetevi una croce e coprite, lasciando lievitare almeno 2 ore.

Che cosa serve per il condimento

Intanto, per il condimento preparate un buon sugo di pomodoro con olio aglio e basilico. A questo punto, con l’impasto formate delle palline del diametro di 10 cm. Aprite l’impasto con le mani in modo da formare una bella pizzetta rotonda e friggete in olio bollente. Quando è pronta mettete sulla pizzetta il pomodoro e un pò di mozzarella o formaggio.

Continua la lettura di Come fare le pizzette montanare su Giornale di Mantova.

]]>
Il gelato artigianale fa bene alla salute https://giornaledimantova.it/cucina/il-gelato-artigianale-fa-bene-alla-salute/ Sun, 22 Jul 2018 06:05:34 +0000 https://giornaledimantova.it/?p=7371 Il gelato artigianale? Può essere alimento perfetto anche per sostituire un pasto e per di più è sano e nutriente. I maestri gelatieri italiani propongono gusti diversi, dai più classici a quelli più innovativi, ma tutti con un unico denominatore comune: sono buoni e fanno bene. Forse non tutti sanno infatti che il buon gelato […]

Continua la lettura di Il gelato artigianale fa bene alla salute su Giornale di Mantova.

]]>
Il gelato artigianale? Può essere alimento perfetto anche per sostituire un pasto e per di più è sano e nutriente. I maestri gelatieri italiani propongono gusti diversi, dai più classici a quelli più innovativi, ma tutti con un unico denominatore comune: sono buoni e fanno bene. Forse non tutti sanno infatti che il buon gelato fa bene alla mente e anche al corpo. Alla mente perché rigenera l’umore, al corpo perché è ricco di sostanze nutritive fondamentali. Latte, panna, uova, zucchero e/o frutta sono gli ingredienti naturali necessari per prepararlo.

Il gelato artigianale, un alimento completo

Oggi è possibile mangiare il gelato artigianale in centinaia di gusti diversi, realizzati con cura e amore dai nostri maestri gelatieri. I suoi maggiori «estimatori» solitamente si distinguono fra coloro che amano i gusti a base crema (fiordilatte, cioccolato …) morbidi, ricchi e nutrienti; e chi invece preferisce i sorbetti alla frutta (composti da acqua, zucchero e frutta) più leggeri e dissetanti. In Italia siamo da sempre grandi consumatori di gelato: per i bambini è una merenda ideale, per i più grandi un piacere quasi irrinunciabile, soprattutto in primavera e in estate (anche se la bella stagione si lascia un po’ a desiderare come quest’anno…). Potremmo definirlo un alimento completo a tutti gli effetti, ottimo sia per i grandi che per i più piccini.

Ideale per una dieta ben equilibrata

Il valore energetico del gelato a base di latte è pari a circa 220 calorie per 100 grammi di prodotto; leggermente più basso quello del sorbetto alla frutta, che si ferma a circa 168 calorie per 100 grammi. Apporta principi nutritivi in forma digeribile e assimilabile, ideale per una dieta ben equilibrata. Proteine, carboidrati, lipidi zuccheri solubili, vitamine sono contenuti nei diversi gusti. Le proteine sono indispensabili per i bambini nella fase della crescita: sono costituite da catene di composti più semplici detti «aminoacidi». I carboidrati (o glucidi) si dividono in zuccheri semplici e zuccheri composti o amidi: entrambi i gruppi hanno una funzione energetica. Gli zuccheri semplici possono essere monosaccaridi (glucosio, fruttosio, galattosio) o disaccaridi (lattosio, saccarosio, maltosio).

Ulteriori benefici

Gli amidi sono formati da lunghe catene di piccole unità, costituite da zuccheri semplici. Anche i grassi (o lipidi) sono «fornitori di energia» ma, a parità di peso, ne forniscono circa il doppio rispetto ai carboidrati. Sono trasportatori della vitamina A, D, E, e K. Le vitamine sono sostanze di cui l’organismo necessita poiché regolano il funzionamento di tutti i processi vitali. Possono essere assimilate mediante l’assunzione di frutta e verdura. La loro mancanza può provocare vere e proprie malattie, nonché l’arresto della crescita nei bambini. Infine i sali minerali, indispensabili all’organismo, hanno la funzione di rafforzare le ossa e i denti e di affiancarsi ai globuli rossi nella composizione del sangue. Si trovano in vari alimenti come il latte e i suoi derivati (calcio, fosforo potassio).

Regaliamoci un po’ di relax

Con un gelato artigianale vi regalerete un po’ di relax mentre tutto corre intorno a voi basterà assaporare il gusto prescelto e chiudere un attimo gli occhi. Fragola, limone, lampone, mirtilli, more, menta, mela, arancia, liquirizia, frutti di bosco, pistacchio, fiordilatte, crema, cioccolato, tiramisù, stracciatella, gianduia, cocco, perfino la rosa… e sono altre decine i gusti che per questione di spazio e di memoria non sono in questo elenco. Per assaggiare tutti i gusti nella vostra gelateria di fiducia, non basterà l’intera estate!

Continua la lettura di Il gelato artigianale fa bene alla salute su Giornale di Mantova.

]]>
Auto ribaltata e intossicazioni etiliche SIRENE DI NOTTE https://giornaledimantova.it/cronaca/auto-ribaltata-e-intossicazioni-etiliche-sirene-di-notte/ https://giornaledimantova.it/cronaca/auto-ribaltata-e-intossicazioni-etiliche-sirene-di-notte/#respond Sun, 22 Jul 2018 06:04:43 +0000 https://giornaledimantova.it/?p=7365 Auto ribaltata a Viadana e due giovani soccorsi per intossicazione etilica a Marcaria e Borgo Virgilio. Auto ribaltata Intorno alle 2.30 di questa notte, si è verificato un incidente stradale a Viadana. Un uomo di 38 anni si è ribaltato con la sua auto mentre percorreva via John Fitzgerald Kennedy. La situazione è sembrata subito […]

Continua la lettura di Auto ribaltata e intossicazioni etiliche SIRENE DI NOTTE su Giornale di Mantova.

]]>
Auto ribaltata a Viadana e due giovani soccorsi per intossicazione etilica a Marcaria e Borgo Virgilio.

Auto ribaltata

Intorno alle 2.30 di questa notte, si è verificato un incidente stradale a Viadana. Un uomo di 38 anni si è ribaltato con la sua auto mentre percorreva via John Fitzgerald Kennedy. La situazione è sembrata subito seria tanto che sul posto sono arrivate, in codice rosso, un’ambulanza e un’automedica. Presenti anche i Vigili del Fuoco e la locale compagnia dei Carabinieri. L’uomo dopo le prime cure sul posto è stato trasportato presso l’ospedale di Cremona in codice giallo. Per lui condizioni serie ma non critiche.

Soccorsi 18enne e 23enne

Due le persone soccorse nella serata di ieri a causa di intossicazioni etiliche. Il primo è stato un giovane di 18 anni che, intorno alle 2.30, è stato raggiunto da un’ambulanza in via Levata a Marcaria. Il 18enne dopo i primi accertamenti sul posto è stato trasferito presso l’ospedale di Casalmaggiore in codice verde.
E’ andata peggio a un 23enne trasferito in ospedale a Suzzara in codice giallo anche lui per le conseguenze di un’intossicazione etilica. E’ successo a Borgo Virgilio in via Al Ponte poco prima dell’ 1.30 di notte.

Incidente stradale in A22

Dieci minuti dopo le 4.30 l’auto, su cui viaggiavano 4 giovani, di età compresa tra i 20 e i 25 anni, è andata a sbattere, per motivi ancora da accertare, contro un ostacolo lungo la A22 nel tratto compreso tra Mantova Nord e Mantova Sud. Sul posto sono intervenuti, in codice rosso, gli operatori del 118 con due ambulanze e un mezzo di soccorso avanzato. Fortunatamente la situazione si è presentata meno grave del previsto, i coinvolti sono stati trasferiti presso l’ospedale di Mantova in codice verde.

TORNA ALLA HOME PER TUTTE LE ALTRE NOTIZIE!

Continua la lettura di Auto ribaltata e intossicazioni etiliche SIRENE DI NOTTE su Giornale di Mantova.

]]>
https://giornaledimantova.it/cronaca/auto-ribaltata-e-intossicazioni-etiliche-sirene-di-notte/feed/ 0
Sistemi antintrusione per la casa d’estate https://giornaledimantova.it/casa/sistemi-antintrusione-per-la-casa-destate/ Sun, 22 Jul 2018 05:55:56 +0000 https://giornaledimantova.it/?p=7368 Le statistiche parlano chiaro: 70 abitazioni su 1000 in un anno vengono visitate dai ladri. Un furto ogni due minuti: una media che ha dell’incredibile. Come risolvere il problema? Ecco allora i sistemi antintrusione per la casa, utili soprattutto d’estate. Recenti statistiche dicono che le abitazioni provviste di un sistema di allarme hanno 4 volte […]

Continua la lettura di Sistemi antintrusione per la casa d’estate su Giornale di Mantova.

]]>
Le statistiche parlano chiaro: 70 abitazioni su 1000 in un anno vengono visitate dai ladri. Un furto ogni due minuti: una media che ha dell’incredibile. Come risolvere il problema? Ecco allora i sistemi antintrusione per la casa, utili soprattutto d’estate. Recenti statistiche dicono che le abitazioni provviste di un sistema di allarme hanno 4 volte meno probabilità di subire un furto.
La maggioranza dei colpi messi a segno sono opera di malviventi dilettanti, i quali usano metodi che sono senza dubbio grossolani e brutali.

L’importanza dei sistemi antintrusione

Infatti spaccano, mettono a soqquadro, non esitano a malmenare le persone e spesso il danno provocato supera di gran lunga l’entità del loro «bottino». Per scoraggiare i delinquenti e farli desistere dall’azione a volte sono utili una buona porta blindata, robuste inferriate alle finestre e alle altre aperture della casa, il suono di una sirena antifurto possibilmente collegato con le forze di vigilanza e l’accensione delle luci… E’ importante che tutta la casa abbia lo stesso livello di protezione, adeguato al rischio reale esistente, per cui una buona difesa attiva e passiva si dimostra particolarmente efficiente.

Il sistema perimetrico

Un impianto antifurto efficace può essere realizzato con protezione perimetrica oppure volumetrica. Se proprio si vuole “esagerare” è possibile realizzare un impianto misto che preveda l’installazione di un mix di sistemi antintrusione. Il sistema perimetrico, grazie a una rete di sensori, “scatta” nel momento in cui dalle porte o dalle finestre entra un estraneo nell’abitazione. I sensori vengono incorporati negli infissi e non ne condizionano l’aspetto estetico. Il sistema perimetrico può essere attivato anche quando la casa è abitata, magari nottetempo: una caratteristica rassicurante particolarmente per tutti coloro che sono in casa da soli e temono la visita dei soliti ignoti.

E quello volumetrico

Il sistema volumetrico, dal canto suo, si accorge della presenza di un intruso cogliendo differenze di temperature o spostamenti d’aria. I sensori, in questo caso, sono piazzati in aree di passaggio obbligate come i corridoi, gli ingressi e le anticamere. I cambi di temperatura vengono letti da sensori all’infrarosso, mentre il movimento d’aria dagli apparati a microonde. In questo settore esistono anche sensori a doppia tecnologia: a microonde e all’infrarosso. La gestione dell’impianto antifurto può essere effettuata sia via cavo che via radio. La soluzione via cavo garantisce minimi costi di gestione e scarsa manutenzione. I sistemi radio, dal canto loro, se sono dell’ultima generazione non sono perturbabili in alcun modo.

Le forze dell’ordine

Praticamente tutti i sistemi dall’allarme sono collegabili via telefono a una centrale operativa (carabinieri, polizia, sicurezza privata, numeri personali…). Il combinatore telefonico che generalmente si installa in queste circostanze può anche essere collegato a una linea cellulare. Grazie ad esso le forze dell’ordine sono avvisate anche qualora i ladri abbiano tagliato i fili del telefono. Ribadiamo nuovamente che il grado di “inviolabilità” della vostra abitazione dovrà essere commisurato al valore degli oggetti che custodisce: più sono preziosi i beni più dovrete pensare di proteggere la vostra casa. Infine, nel caso risediate in una zona a rischio vi consigliamo vivamente un sistema antintrusione da azionare anche di notte per difendere voi stessi e la vostra famiglia dagli attacchi dei malintenzionati purtroppo sempre più frequenti anche dalle nostre parti.

Continua la lettura di Sistemi antintrusione per la casa d’estate su Giornale di Mantova.

]]>
Come avere una abbronzatura perfetta e in sicurezza https://giornaledimantova.it/salute/come-avere-una-abbronzatura-perfetta-e-in-sicurezza/ Sun, 22 Jul 2018 05:44:34 +0000 https://giornaledimantova.it/?p=7362 Come avere una abbronzatura perfetta e in totale sicurezza? Siamo in estate, tempo di solleone e mai come in questo periodo bisogna coniugare bellezza con benessere e salute. Abbronzarsi è rilassante, riposante e un «must» ma si sa che non è proprio il massimo per la nostra pelle. Soprattutto se si tende a esagerare. Ecco […]

Continua la lettura di Come avere una abbronzatura perfetta e in sicurezza su Giornale di Mantova.

]]>
Come avere una abbronzatura perfetta e in totale sicurezza? Siamo in estate, tempo di solleone e mai come in questo periodo bisogna coniugare bellezza con benessere e salute. Abbronzarsi è rilassante, riposante e un «must» ma si sa che non è proprio il massimo per la nostra pelle. Soprattutto se si tende a esagerare. Ecco dunque cosa bisognerebbe fare per piacersi belli scuri e non farsi male.

Come avere una abbronzatura perfetta

I medici e i dermatologi consigliano di consumare cibi che favoriscano l’abbronzatura: frutta e verdura fresca di stagione come angurie, meloni, pesche e albicocche che contengono molte vitamine e sali minerali; fra ortaggi preferire le carote cotte (ma anche crude, che risultano dissetanti) con un filo d’olio: esse sono una fonte preziosa di betacarotene che stimola la melanina. Anche i pomodori fanno molto bene perché contengono un antiossidante che impedisce l’azione dei radicali liberi. Mangiare una manciata di mandorle al giorno la settimana prima di partire per le vacanze aiuta il corretto sviluppo delle cellule, in quanto racchiudono acidi grassi utili per un’epidermide sana. Ricordarsi di bere molto, anche se sembra di non avere sete: l’idratazione è importante e comincia dall’interno, servono circa due litri di acqua al giorno (pasti compresi).

L’evoluzione dell’abbronzatura

Guardare la propria pelle e controllare come si evolve l’abbronzatura: non grattarsi ma accarezzarsi magari usando una spugnetta umida. Il viso, che le donne spesso «soffocano» con il trucco, va sempre pulito in profondità per farlo respirare. E per eliminare i batteri accumulati durante la giornata. Molto indicate le saune, non superiori ai 20 minuti, soprattutto se seguite da una brevissima doccia fredda. Dormire molto e riposarsi, anche al pomeriggio un’oretta o più. L’estate e le vacanze sono tempo di relax, ricordiamolo sempre: il mancato riposo, alla lunga, si rivela un’abitudine molto negativa per il benessere e la bellezza.

Gli orari migliori

Evitare di fare le ore piccole contribuisce a ricaricare le batterie del derma attraverso un salutare ricambio cellulare, e a conferire un aspetto più luminoso in vista dei «bagni solari». Ricordarsi che esporsi al sole nell’orario fra le 12 e le 16 non fa bene. Meglio un pranzo leggero con pennichella subito dopo piuttosto che arrostirsi in spiaggia. Usare creme a protezione adeguata, soprattutto nei primi giorni di esposizione quando il rischio-scottature è alto. Per i bambini (o per chi ha i capelli rossi) occorre fare ancor più attenzione.

Continua la lettura di Come avere una abbronzatura perfetta e in sicurezza su Giornale di Mantova.

]]>
Alimentazione del cane, fondamentale per il benessere https://giornaledimantova.it/salute/alimentazione-del-cane-benessere/ Sun, 22 Jul 2018 05:37:21 +0000 https://giornaledimantova.it/?p=7359 Alimentazione del cane, un argomento fondamentale per il benessere dei nostri amici animali. Fino a pochi decenni orsono la loro dieta era rappresentata da cibi casalinghi cotti, avanzi del pasto famigliare, frattaglie e ossa. L’alternativa preconfezionata era scelta da pochi. Oggi, fortunatamente, la situazione è molto cambiata. Ci sono negozi altamente specializzati che offrono una […]

Continua la lettura di Alimentazione del cane, fondamentale per il benessere su Giornale di Mantova.

]]>
Alimentazione del cane, un argomento fondamentale per il benessere dei nostri amici animali. Fino a pochi decenni orsono la loro dieta era rappresentata da cibi casalinghi cotti, avanzi del pasto famigliare, frattaglie e ossa. L’alternativa preconfezionata era scelta da pochi. Oggi, fortunatamente, la situazione è molto cambiata. Ci sono negozi altamente specializzati che offrono una miriade di proposte. Si spazia dai croccantini alle “scatolette”, dagli spuntini alle mousse, per arrivare a premietti di tutti i tipi con pollo, manzo, coniglio, cervo, cinghiale, quaglia, salmone e tante altre fonti proteiche. Il tema è delicato perché il benessere dei nostri amici più cari dipende proprio dalla loro alimentazione.

Alimentazione del cane, le tendenze

Da qualche tempo, sta crescendo la tendenza ad utilizzare cibi crudi, cercando di riportare la dieta alle origini, ai tempi in cui si procacciavano il cibo autonomamente. La cosiddetta dieta Barf (Biologically Appropriate Raw Food) segue il concetto dell’adattamento al sistema predatore-preda e si basa essenzialmente su razioni di carne cruda, ossa, frattaglie, verdura e frutta. Tutto ciò in netta contrapposizione rispetto ai cibi industriali che vengono incolpati di essere ricchi di additivi e conservanti. Ovviamente anche le diete più naturali nascondono delle insidie. Non subendo un processo di cottura aumentano i rischi di tipo infettivo ed igienico; inoltre è possibile la creazione di squilibri proteici o vitaminici nel caso in cui la composizione del pasto risultasse inadeguata.

I resti dei nostri pasti

Solo pericoli si nascondono infine dietro una terza scelta alimentare, quella che è rappresentata da ingredienti o resti dei nostri pasti. Con fritti, oli, sughi, sale, spezie, zuccheri aumentano notevolmente i disturbi gastrointestinali o cutanei, le intolleranze o le malattie organiche. Detto tutto questo resta una conclusione: meglio evitare la terza opzione, perché l’apparato digerente di cani e gatti non è come quello degli esseri umani.

Continua la lettura di Alimentazione del cane, fondamentale per il benessere su Giornale di Mantova.

]]>
VBC Casalmaggiore accede alla semifinale https://giornaledimantova.it/sport/vbc-casalmaggiore-accede-alla-semifinale/ Sat, 21 Jul 2018 18:42:09 +0000 https://giornaledimantova.it/?p=7356 VBC Casalmaggiore accede alla semifinale: oggi due vittorie e una sconfitta. VBC Casalmaggiore: due vittorie e una sconfitta Giornata chiaroscura quella della VBC Apis Casalmaggiore nella terza tappa del Lega Volley Summer Tour 2018 che si sta svolgendo a Riccione. La squadra di coach Bonini chiude il sabato con un bottino di due vittorie e […]

Continua la lettura di VBC Casalmaggiore accede alla semifinale su Giornale di Mantova.

]]>
VBC Casalmaggiore accede alla semifinale: oggi due vittorie e una sconfitta.

VBC Casalmaggiore: due vittorie e una sconfitta

Giornata chiaroscura quella della VBC Apis Casalmaggiore nella terza tappa del Lega Volley Summer Tour 2018 che si sta svolgendo a Riccione. La squadra di coach Bonini chiude il sabato con un bottino di due vittorie e un sconfitta ma riesce lo stesso ad accedere alla semifinale di domani mattina contro la Savino del Bene Scandicci per staccare il biglietto per la finalissima del Torneo Città di Riccione.

La prima gara

Caracuta e compagne incontrano nella prima gara la Millenium Brescia, una Brescia mai doma nella prima frazione e che costringe le ragazze della VBC Apis agli straordinari. Le bresciane non mollano ma verso la fine della prima frazione Giulia Angelina ingrana la quinta e con un break personale impressionante chiude il set ad appannaggio di Casalmaggiore per 16-14. Nel secondo set assistiamo alla fotocopia del primo: Brescia che non molla e Casalmaggiore che continua a spingere. Nella seconda frazione è Alice Degradi ad essere l’ago della bilancia e così Casalmaggiore chiude il set 17-15 e il match per 2-0.

Lo scontro con Saugella Team Monza

Nel secondo incontro della giornata la VBC Apis entra molto più scarica in campo. Davanti trova una Saugella Team Monza che non molla e che vuole vincere il girone A. Nella prima frazione Casalmaggiore c’è ma sbaglia tanto e le avversarie sfruttano gli errori delle casalasche ma Zago prende per mano le sue e così la VBC Apis chiude il primo set 15-13. Nella seconda e terza frazione però esce il brutto momento della VBC Apis e Monza ne approfitta: i colpi di Loda e compagne fanno sempre più male e così le monzesi chiudono il secondo set 15-10 e il terzo set 15-13 pur con uno scatto di reni finale di Casalmaggiore e fanno 2-0.

La terza gara

Per la VBC Apis serve un’altra gara per accedere alle semifinali. Le casalasche incontrano Baronissi della ex Mila Montani sul campo centrale. Le ragazze di Casalmaggiore entro in campo più concentrate e, seppur con qualche errore di troppo, dopo un’inizio incredibile che vede Baronissi avanti 5-0 e la VBC Apis andare addirittura sul 6-5, chiude il primo set 17-15 e il secondo 15-11 ipotecando così lo scontro di domani mattina alle 11.30 contro la Savino del Bene Scandicci.

Le foto sono di Manuel Bongiovanni

Continua la lettura di VBC Casalmaggiore accede alla semifinale su Giornale di Mantova.

]]>
Furto in abitazione e indebito utilizzo di carta di credito: due donne denunciate https://giornaledimantova.it/cronaca/furto-in-abitazione-e-indebito-utilizzo-di-carta-di-credito-due-donne-denunciate/ https://giornaledimantova.it/cronaca/furto-in-abitazione-e-indebito-utilizzo-di-carta-di-credito-due-donne-denunciate/#respond Sat, 21 Jul 2018 12:47:43 +0000 https://giornaledimantova.it/?p=7353 Furto in abitazione e indebito utilizzo di carta di credito: denunciate una 52enne e una 34enne. Furto in abitazione A San Benedetto Po, i militari della locale Stazione Carabinieri, hanno denunciato per i reati di “furto in abitazione e indebito utilizzo di carta di credito”, una 52enne ed una 34enne italiane, residenti nel cremonese. Prelievi […]

Continua la lettura di Furto in abitazione e indebito utilizzo di carta di credito: due donne denunciate su Giornale di Mantova.

]]>
Furto in abitazione e indebito utilizzo di carta di credito: denunciate una 52enne e una 34enne.

Furto in abitazione

A San Benedetto Po, i militari della locale Stazione Carabinieri, hanno denunciato per i reati di “furto in abitazione e indebito utilizzo di carta di credito”, una 52enne ed una 34enne italiane, residenti nel cremonese.

Prelievi in istituti di credito

Le due donne, si sono introdotte all’interno di un’abitazione privata del luogo e dopo aver rubato circa mille euro in contanti ed una carta di credito, hanno utilizzato quest’ultima in più occasioni, per alcuni prelievi fraudolenti effettuati presso alcuni istituti bancari del basso mantovano.

TORNA ALLA HOME PER TUTTE LE ALTRE NOTIZIE!

Continua la lettura di Furto in abitazione e indebito utilizzo di carta di credito: due donne denunciate su Giornale di Mantova.

]]>
https://giornaledimantova.it/cronaca/furto-in-abitazione-e-indebito-utilizzo-di-carta-di-credito-due-donne-denunciate/feed/ 0
Non forniscono documento di riconoscimento valido: denunciati https://giornaledimantova.it/cronaca/non-fornisco-documento-di-riconoscimento-valido-denunciati/ https://giornaledimantova.it/cronaca/non-fornisco-documento-di-riconoscimento-valido-denunciati/#respond Sat, 21 Jul 2018 12:40:11 +0000 https://giornaledimantova.it/?p=7349 Documento di riconoscimento valido non esibito: denunciati due nord africani. Documento di riconoscimento non valido A Quistello, i militari della locale Stazione Carabinieri, hanno denunciato per il reato di “falsa attestazione sull’identità personale”, un 29enne nord africano, residente nella zona. Il 29enne, controllato nel centro cittadino, non ha fornito ai militari operanti, un valido documento […]

Continua la lettura di Non forniscono documento di riconoscimento valido: denunciati su Giornale di Mantova.

]]>
Documento di riconoscimento valido non esibito: denunciati due nord africani.

Documento di riconoscimento non valido

A Quistello, i militari della locale Stazione Carabinieri, hanno denunciato per il reato di “falsa attestazione sull’identità personale”, un 29enne nord africano, residente nella zona. Il 29enne, controllato nel centro cittadino, non ha fornito ai militari operanti, un valido documento di riconoscimento ed il permesso di soggiorno o altro titolo attestante la regolare presenza sul territorio dello Stato.

Altra persona denunciata

Nel corso del medesimo controllo, è stato inoltre denunciato per i reati di “falsa attestazione sull’identità personale, ingresso e soggiorno illegale nel territorio dello Stato e per non aver ottemperato all’ordine di lasciare il territorio Nazionale”, un 30enne nord africano. L’uomo, ha fornito delle generalità differenti da quelle riscontrate dall’accertamento del foto segnalamento. Inoltre non ha ottemperato all’ordine di lasciare il territorio Nazionale, emesso dal Questore di Milano in data 07 Ottobre 2016.

TORNA ALLA HOME PER TUTTE LE ALTRE NOTIZIE!

Continua la lettura di Non forniscono documento di riconoscimento valido: denunciati su Giornale di Mantova.

]]>
https://giornaledimantova.it/cronaca/non-fornisco-documento-di-riconoscimento-valido-denunciati/feed/ 0
Rubano 300 litri di gasolio da camion parcheggiati in azienda, due arrestati https://giornaledimantova.it/cronaca/rubano-300-litri-di-gasolio-da-camion-parcheggiati-in-azienda-due-arrestati/ https://giornaledimantova.it/cronaca/rubano-300-litri-di-gasolio-da-camion-parcheggiati-in-azienda-due-arrestati/#respond Sat, 21 Jul 2018 11:26:21 +0000 https://giornaledimantova.it/?p=7346 Rubano 300 litri di gasolio da camion parcheggiati nel piazzale di una ditta di autotrasporti: due pesone arrestate. Rubano 300 litri di gasolio: arrestati A Mantova, i militari del Nucleo Operativo e Radiomobile della locale Compagnia Carabinieri coadiuvati da personale del Comando Stazione Carabinieri di Mantova e Bigarello, nell’ambito di una mirata attività info-investigativa, hanno […]

Continua la lettura di Rubano 300 litri di gasolio da camion parcheggiati in azienda, due arrestati su Giornale di Mantova.

]]>
Rubano 300 litri di gasolio da camion parcheggiati nel piazzale di una ditta di autotrasporti: due pesone arrestate.

Rubano 300 litri di gasolio: arrestati

A Mantova, i militari del Nucleo Operativo e Radiomobile della locale Compagnia Carabinieri coadiuvati da personale del Comando Stazione Carabinieri di Mantova e Bigarello, nell’ambito di una mirata attività info-investigativa, hanno arrestato per il reato di “furto aggravato in concorso”, un 32enne extracomunitario ed un 31enne dell’Est Europa, entrambi residenti nella zona.

Il furto in una ditta di autotrasporti

I due, con il volto coperto da passamontagna, si sono introdotti all’interno di un piazzale di una ditta di autotrasporti del luogo ed hanno rubato dai serbatoi di alcuni camion parcheggiati, circa 300 litri di gasolio suddividendoli in dodici taniche.

Colpevoli di altro furto

Nella circostanza i due malviventi, sorpresi mentre stavano caricando tutto il materiale su di un’autovettura, dopo un breve tentativo di fuga, sono stati prontamente bloccati dai militari operanti. In seguito, da riscontri incrociati e da indagini effettuate, si è appurato che gli stessi, sarebbero responsabili anche di altri furti presso la suddetta ditta, di altri 1.000 litri circa di gasolio.

Refurtiva recuperata

La refurtiva è stata recuperata e restituita all’avente diritto, mentre l’autovettura è stata sottoposta a sequestro. Le persone arrestate, dopo le formalità di rito, sono state trattenute presso le camere di sicurezza del Comando. In sede di rito direttissimo, i due arresti sono stati convalidati, con l’obbligo della presentazione dei due Cittadini per tre giorni alla settimana, presso la Polizia Giudiziaria di Mantova, in attesa del processo.
Il Comandante Provinciale dei Carabinieri di Mantova Colonnello Fabio Federici, ha espresso il suo apprezzamento ai militari operanti per l’ottimo risultato conseguito.

TORNA ALLA HOME PER TUTTE LE ALTRE NOTIZIE!

Continua la lettura di Rubano 300 litri di gasolio da camion parcheggiati in azienda, due arrestati su Giornale di Mantova.

]]>
https://giornaledimantova.it/cronaca/rubano-300-litri-di-gasolio-da-camion-parcheggiati-in-azienda-due-arrestati/feed/ 0
Controllo straordinario del territorio a Viadana: 8 denunciati https://giornaledimantova.it/cronaca/controllo-straordinario-del-territorio-a-viadana-8-denunciati/ https://giornaledimantova.it/cronaca/controllo-straordinario-del-territorio-a-viadana-8-denunciati/#respond Sat, 21 Jul 2018 11:17:17 +0000 https://giornaledimantova.it/?p=7341 Controllo straordinario del territorio a Viadana: oltre 100 persone controllate e 8 denunciate. Controllo straordinario del territorio I Carabinieri della Compagnia di Viadana, nel corso di un servizio straordinario di controllo del territorio, svolto nella giornata del 20 Luglio, finalizzato al contrasto dei reati predatori, hanno denunciato a piede libero 8 persone, hanno controllato oltre […]

Continua la lettura di Controllo straordinario del territorio a Viadana: 8 denunciati su Giornale di Mantova.

]]>
Controllo straordinario del territorio a Viadana: oltre 100 persone controllate e 8 denunciate.

Controllo straordinario del territorio

I Carabinieri della Compagnia di Viadana, nel corso di un servizio straordinario di controllo del territorio, svolto nella giornata del 20 Luglio, finalizzato al contrasto dei reati predatori, hanno denunciato a piede libero 8 persone, hanno controllato oltre 100 persone e numerosissimi automezzi, elevando 5 contravvenzioni al Codice della Strada, ritirando 1 patente di guida.

Alcune denunce

A Castellucchio, i militari della locale Stazione Carabinieri, hanno denunciato per il reato di “giuda in stato d’ebbrezza”, un 45 enne extracomunitario residente nella zona. L’uomo, controllato a bordo di un ciclomotore nel centro cittadino, è stato sottoposto al test alcolemico, risultato positivo con un tasso pari a 2 gr/l. Nella circostanza il documento di guida è stato ritirato e il ciclomotore posto sotto sequestro amministrativo.

A Bozzolo, i militari della locale Stazione Carabinieri, hanno denunciato per il reato di “uso di atto falso”, un 25enne pakistano domiciliato nel bresciano. Durante un controllo alla circolazione stradale, ha esibito una patente greca falsa. Il documento di guida è stato posto sotto sequestro come disposto dall’Autorità Giudiziaria.

A Viadana, i militari del Nucleo Operativo e Radiomobile della locale Compagnia Carabinieri, hanno denunciato per il reato di “furto aggravato in concorso” un 20enne ed un 18enne italiani residenti nel cremonese. I due giovani in concorso tra loro, sono stati sorpresi e immediatamente fermati dopo un tentativo di fuga, in quanto poco prima avevano asportato un’autoradio da un’auto in sosta. Nella circostanza la refurtiva recuperata è restituita all’avente diritto.

TORNA ALLA HOME PER TUTTE LE ALTRE NOTIZIE!

Continua la lettura di Controllo straordinario del territorio a Viadana: 8 denunciati su Giornale di Mantova.

]]>
https://giornaledimantova.it/cronaca/controllo-straordinario-del-territorio-a-viadana-8-denunciati/feed/ 0
Turismo Lombardia, 39 milioni di presenze https://giornaledimantova.it/cultura-e-turismo/turismo-lombardia-39-milioni-di-presenze/ https://giornaledimantova.it/cultura-e-turismo/turismo-lombardia-39-milioni-di-presenze/#respond Sat, 21 Jul 2018 08:59:39 +0000 https://giornaledimantova.it/?p=7321 Turismo Lombardia, 39 milioni di presenze. La provincia di Mantova terza in Lombardia per numero di agriturismi. Turismo Lombardia: 39milioni di presenze Salgono a oltre 39 milioni le presenze turistiche in un anno in Lombardia, di cui il 39 per cento dovute agli italiani e il 61 per cento agli stranieri. E proprio sul fronte […]

Continua la lettura di Turismo Lombardia, 39 milioni di presenze su Giornale di Mantova.

]]>
Turismo Lombardia, 39 milioni di presenze. La provincia di Mantova terza in Lombardia per numero di agriturismi.

Turismo Lombardia: 39milioni di presenze

Salgono a oltre 39 milioni le presenze turistiche in un anno in Lombardia, di cui il 39 per cento dovute agli italiani e il 61 per cento agli stranieri. E proprio sul fronte del turismo internazionale, la Lombardia è la seconda regione in Italia per la spesa media che ogni giorno i viaggiatori stranieri dedicano alla ristorazione. È quanto emerge dal report “I viaggi del gusto in Lombardia” diffuso dalla Coldiretti in occasione dell’assemblea regionale a Milano, che si è svolta alla presenza del Presidente di Regione Lombardia Attilio Fontana, del ministro delle Politiche Agricole Gian Marco Centinaio, dell’assessore regionale all’Agricoltura, Alimentazione e Sistemi Verdi Fabio Rolfi, dell’assessore regionale all’Ambiente e Clima Raffaele Cattaneo, dell’assessore regionale al Territorio e Protezione Civile Pietro Foroni.

La buona tavola

Oltre un terzo della spesa di italiani e stranieri in vacanza nel Belpaese è destinato alla tavola – afferma la Coldiretti – per consumare pasti in ristoranti, pizzerie, trattorie o agriturismi, ma anche per cibo di strada o specialità enogastronomiche. In Lombardia – stima la Coldiretti regionale – la spesa che in un anno i turisti stranieri dedicano alla tavola ammonta a oltre 800 milioni di euro.

Boom degli agriturismi

L’attenzione verso il cibo e il suo legame con il territorio è confermata anche dal boom delle vacanze in campagna in Lombardia con il numero delle presenze dei viaggiatori italiani e stranieri negli agriturismi che in nove anni sono cresciute di oltre l’80 per cento.

“Le aziende agricole agrituristiche – spiega Ettore Prandini, Presidente di Coldiretti Lombardia – sono un potente strumento di conoscenza del territorio a disposizione dei turisti, per apprezzare le nostre specialità enogastronomiche e per scoprire le bellezze paesaggistiche e artistiche”.

In totale – continua la Coldiretti – sono oltre 1650 le strutture di questo tipo attive in Lombardia, cresciute del 46 per cento dal 2008 a oggi. In quasi due su tre si può mangiare, il 45 per cento offre servizio di alloggio mentre il 36 per cento propone attività didattiche o ricreative culturali. La provincia con il maggior numero di agriturismi è Brescia con 340 attività, seguita da Mantova con 234, Pavia con 225, Bergamo 164, Como 152, Milano 130, Sondrio 119, Varese 89, Lecco 78, Cremona 73, Lodi 34 e Monza e Brianza 15.

La ristorazione ambulante

Apprezzato dai viaggiatori il cibo di strada, che concilia la praticità con il costo contenuto. Con 389 imprese registrate – spiega la Coldiretti su dati Unioncamere – la Lombardia è la prima regione italiana per numero di attività di ristorazione ambulante, più che raddoppiate negli ultimi cinque anni. Solo in provincia di Milano se ne contano 181. In totale – conclude la Coldiretti regionale – i turisti che visitano o transitano per la Lombardia possono contare su oltre 100 ristoranti di eccellenza e una rete di più di 50 mila imprese della ristorazione, che rappresentano il 15,4 per cento del totale e pongono la Lombardia al vertice della classifica nazionale.

TORNA ALLA HOME PER TUTTE LE ALTRE NOTIZIE!

Continua la lettura di Turismo Lombardia, 39 milioni di presenze su Giornale di Mantova.

]]>
https://giornaledimantova.it/cultura-e-turismo/turismo-lombardia-39-milioni-di-presenze/feed/ 0
Sparì sei anni fa, trovato cadavere di un comasco sepolto in una cantina https://giornaledimantova.it/cronaca/spari-sei-anni-fa-trovato-cadavere-di-un-comasco-sepolto-in-una-cantina/ Sat, 21 Jul 2018 08:43:34 +0000 https://giornaledimantova.it/?p=7338 Sparì sei anni fa, trovato cadavere di un comasco sepolto in una cantina. Trovato il cadavere di un comasco La Squadra Mobile di Como ha trovato il corpo di Antonio Deiana, di Villa Guardia. Era seppellito in una palazzina di via Della Pila a Cinisello Balsamo. Era scomparso nel 2012. Ora la Polizia di Stato ha fermato a […]

Continua la lettura di Sparì sei anni fa, trovato cadavere di un comasco sepolto in una cantina su Giornale di Mantova.

]]>
Sparì sei anni fa, trovato cadavere di un comasco sepolto in una cantina.

Trovato il cadavere di un comasco

La Squadra Mobile di Como ha trovato il corpo di Antonio Deiana, di Villa Guardia. Era seppellito in una palazzina di via Della Pila a Cinisello Balsamo. Era scomparso nel 2012. Ora la Polizia di Stato ha fermato a Milano l’uomo che lo aveva ammazzato e ne aveva nascosto il cadavere. Come riporta ilGiornalediComo, si tratta di un uomo del 1971, residente a Cinisello Balsamo. E’ lui l’accusato di essere l’autore dell’omicidio di Deiana, scomparso il 20 luglio del 2012.  L’attività investigativa condotta dai poliziotti della Squadra Mobile di Como e Milano, nonchè del Commissariato Greco Turro è stata coordinata dalla Procura della Repubblica presso il Tribunale di Monza.

CLICCA QUI PER TUTTI GLI AGGIORNAMENTI

Continua la lettura di Sparì sei anni fa, trovato cadavere di un comasco sepolto in una cantina su Giornale di Mantova.

]]>
Seggiolini anti abbandono in auto saranno obbligatori, forse già in autunno https://giornaledimantova.it/attualita/seggiolini-anti-abbandono-in-auto-saranno-obbligatori-forse-gia-in-autunno/ Sat, 21 Jul 2018 07:42:42 +0000 https://giornaledimantova.it/?p=7335 Seggiolini anti abbandono in auto: saranno obbligatori, forse già in autunno. Lo ha confermato il ministro dei trasporti Danilo Toninelli. Il sensore avviserà sul cellulare i genitori in caso di dimenticanza. Seggiolini anti abbandono in auto saranno obbligatori, forse già in autunno Il seggiolino munito di dispositivo anti abbandono diventerà obbligatorio, probabilmente già in autunno. […]

Continua la lettura di Seggiolini anti abbandono in auto saranno obbligatori, forse già in autunno su Giornale di Mantova.

]]>
Seggiolini anti abbandono in auto: saranno obbligatori, forse già in autunno. Lo ha confermato il ministro dei trasporti Danilo Toninelli. Il sensore avviserà sul cellulare i genitori in caso di dimenticanza.

Seggiolini anti abbandono in auto saranno obbligatori, forse già in autunno

Il seggiolino munito di dispositivo anti abbandono diventerà obbligatorio, probabilmente già in autunno. Lo ha confermato il ministro dei trasporti Danilo Toninelli durante un’intervista radiofonica su Radio 24.

Il sensore avvisa mamma e papà

Si tratta sostanzialmente di un sensore installato sul seggiolino che rileverà la presenza del bambino dopo la chiusura dell’auto e in quel caso avviserà mamma e papà con un messaggio di allarme sul cellulare. grazie ad un’app. Tra le prime e immettere sul mercato questo tipo di sedute per bambini c’è la Chicco che insieme alla Samsung lo scorso maggio ha messo in commercio un nuovo seggiolino con sensori integrati. Ma nell’ultimo periodo sono molte anche le case automobilistiche che si stanno adoperando in questo senso.

Detrazioni fino a 200 euro

“Penso che lo Stato interverrà anche con una detrazione fino a 200 euro” ha detto il ministro Toninelli annunciando quindi anche uno sgravio fiscale per le famiglie che dovranno adattarsi alla nuova normativa.

Continua la lettura di Seggiolini anti abbandono in auto saranno obbligatori, forse già in autunno su Giornale di Mantova.

]]>
Leva Civica, 1,5 milioni per progetti per i giovani https://giornaledimantova.it/attualita/leva-civica-15-milioni-per-progetti-per-i-giovani/ Sat, 21 Jul 2018 06:57:30 +0000 https://giornaledimantova.it/?p=7332 Regione Lombardia ha approvato la graduatoria dei progetti presentati al 31 maggio 2018 e ammessi al finanziamento della “Leva Civica Volontaria Regionale” per un ammontare di quasi 1,5 milioni di euro (1.885,00). Un’iniziativa dell’assessorato alle Politiche per la famiglia, genitorialità e pari opportunità. Leva Civica, le 138 proposte destinate a 344 giovani Si tratta di […]

Continua la lettura di Leva Civica, 1,5 milioni per progetti per i giovani su Giornale di Mantova.

]]>
Regione Lombardia ha approvato la graduatoria dei progetti presentati al 31 maggio 2018 e ammessi al finanziamento della “Leva Civica Volontaria Regionale” per un ammontare di quasi 1,5 milioni di euro (1.885,00). Un’iniziativa dell’assessorato alle Politiche per la famiglia, genitorialità e pari opportunità.

Leva Civica, le 138 proposte destinate a 344 giovani

Si tratta di 138 proposte, vagliate da un apposito Nucleo di valutazione costituito il 20 giugno, che metteranno a disposizione di giovani, di età compresa tra i 18 e i 28 anni, 344 posizioni per un’esperienza utile per avvicinarsi al mondo del lavoro.

I territori e le ATS coinvolte

I progetti saranno affidati alla gestione dalle Aziende sanitarie territoriali (Ats) e sono così distribuiti sul territorio regionale: 24 a Bergamo (Ats) per 82 volontari (75 sedi), 24 a Brescia (Ats) e Ats Montagna per 56 disponibilità (46 sedi), 10 a Como Ats Insubria per 29 posti (24 sedi), 10 a Cremona Ats Val Padana per 26 volontari (11 sedi), 5 a Lecco Ats Monza e Brianza per 8 disponibilità (8 sedi), 4 a Lodi Ats Città Metropolitana per 12 posti (8 sedi), 6 a Mantova Ats Val Padana per 12 volontari (13 sedi), 22 a Milano Ats Città Metropolitana per 49 posti (32 sedi), 11 a Monza e Brianza (Ats) per 24 volontari (14 sedi), 6 a Pavia (Ats) per 14 disponibilità (14 sedi), 5 a Sondrio Ats Montagna per 12 volontari (8 sedi) e 11 a Varese Ats Insubria per 20 posti (19 sedi).

Investimento sul futuro

“Il passaggio dalla dichiarazione di intenti alla realizzazione di progetti di cittadinanza attiva – spiega l’assessore Silvia Piani – rappresenta un vero investimento della comunità rispetto al futuro, oltre che un’importante opportunità di cittadinanza attiva per le giovani generazioni che potranno svolgere 12 mesi al servizio della collettività nei settori dell’Assistenza, dello Sport e della Protezione Civile. Un modo proattivo di acquisire esperienze professionali e nel contempo di ricevere magari uno o più attestati di competenza rispetto alle attività svolte (l.r. 19/2007), utili ai fini del futuro inserimento nel mondo del lavoro”.

Al via le candidature

A partire da oggi, venerdì 20 luglio, sui siti internet dei soggetti promotori i candidati potranno scaricare il modello di domanda e inoltrare la propria candidatura che dovrà essere consegnata entro la metà di settembre per partecipare alla selezione che si concluderà entro il 24 settembre. Gli enti promotori a loro volta sono tenuti dare evidenza sul loro sito al progetto e a svolgere la selezione seguendo i principi di trasparenza, correttezza e imparzialità. Inserendo poi sul portale Gefo i codici fiscali dei selezionati.

Un ringraziamento speciale

“Rivolgo un ringraziamento – conclude Piani – a enti, associazioni, cooperative, comuni, unioni dei comuni, comunità montane, Anci Lombardia, fondazioni, organizzazioni, scuole e ai tanti altri soggetti che hanno saputo cogliere al volo questa opportunità mettendo a disposizione la loro progettualità e le loro sedi attuare questa prima iniziativa. Sarà mia premura e mio impegno, sostenuta dal Presidente Fontana e dai colleghi, renderla una modalità di esperienza e di servizio permanenti”.

Contributi e avvio del servizio sociale

Ai volontari di Leva civica verrà riconosciuta una indennità di 433,80 euro mensili per il periodo di svolgimento che va dal 1° ottobre 2019 al 1° ottobre 2019. E che in ogni caso non può superare i 12 mesi.

I link da consultare per le adesioni territoriali

Per i giovani i siti web e le mail degli Enti:

http://www.regione.lombardia.it/wps/portal/istituzionale/HP/DettaglioServizio/servizi-e-informazioni/Cittadini/Persone-casa-famiglia/Volontariato/leva-civica-volontaria-regionale/leva-civica-volontaria-regionale

per gli Enti i progetti approvati e gli adempimenti:

http://www.regione.lombardia.it/wps/portal/istituzionale/HP/DettaglioRedazionale/servizi-e-informazioni/Enti-e-Operatori/terzo-settore/associazionismo-volontariato-e-servizio-civile/approvazione-graduatoria-leva-civica/approvazione-graduatoria-leva-civica

Continua la lettura di Leva Civica, 1,5 milioni per progetti per i giovani su Giornale di Mantova.

]]>
Parco del Mincio e Club Rotary Mantova Castelli: protocollo d’intesa a sostegno del Contratto di fiume https://giornaledimantova.it/attualita/parco-del-mincio-e-club-rotary-mantova-castelli-protocollo-dintesa-a-sostegno-del-contratto-di-fiume/ https://giornaledimantova.it/attualita/parco-del-mincio-e-club-rotary-mantova-castelli-protocollo-dintesa-a-sostegno-del-contratto-di-fiume/#respond Sat, 21 Jul 2018 06:54:25 +0000 https://giornaledimantova.it/?p=7317 Parco del Mincio e Club Rotary Mantova Castelli siglano un protocollo d’intesa a sostegno del Contratto di fiume. Parco del Mincio e Club Rotary Mantova Castelli: un protocollo d’intesa E’ una partnership internazionale a sostegno del Contratto di fiume quella che ha preso corpo ieri, 20 luglio, nella sede del Parco del Mincio con la […]

Continua la lettura di Parco del Mincio e Club Rotary Mantova Castelli: protocollo d’intesa a sostegno del Contratto di fiume su Giornale di Mantova.

]]>
Parco del Mincio e Club Rotary Mantova Castelli siglano un protocollo d’intesa a sostegno del Contratto di fiume.

Parco del Mincio e Club Rotary Mantova Castelli: un protocollo d’intesa

E’ una partnership internazionale a sostegno del Contratto di fiume quella che ha preso corpo ieri, 20 luglio, nella sede del Parco del Mincio con la sottoscrizione di un protocollo d’intesa siglato dal presidente del Parco Maurizio Pellizzer e il presidente del Rotary Club Mantova Castelli,

. L’accordo è finalizzato alla realizzazione di un progetto che prevede l’acquisto di un natante dotato delle strumentazioni necessarie che il Parco e altri enti pubblici potranno utilizzare per le attività di vigilanza e di monitoraggio delle acque del Mincio.

“Il tema della tutela delle acque del Mincio caratterizza il Contratto di fiume che ci vede promotori e coordinatori delle azioni sul nostro territorio – spiega Maurizio Pellizzer – e la salvaguardia della risorsa idrica a livello internazionale caratterizza l’area di intervento del Rotary International”.

“Come Rotary Club Mantova Castelli – spiega il presidente Matteo Storchio – la partecipazione a questo progetto è in perfetta sintonia con il Presidente internazionale Barry Rasin che ha individuato come possibile service futuro la tutela dell’ambiente. Abbiamo deciso di inoltrare alla Fondazione Rotary una richiesta di finanziamento per la realizzazione di questo progetto. Era necessario un partner straniero e dopo un periodo di ricerca abbiamo reperito la disponibilità del Rotary Club di Istanbul Suadiye Distretto 2420. Ora, assieme al nostro club e al Distretto 2050, il progetto ha i requisiti necessari a poter essere presentato alla Fondazione. Siamo infatti felici di poter contribuire a sostenere così il Contratto di fiume.”.

Attività di vigilanza e monitoraggio ambientale

Il natante scelto sarà idoneo ad essere manovrato anche su fondali bassi come quelli che caratterizzano la riserva naturale delle Valli del Mincio, sarà adibito alle attività di vigilanza eseguite dall’ente Parco e da altri enti preposti al controllo e potrà essere utilizzato per le attività di monitoraggio ambientale svolte dal Parco, da Arpa, da istituti di ricerca e università degli Studi che collaborano al Contratto di fiume Mincio. A bordo avrà le strumentazioni necessarie per prelievi, sondaggi per la lettura dei fondali, per la geolocalizzazione dei dati e per la loro gestione informatizzata. Il natante avrà una caratteristica insolita per i nostri laghi: una prua piatta apribile tipo “landing craft” idonea a consentire un facile approdo su qualsiasi sponda e un facile carico e scarico di attrezzature.

Il progetto inoltre prevede la creazione di un gruppo di tecnici Rotariani per collaborare con il Parco e con altri organismi che si occupano del monitoraggio delle acque così come previsto nel progetto EcoSustain.

TORNA ALLA HOME PER TUTTE LE ALTRE NOTIZIE!

Continua la lettura di Parco del Mincio e Club Rotary Mantova Castelli: protocollo d’intesa a sostegno del Contratto di fiume su Giornale di Mantova.

]]>
https://giornaledimantova.it/attualita/parco-del-mincio-e-club-rotary-mantova-castelli-protocollo-dintesa-a-sostegno-del-contratto-di-fiume/feed/ 0
Decise le tappe per la trasformazione di Trenord https://giornaledimantova.it/attualita/decise-le-tappe-per-la-trasformazione-di-trenord/ Sat, 21 Jul 2018 06:14:44 +0000 https://giornaledimantova.it/?p=7329 Ieri, 20 luglio, l’incontro con i sindacati per illustrare il piano messo in campo al fine di rilanciare Trenord. Al tavolo, a Palazzo Lombardia, hanno preso parte anche l’assessore regionale al Bilancio, Finanza e Semplificazione Davide Caparini, a Infrastrutture, Trasporti e Mobilità Sostenibile Claudia Terzi, il presidente di Ferrovie Nord Milano Andrea Gibelli, il membro […]

Continua la lettura di Decise le tappe per la trasformazione di Trenord su Giornale di Mantova.

]]>
Ieri, 20 luglio, l’incontro con i sindacati per illustrare il piano messo in campo al fine di rilanciare Trenord. Al tavolo, a Palazzo Lombardia, hanno preso parte anche l’assessore regionale al Bilancio, Finanza e Semplificazione Davide Caparini, a Infrastrutture, Trasporti e Mobilità Sostenibile Claudia Terzi, il presidente di Ferrovie Nord Milano Andrea Gibelli, il membro del Consiglio di Amministrazione Giuseppe Bonomi ed i rappresentanti delle sigle sindacali Cgil Cisl, Uil e O.R.S.A Ferrovie Lombardia.

Tavolo di confronto per la traformazione di Trenord

“In questo confronto interessante e proficuo su un progetto che è complesso – ha affermato il presidente Fontana – ho illustrato ai sindacati la mia idea di futuro del trasporto su ferro, al fine di soddisfare le migliaia di pendolari lombardi e favorire un serio miglioramento del servizio, oltre che valorizzare gli oltre 4.000 dipendenti”.

Sana concorrenza virtuosa

“La divisione con Trenitalia – ha aggiunto – dovrà portare ad una sana concorrenza virtuosa e attirerà nuovi investimenti, per avere sia linee piu’ efficienti che treni moderni, dal momento che Regione Lombardia detterà anche i parametri per l’età idonea della flotta”. “Il nuovo sistema delle reti – ha concluso Fontana – dovrà favorire la specializzazione e l’efficienza della singola impresa ferroviaria. Guardiamo al modello parigino della Rete Espressa Regionale e l’auspicio è di concretizzare l’operazione entro la fine dell’anno”.

Il cronoprogramma

Il presidente ha anche descritto ai sindacati i tempi per gestire il passaggio:
1) Entro il 30 di luglio, verrà sottoscritto un Accordo quadro per definire dettagliatamente le fasi del percorso che attiverà 3 gruppi di lavoro:
a) il primo dovrà definire il perimetro delle attività affidate alle due società
b) il secondo affronterà il percorso di natura giuridica
c) e il terzo detterà le condizioni dei futuri contratti di servizio

2) cambio immediato di governance di Trenord con decadenza di tutti i Patti parasociali e quindi con autonomia da parte del nuovo A.D. per costruire un nuovo management

3) Cambio dell’assetto della proprietà Trenord, totalmente controllata da FNM

4) Avvio della trattativa sindacale

5) Cessione parziale dell’attuale Contratto di Servizio a Trenitalia, previa definizione del perimetro di attività

6) immediata preinformativa alla UE per affidamento diretto ai soggetti con Contratti di Servizio della durata di anni 10 + 5

7) Elaborazione Contratti di Servizio.

Il presidente Fontana, al termine dell’incontro, ha precisato che il Tavolo al quale ha partecipato oggi non è un momento di lavoro isolato ma, al contrario, è l’inizio di un dialogo tra le parti. L’obiettivo è dare continuità a queste riunioni trasformandole in un organo di consultazione permanente.

Continua la lettura di Decise le tappe per la trasformazione di Trenord su Giornale di Mantova.

]]>
Evento violento a Poggio Rusco, soccorso 37enne SIRENE DI NOTTE https://giornaledimantova.it/cronaca/evento-violento-a-poggio-rusco-soccorso-37enne-sirene-di-notte/ https://giornaledimantova.it/cronaca/evento-violento-a-poggio-rusco-soccorso-37enne-sirene-di-notte/#respond Sat, 21 Jul 2018 06:04:59 +0000 https://giornaledimantova.it/?p=7326 Evento violento a Poggio Rusco, soccorso un uomo di 37 anni in via Pastrengo. Evento violento a Poggio Rusco Alle 22.07 di ieri sera, si è verificato un evento violento classificato come “aggressione” a Poggio Rusco. A farne le spese è stato un uomo di 37 anni soccorso in via Pastrengo. Gli operatori del 118 […]

Continua la lettura di Evento violento a Poggio Rusco, soccorso 37enne SIRENE DI NOTTE su Giornale di Mantova.

]]>
Evento violento a Poggio Rusco, soccorso un uomo di 37 anni in via Pastrengo.

Evento violento a Poggio Rusco

Alle 22.07 di ieri sera, si è verificato un evento violento classificato come “aggressione” a Poggio Rusco. A farne le spese è stato un uomo di 37 anni soccorso in via Pastrengo. Gli operatori del 118 giunti sul posto ambulanza della Croce Verde, hanno prestato le prime cure al coinvolto per poi successivamente trasportarlo presso l’ospedale di Pieve di Coriano in codice verde. Sul luogo dell’accaduto anche la compagnia dei carabinieri di Gonzaga.

Fuori strada con l’auto

Brutto incidente stradale per una 28enne nelle prime ore della serata di ieri. Erano quasi le 21.00 quando per cause ancora da accertare la giovane è uscita di strada con la sua auto mentre percorreva la SS343 nel comune di Canneto sull’Oglio. Sul posto un’ambulanza e un mezzo di soccorso avanzato. La 28enne, dopo i primi accertamenti, è trasportata presso l’ospedale di Cremona in codice giallo. Per lei condizioni serie ma non critiche. La Polstrada di Mantova si è occupata di effettuare i rilievi di legge.

TORNA ALLA HOME PER TUTTE LE ALTRE NOTIZIE!

Continua la lettura di Evento violento a Poggio Rusco, soccorso 37enne SIRENE DI NOTTE su Giornale di Mantova.

]]>
https://giornaledimantova.it/cronaca/evento-violento-a-poggio-rusco-soccorso-37enne-sirene-di-notte/feed/ 0
Ragazzina dispersa, continuano le ricerche https://giornaledimantova.it/cronaca/ragazzina-dispersa-continuano-le-ricerche/ https://giornaledimantova.it/cronaca/ragazzina-dispersa-continuano-le-ricerche/#respond Fri, 20 Jul 2018 15:54:08 +0000 https://giornaledimantova.it/?p=7314 Ragazzina dispersa: continuano le ricerche, ma senza nessun esito. Ragazzina dispersa a Serle Ancora nessun esito positivo dopo 24 ore di ricerche di Iushra, la 12enne scomparsa a Serle (BS). Sul posto Vigili del fuoco, Carabinieri, Soccorso alpino, Protezione civile e volontari. Secondo l’Ansa questa notte sono stati utilizzati anche droni per la rilevazione termica e l’area è stata […]

Continua la lettura di Ragazzina dispersa, continuano le ricerche su Giornale di Mantova.

]]>
Ragazzina dispersa: continuano le ricerche, ma senza nessun esito.

Ragazzina dispersa a Serle

Ancora nessun esito positivo dopo 24 ore di ricerche di Iushra, la 12enne scomparsa a Serle (BS). Sul posto Vigili del fuoco, Carabinieri, Soccorso alpino, Protezione civile e volontari. Secondo l’Ansa questa notte sono stati utilizzati anche droni per la rilevazione termica e l’area è stata sorvolata dall’elicottero dell’Aeronautica ma la bambina non si trova.

Scomparsa da ieri pomeriggio

La bambina ieri pomeriggio si trovava nel bosco per un’escursione con altri bambini assieme alla Fopab, fondazione che segue bambini con delle disabilità. Pare si sia allontanata correndo e poi non sia più stata trovata.

Clicca qui per le ultime dichiarazioni della Protezione Civile e per tuti gli aggiornamenti 

Continua la lettura di Ragazzina dispersa, continuano le ricerche su Giornale di Mantova.

]]>
https://giornaledimantova.it/cronaca/ragazzina-dispersa-continuano-le-ricerche/feed/ 0
La Polizia di Stato incontra gli ospiti della Casa del Sole https://giornaledimantova.it/attualita/la-polizia-di-stato-incontra-gli-ospiti-della-casa-del-sole/ https://giornaledimantova.it/attualita/la-polizia-di-stato-incontra-gli-ospiti-della-casa-del-sole/#respond Fri, 20 Jul 2018 15:41:09 +0000 https://giornaledimantova.it/?p=7311 Polizia di stato ha incontrato gli ospiti della Casa del Sole nella mattinata di oggi. Polizia di stato alla Cascina del Sole Nella mattinata di oggi, 20 luglio 2018, si è tenuto presso la sede della Casa del Sole Onlus, sita in via Gementi 52 a S.Silvestro, un incontro tra gli ospiti della struttura e […]

Continua la lettura di La Polizia di Stato incontra gli ospiti della Casa del Sole su Giornale di Mantova.

]]>
Polizia di stato ha incontrato gli ospiti della Casa del Sole nella mattinata di oggi.

Polizia di stato alla Cascina del Sole

Nella mattinata di oggi, 20 luglio 2018, si è tenuto presso la sede della Casa del Sole Onlus, sita in via Gementi 52 a S.Silvestro, un incontro tra gli ospiti della struttura e i poliziotti della Questura di Mantova.

A partire dalle ore 9.45, infatti, un equipaggio della Squadra Volante ed una rappresentanza dei motociclisti della Polizia di Stato, insieme ad altri appartenenti della Questura di Mantova, si sono trovati alla Casa del Sole, associazione che opera in favore dei bambini e degli adulti con gravi disabilità, per testimoniare la vicinanza della Polizia di Stato all’opera di educazione e riabilitazione svolta nella struttura.

Gli ospiti dell’Associazione potranno hanno potuto vedere da vicino i mezzi e le strumentazioni in dotazione alle unità mobili della Polizia di Stato, e porre domande agli operatori presenti. La mattinata si è conclusa con una caccia al tesoro ed altre attività ludiche.

TORNA ALLA HOME PER TUTTE LE ALTRE NOTIZIE!

Continua la lettura di La Polizia di Stato incontra gli ospiti della Casa del Sole su Giornale di Mantova.

]]>
https://giornaledimantova.it/attualita/la-polizia-di-stato-incontra-gli-ospiti-della-casa-del-sole/feed/ 0
Ass. Magoni in tour a Mantova “Territorio strategico per la crescita turistica della Lombardia” https://giornaledimantova.it/attualita/ass-magoni-in-tour-a-mantova-territorio-strategico-per-la-crescita-turistica-della-lombardia/ https://giornaledimantova.it/attualita/ass-magoni-in-tour-a-mantova-territorio-strategico-per-la-crescita-turistica-della-lombardia/#respond Fri, 20 Jul 2018 15:14:26 +0000 https://giornaledimantova.it/?p=7305 Lara Magoni in tour a Mantova “Territorio strategico per la crescita turistica della Lombardia” Lara Magoni in tour a Mantova “Mantova e il suo territorio sono realtà di rara bellezza, con enormi potenzialità turistiche da valorizzare: un processo di crescita che può riuscire solo con la collaborazione tra istituzioni, imprenditori del settore e associazioni di […]

Continua la lettura di Ass. Magoni in tour a Mantova “Territorio strategico per la crescita turistica della Lombardia” su Giornale di Mantova.

]]>
Lara Magoni in tour a Mantova “Territorio strategico per la crescita turistica della Lombardia”

Lara Magoni in tour a Mantova

“Mantova e il suo territorio sono realtà di rara bellezza, con enormi potenzialità turistiche da valorizzare: un processo di crescita che può riuscire solo con la collaborazione tra istituzioni, imprenditori del settore e associazioni di categoria. L’obiettivo è quello di dar vita ad un progetto comune per l’esaltazione delle eccellenze locali, nell’ottica della promozione del ‘Turismo dei territori’. Oggi sono qui per ascoltare istanze e necessità e poter dunque imbastire strategie ad hoc e politiche mirate per una provincia che deve essere al centro del ‘Sistema Lombardia’”.

E’ questo il messaggio che Lara Magoni, assessore regionale al Turismo, marketing territoriale e Moda, ha lanciato ai rappresentanti istituzionali e operatori del settore che ha incontrato oggi nel suo viaggio in provincia di Mantova, in compagnia del consigliere regionale Barbara Mazzali; un tour iniziato nel capoluogo virgiliano con la visita allo splendido Palazzo Ducale, accompagnata dal Direttore Peter Assmann, poi a Palazzo Te (“Due gioielli artistici della Lombardia, patrimonio dell’umanità'”), proseguito poi a Borgo Virgilio, con tappa al Forte di Pietole, e terminato a San Benedetto Po, con la visita al complesso monastico Polironiano e la partecipazione al tavolo istituzionale “Confronto sullo sviluppo turistico dell’Oltrepò Mantovano”.

Territorio a vocazione turistica

“Il Mantovano è un territorio a forte vocazione turistica – ha detto l’assessore regionale –; dalla storia alla cultura, dai paesaggi all’ambiente e all’arte sino all’enogastronomia, Regione Lombardia si sta impegnando per valorizzarne le peculiarità e fare diventare il turismo locale un volano per l’economia e l’occupazione”. Tra gli interventi finanziati, il Consorzio Oltrepò Mantovano, in relazione al bando dedicato al turismo enogastronomico Wonderfood & Wine, è stato il capofila di un partenariato che ha beneficiato di un contributo regionale di 67.900 euro. Inoltre, nella provincia di Mantova sono stati riconosciuti 4 infopoint, di cui uno proprio a San Benedetto Po, con un contributo regionale di 131.380 euro. Ancora, nel progetto di comunicazione “Lo splendore del vero”, con il quale sono stati mappati 19 itinerari storici e religiosi maggiormente strategici, è stato individuato anche il percorso intitolato a Matilde di Canossa “La Via Matildica del Volto Santo” che passa per Mantova, attraversa San Benedetto Po e prosegue verso sud.

Numeri importanti

Un settore, quello turistico, che sta facendo registrare numeri importanti nel Mantovano, con una crescita costante nell’ultimo quinquennio: nel 2017 gli arrivi sono stati pari a 308.991, cresciuti del 36,1% rispetto all’anno 2013, mentre le presenze sono state 626.264, con una permanenza media di 2,03 giorni. “Per consolidare questi numeri – ha concluso Lara Magoni – è necessario compiere un ulteriore salto di qualità per far sì che le eccellenze dell’Oltrepò Mantovano possano essere apprezzate da un pubblico di turisti sempre maggiore grazie anche a mirate operazioni di marketing territoriale. Da qui il mio invito a proseguire con una moderna strategia di promozione della destinazione e lavorare tutti insieme verso un unico grande obiettivo assolutamente raggiungibile: rendere la nostra Lombardia la prima meta turistica italiana”.

TORNA ALLA HOME PER TUTTE LE ALTRE NOTIZIE!

Continua la lettura di Ass. Magoni in tour a Mantova “Territorio strategico per la crescita turistica della Lombardia” su Giornale di Mantova.

]]>
https://giornaledimantova.it/attualita/ass-magoni-in-tour-a-mantova-territorio-strategico-per-la-crescita-turistica-della-lombardia/feed/ 0
Ospedale di Mantova riferimento per nuove malattie rare https://giornaledimantova.it/attualita/ospedale-di-mantova-riferimento-per-nuove-malattie-rare/ https://giornaledimantova.it/attualita/ospedale-di-mantova-riferimento-per-nuove-malattie-rare/#respond Fri, 20 Jul 2018 13:36:39 +0000 https://giornaledimantova.it/?p=7301 Ospedale di Mantova riferimento per nuove malattie rare. Riconoscimento di Regione Lombardia. Ospedale di Mantova riferimento per nuove malattie rare Da Regione Lombardia arriva il riconoscimento dell’ospedale di Mantova come presidio della rete regionale per nuove malattie rare. Nella fattispecie, le patologie interessate sono le seguenti: Sindromi Autoinfiammatorie Ereditarie Familiari, Piastrinopatie Autoimmuni Primaria Croniche, Mastocitosi […]

Continua la lettura di Ospedale di Mantova riferimento per nuove malattie rare su Giornale di Mantova.

]]>
Ospedale di Mantova riferimento per nuove malattie rare. Riconoscimento di Regione Lombardia.

Ospedale di Mantova riferimento per nuove malattie rare

Da Regione Lombardia arriva il riconoscimento dell’ospedale di Mantova come presidio della rete regionale per nuove malattie rare. Nella fattispecie, le patologie interessate sono le seguenti: Sindromi Autoinfiammatorie Ereditarie Familiari, Piastrinopatie Autoimmuni Primaria Croniche, Mastocitosi Sistemica, Sindromi Miasteniche Congenite e Disimmuni, Poliangioite Microscopica, Granulomatosi Eosinofilica con Poliangite, Arterite a Cellule Giganti, Sarcoidosi, Malattie Interstiziali Polmonari Primitive, Sclerosi Sistemica Progressiva.

Ospedale di Bozzolo presidio per le neuropatie

Anche l’ospedale di Bozzolo entra per la prima volta tra i presidi di rete per le Neuropatie ereditarie. La decisione è arrivata dopo un’istruttoria condotta da Regione in collaborazione con il Centro di Ricerche Cliniche per le malattie rare Aldo e Cele Daccò dell’Istituto di Ricerche Farmacologiche Mario Negri di Ranica (Bergamo).

30 malattie rare

In totale, attualmente, l’ASST di Mantova è in grado di gestire 30 malattie rare. Essere centro di riferimento per una malattia rara significa possedere esperienza in attività diagnostica e terapeutica, oltre alla dotazione delle strutture di supporto. Il centro di riferimento rilascia la certificazione di diagnosi per patologia rara, prodotta dallo specialista che ha in carico il paziente, utile a ottenere l’attestato di esenzione a validità illimitata rilasciato. Inoltre, al presidio di Bozzolo viene attribuita la possibilità di offrire un percorso di riabilitazione codificato per la malattia di Charcot-Marie-Tooth e di rilasciare la relativa certificazione di patologia.

“Un risultato importante – commenta Piero Superbi, direttore facente funzione dei presidi ospedalieri di Asola e Bozzolo, nonché referente aziendale delle malattie rare per la Direzione Sanitaria – ottenuto grazie all’impegno costante e alle competenze dei professionisti dell’Azienda Socio Sanitaria Territoriale di Mantova, su impulso di una Direzione Strategica da sempre attenta alla salute delle persone più fragili”.

Per maggiori informazioni è possibile consultare il sito www.asst-mantova.it e www.malattierare.marionegri.it

TORNA ALLA HOME PER TUTTE LE ALTRE NOTIZIE!

Continua la lettura di Ospedale di Mantova riferimento per nuove malattie rare su Giornale di Mantova.

]]>
https://giornaledimantova.it/attualita/ospedale-di-mantova-riferimento-per-nuove-malattie-rare/feed/ 0
Insalatone, la passione anche dei Gonzaga https://giornaledimantova.it/attualita/insalatone-la-passione-anche-dei-gonzaga/ https://giornaledimantova.it/attualita/insalatone-la-passione-anche-dei-gonzaga/#respond Fri, 20 Jul 2018 13:26:51 +0000 https://giornaledimantova.it/?p=7250 Insalatone, la passione dei Gonzaga: anche nel Rinascimento c’era una forte attenzione a questo tipo di portata. Insalatone: la passione dei Gonzaga Tempo d’estate e di piatti freschi, leggeri e con un occhio alla prova costume. Ecco che allora in questo periodo lo sguardo ricerca nel menù la parola “insalatona”. Sarà difficile da credere ma […]

Continua la lettura di Insalatone, la passione anche dei Gonzaga su Giornale di Mantova.

]]>
Insalatone, la passione dei Gonzaga: anche nel Rinascimento c’era una forte attenzione a questo tipo di portata.

Insalatone: la passione dei Gonzaga

Tempo d’estate e di piatti freschi, leggeri e con un occhio alla prova costume. Ecco che allora in questo periodo lo sguardo ricerca nel menù la parola “insalatona”. Sarà difficile da credere ma anche nel Rinascimento c’era una forte attenzione a questo tipo di portata perché rinfrescante e utilizzava molte tipologie di verdure e vegetali che le Corti si inviano come doni per stupire. Questi prodotti, coltivati negli orti del Palazzo, venivano spediti correlati da lettere che ne consigliavano l’utilizzo e la ricetta migliore.

Le ricette scambiate come in un blog di cucina

Così Isabella d’Este chiede “sementi di capucci” e “radici di Mugetti” per rendere più saporite le sue insalate. I Gonzaga avevano una forte attenzione verso i cocumari, le olive di Spagna, le niziole (nocciole), capperi, finocchio, ceci bianchi e fiori di lauro. Stupisce la quantità che viene richiesta per le cosiddette anime ovvero i semi di zucca che venivano abbrustoliti e mangiati. Allo stesso modo anche per i semi di melanzana seppur giudicata ancora con un certo disprezzo. Gli asparagi invece piacciono tantissimo a Barbara di Brandeburgo e a Federico II Gonzaga. Sulla tavola del Principe non mancavano mai il crescione e il raperonzolo. Da non sottovalutare l’aspetto medicamentoso di molte di queste erbe che infatti generano orti e coltivazioni ad uso prettamente officinali come il noto Giardino dei Semplici di Palazzo Ducale.

Origine del termine tra salata e aceto

Ma vi siete chiesti l’origine del termine insalata? Anche nel passato si mangiavano molte ricche e condite con sale e aceto. E forse non è un caso se insalata e sale si assomigliano anche in inglese (salad e salt). Infatti nel periodo romano le insalate così preparate si chiamavano acetarie. Pare infatti che l’olio si aggiungesse solo per perfezionarne il gusto.

Nel 1570 il medico e botanico Costanzo Felici scrive una Lettera sopra l’insalata e piante che in qualunque modo vengono per cibo del’homo. Questa lettera viene inviata al suo maestro Ulisse Aldrovandi che pare essere ghiotto di insalate. Se ne consiglia l’uso all’inizio del pasto dato che la sua acidità “aguzza et incita appetito” e favorisce così la digestione.

Insalatona self service. Fatela voi!

Insalata è anche il titolo del testo di Giovanni Battista Vigilio che narra di una cronaca di vita mantovana della seconda metà del Cinquecento. Viene riportata una ricetta per preparare una saporita insalata con questi ingredienti nella loro terminologia rinascimentale.
Erbe: endivia, latucha, dragone, riccola, stella, pimpinella, menta, citornella, lingua boyna, brusca, garzetta, boragine, zermuglii, cipolle.
Fiori: di boraginbe, di salvia, di lingua boyna, d’osmerino, di cedro, di naranzo.
Frutti: formazo, capparini, cedro, limone, olive, carotta, ravanelli, ovi duri.
Conditi: tarantello, anguilla, sardelle, encchiove, caviato, superspada, lingua sallata, zuccaro, uva passarina, sale, olio, acete, peppe.

A questo punto, come un gioco di una qualsiasi app legata al food, tocca a voi scegliere gli ingredienti e preparare una insalatona rinascimentale.
Scriveteci poi come è andata all’indirizzo valorizzazione.mantova@gmail.com

TORNA ALLA HOME PER TUTTE LE ALTRE NOTIZIE!

Continua la lettura di Insalatone, la passione anche dei Gonzaga su Giornale di Mantova.

]]>
https://giornaledimantova.it/attualita/insalatone-la-passione-anche-dei-gonzaga/feed/ 0
Scontro fatale tra moto e auto, muore 37enne https://giornaledimantova.it/cronaca/scontro-fatale-tra-moto-e-auto-muore-37enne/ https://giornaledimantova.it/cronaca/scontro-fatale-tra-moto-e-auto-muore-37enne/#respond Fri, 20 Jul 2018 12:21:52 +0000 https://giornaledimantova.it/?p=7298 Scontro fatale tra moto e auto sulla statale tra Castiglione Mantovano e Mozzecane (VR) Scontro fatale tra moto e auto Questa mattina, venerdì 20 luglio, si è verificato un incidente mortale. Erano le 5.30 circa, quando una moto è entrata in collisione con un furgone per la raccolta dei rifiuti lungo la strada regionale 62 […]

Continua la lettura di Scontro fatale tra moto e auto, muore 37enne su Giornale di Mantova.

]]>
Scontro fatale tra moto e auto sulla statale tra Castiglione Mantovano e Mozzecane (VR)

Scontro fatale tra moto e auto

Questa mattina, venerdì 20 luglio, si è verificato un incidente mortale. Erano le 5.30 circa, quando una moto è entrata in collisione con un furgone per la raccolta dei rifiuti lungo la strada regionale 62 tra Castiglione Mantovano e Mozzecane.

Una persona deceduta

L’impatto è stato fatale per motociclista di 37 anni di Dossobuono di Villafranca (VR), deceduto nonostante l’intervento di ben due ambulanze, una con infermiere a bordo, l’altra medicalizzata. Nell’urto il centauro è stato sbalzato per una trentina di metri, finendo contro un albero. Gli operatori del 118 non hanno potuto che constatare il decesso della persona. Il 37enne stava raggiungendo Mantova per iniziare il turno di lavoro alla Versalis come vigile del fuoco.

Polizia stradale

Sul posto è intervenuta anche una pattuglia della polizia stradale.

TORNA ALLA HOME PER TUTTE LE ALTRE NOTIZIE!

Continua la lettura di Scontro fatale tra moto e auto, muore 37enne su Giornale di Mantova.

]]>
https://giornaledimantova.it/cronaca/scontro-fatale-tra-moto-e-auto-muore-37enne/feed/ 0
Conferme e novità ai vertici di Coldiretti Lombardia https://giornaledimantova.it/economia/conferme-e-novita-ai-vertici-di-coldiretti-lombardia/ Fri, 20 Jul 2018 15:18:10 +0000 https://giornaledimantova.it/?p=7308 Ettore Prandini confermato Presidente di Coldiretti Lombardia, la principale associazione di rappresentanza agricola a livello regionale. L’elezione – spiega la Coldiretti – è avvenuta durante l’assemblea a Milano, alla presenza del Presidente di Regione Lombardia Attilio Fontana, del Ministro delle Politiche Agricole Gian Marco Centinaio, dell’Assessore regionale all’Agricoltura, Alimentazione e Sistemi Verdi Fabio Rolfi, dell’Assessore […]

Continua la lettura di Conferme e novità ai vertici di Coldiretti Lombardia su Giornale di Mantova.

]]>
Ettore Prandini confermato Presidente di Coldiretti Lombardia, la principale associazione di rappresentanza agricola a livello regionale. L’elezione – spiega la Coldiretti – è avvenuta durante l’assemblea a Milano, alla presenza del Presidente di Regione Lombardia Attilio Fontana, del Ministro delle Politiche Agricole Gian Marco Centinaio, dell’Assessore regionale all’Agricoltura, Alimentazione e Sistemi Verdi Fabio Rolfi, dell’Assessore regionale all’Ambiente e Clima Raffaele Cattaneo, dell’Assessore regionale al Territorio e Protezione Civile Pietro Foroni.

Ettore Prandini confermato Presidente

Ettore Prandini, 45 anni, bresciano, è laureato in giurisprudenza, guida un’azienda zootecnica di bovini da latte e gestisce anche un’impresa vitivinicola con produzione di Lugana. Al vertice della Coldiretti Lombardia dal 2012, è Vice Presidente della Coldiretti Nazionale dal 2014 e Presidente della Federazione Provinciale della Coldiretti di Brescia dal 2006.

Nuovo consiglio

E’ stato eletto anche il nuovo Consiglio della Federazione Coldiretti Lombardia, formato dallo stesso Ettore Prandini (Brescia), da Alberto Brivio (Bergamo), Alessandro Rota (Milano, Lodi, Monza Brianza), Fortunato Trezzi (Como, Lecco), Fernando Fiori (Varese), Silvia Marchesini (Sondrio), Paolo Carra (Mantova), Stefano Greppi (Pavia), Paolo Voltini (Cremona), Enrico Bettoni (Brescia), Simone Minelli (Mantova), Alberto Lucotti (Pavia), Wilma Pirola (Donne Impresa), Franca Sertori (Pensionati), Carlo Maria Recchia (Giovani).

Continua la lettura di Conferme e novità ai vertici di Coldiretti Lombardia su Giornale di Mantova.

]]>
Centro prelievi e Cup, al via il cantiere per la nuova struttura https://giornaledimantova.it/attualita/centro-prelievi-e-cup-al-via-il-cantiere-per-la-nuova-struttura/ https://giornaledimantova.it/attualita/centro-prelievi-e-cup-al-via-il-cantiere-per-la-nuova-struttura/#respond Fri, 20 Jul 2018 09:04:36 +0000 https://giornaledimantova.it/?p=7257 Centro prelievi e Cup, al via il cantiere per la ristrutturazione dell’ex lavanderia del Poma. Centro prelievi e Cup: al via i lavori Aprirà il 26 luglio, all’ospedale di Mantova, il cantiere per la ristrutturazione dell’ex lavanderia. L’edificio ospiterà il Cup-Centro Unico di Prenotazione e il Centro Prelievi. Cup e Centro Prelievi sorgeranno al piano […]

Continua la lettura di Centro prelievi e Cup, al via il cantiere per la nuova struttura su Giornale di Mantova.

]]>
Centro prelievi e Cup, al via il cantiere per la ristrutturazione dell’ex lavanderia del Poma.

Centro prelievi e Cup: al via i lavori

Aprirà il 26 luglio, all’ospedale di Mantova, il cantiere per la ristrutturazione dell’ex lavanderia. L’edificio ospiterà il Cup-Centro Unico di Prenotazione e il Centro Prelievi. Cup e Centro Prelievi sorgeranno al piano terra. I lavori interesseranno anche il piano interrato e le aree esterne.

La struttura, dismessa da circa sei anni a seguito dell’esternalizzazione delle attività di lavanderia e guardaroba, si trova in una posizione strategica: è centrale rispetto al complesso ospedaliero e in collegamento diretto con i due ingressi principali e con le palazzine circostanti. Le attività del Centro Unico di Prenotazione e del Centro Prelievi potranno tra l’altro continuare a funzionare regolarmente durante i lavori.

Nel corso dell’intervento di recupero dello stabile, i percorsi saranno parzialmente modificati per garantire lo svolgimento dei lavori e l’accessibilità ai servizi da parte dell’utenza in piena sicurezza. Il primo provvedimento sarà il divieto di accesso e sosta ai veicoli nell’area antistante la palazzina occupata dall’attuale sede del Cup, della mensa e del CAO per consentire l’allestimento della zona di cantiere. Prossimamente saranno fornite indicazioni dettagliate su ulteriori modifiche che riguarderanno la circolazione e le vie di accesso alle strutture coinvolte.

Il nuovo padiglione

L’intervento permetterà di disporre di un complesso moderno, organizzato secondo una logica di ottimizzazione dei percorsi e degli spazi per gli operatori e per gli utenti. L’importo complessivo dei lavori è di oltre 2.500.000 euro, finanziati da Regione Lombardia. Quale sarà la fisionomia del nuovo padiglione?

Piano interrato
Nell’area a disposizione saranno collocati gli spogliatoi del personale e i servizi igienici, oltre a locali tecnici e depositi. Sono in programma lavori strutturali, di riqualificazione degli impianti e di adeguamento alla normativa antincendio.

Piano terra
Al piano terra sono disponibili mille metri quadrati da suddividere in due aree: Centro Unico di Prenotazione, in prossimità dell’ingresso principale, e Centro prelievi. È previsto uno spazio per l’attesa del pubblico con circa 200 posti a sedere; le postazioni di front office saranno in grado di gestire le richieste di prenotazione, di pagamento, di consegna referti e di informazione ai cittadini con una dotazione di 12 sportelli, uffici, depositi, servizi igienici. Al Centro Prelievi saranno realizzati ambulatori per visite, i locali accettazione-ritiro campioni, i box prelievi, sala d’attesa con circa 100 posti a sedere, locale tecnico e postazione micro-biologica.

Aree esterne
Il progetto prevede l’adeguamento della rampa principale di accesso, in conformità alla normativa vigente. Verrà demolita la seconda rampa sul fronte nord e realizzata una nuova scala. Quest’ultima si raccorderà al nuovo collegamento esterno, che fungerà da uscita per gli utenti disabili. Saranno inoltre creati posti auto disabili in prossimità della rampa principale di accesso all’edificio.

Umanizzazione e benessere

Le scelte dei materiali e le caratteristiche del progetto sono in linea con il concetto di umanizzazione dei luoghi di cura. Al primo posto, il benessere dei cittadini a vari livelli: ambientale; acustico, per la riduzione dei rumori aerei interni; visivo, grazie allo studio del colore. Tra gli obiettivi principali del progetto igiene, salubrità e uso di materiali ecologici che rispondono a esigenze di durevolezza, manutenibilità e sostenibilità.

TORNA ALLA HOME PER TUTTE LE ALTRE NOTIZIE!

Continua la lettura di Centro prelievi e Cup, al via il cantiere per la nuova struttura su Giornale di Mantova.

]]>
https://giornaledimantova.it/attualita/centro-prelievi-e-cup-al-via-il-cantiere-per-la-nuova-struttura/feed/ 0
Beni confiscati alle mafie. Fiasconaro (M5S): sì a 3 milioni in più e più fondi per vittime usura https://giornaledimantova.it/politica/beni-confiscati-alle-mafie-fiasconaro-m5s-si-a-3-milioni-in-piu-e-piu-fondi-per-vittime-usura/ https://giornaledimantova.it/politica/beni-confiscati-alle-mafie-fiasconaro-m5s-si-a-3-milioni-in-piu-e-piu-fondi-per-vittime-usura/#respond Fri, 20 Jul 2018 08:37:50 +0000 https://giornaledimantova.it/?p=7260 Beni confiscati alle mafie: approvati tre emendamenti del Movimento 5 Stelle. Beni confiscati alle mafie Nel corso della Commissione regionale Programmazione e Bilancio sull’Assestamento di Bilancio  sono stati approvati tre emendamenti del Movimento 5 Stelle che attribuiscono al contrasto alle mafie e al sostegno alle vittime di usura più risorse rispetto a quanto preventivato. “Segnale […]

Continua la lettura di Beni confiscati alle mafie. Fiasconaro (M5S): sì a 3 milioni in più e più fondi per vittime usura su Giornale di Mantova.

]]>
Beni confiscati alle mafie: approvati tre emendamenti del Movimento 5 Stelle.

Beni confiscati alle mafie

Nel corso della Commissione regionale Programmazione e Bilancio sull’Assestamento di Bilancio  sono stati approvati tre emendamenti del Movimento 5 Stelle che attribuiscono al contrasto alle mafie e al sostegno alle vittime di usura più risorse rispetto a quanto preventivato.

“Segnale importantissimo”

Andrea Fiasconaro, consigliere regionale M5S Lombardia, dichiara: “E’ un segnale importantissimo: c’è un impegno concreto della Lombardia nel contrasto alla criminalità organizzata e per il sostegno alle vittime di usura. Grazie ai nostri emendamenti la Lombardia investirà un milione di euro in più all’anno, per i prossimi 3 anni, nel fondo regionale per il recupero e il riutilizzo dei beni confiscati. Sono finanziamenti fondamentali, restituire ai cittadini i beni delle mafie è una vittoria dello Stato. Abbiamo anche ottenuto 150 mila euro in più per il fondo per le vittime di usura ed estorsione. Andranno per la consulenza, l’assistenza legale, e per garantire continuità lavorativa ai piccoli imprenditori vittime di usura, una piaga contemporanea. Ovviamente apprezziamo lo sforzo della nostra Regione in questa direzione, sono temi questi alla base di un lavoro serio di contrasto e prevenzione di ogni forma di illegalità”.

TORNA ALLA HOME PER TUTTE LE ALTRE NOTIZIE!

Continua la lettura di Beni confiscati alle mafie. Fiasconaro (M5S): sì a 3 milioni in più e più fondi per vittime usura su Giornale di Mantova.

]]>
https://giornaledimantova.it/politica/beni-confiscati-alle-mafie-fiasconaro-m5s-si-a-3-milioni-in-piu-e-piu-fondi-per-vittime-usura/feed/ 0