Idee in comune 2019: bilancio Partecipativo della Città di Mantova

La scelta ai cittadini

Dall’8 al 28 ottobre 2019 i cittadini potranno scegliere fino a 3 progetti tra quelli in gara. Saranno finanziati i progetti che ricevono più preferenze entro i limiti di spesa previsti di 150 mila euro di investimenti, più 50 mila euro di spesa corrente. Il Bilancio Partecipativo 2019 del Comune di Mantova entra nella fase della votazione che consentirà nell’effettuare la scelta dei progetti da realizzare, tra quelli proposti direttamente dai cittadini. Si potrà votare dall’8 al 28 ottobre 2019. I cittadini potranno scegliere fino a tre progetti tra quelli in gara.

Per votare

Potranno votare tutti i cittadini residenti nel Comune di Mantova aventi almeno 16 anni di età (al 31-12-2018, nati entro il 2002) e gli studenti universitari iscritti presso le sedi di Mantova. Per esprimere le preferenze è necessario compilare la scheda con una X a fianco ai tre progetti scelti, oppure si può votare online sul sito: mantova.bipart.it.

La scheda si può compilare negli orari di apertura degli uffici presso il Comune di Mantova in via Roma 39, nella sede dei Lavori Pubblici in via Visi 48, alla Biblioteca Baratta in corso Garibaldi 88, a Lunetta in viale Lombardia 14, nei gazebi di piazza Mantegna giovedì mattina (il 17 e il 24 ottobre) e il sabato pomeriggio (il 12 e il 26 ottobre), in piazza Martiri di Belfiore sabato mattina (sempre il 12 e il 26 ottobre).

Le proposte da votare

“Ora tocca ai cittadini scegliere”

“Ora tocca ai cittadini scegliere e orientare in tal modo le priorità per l’amministrazione – ha osservato l’assessore al Welfare Andrea Caprini-. La fase della votazione è quella che più rappresenta la partecipazione, il rimettere la decisione nelle mani dei cittadini, che diventano ancora una volta protagonisti e responsabili. Ognuno potrà votare tre progetti, scegliendo tra le proposte elaborate da altri cittadini quelle che anche secondo lui sono le più importanti. Il nostro impegno sarà quello di realizzare le più votate entro il 2020”.

A disposizione 200mila euro

“Siamo riusciti anche quest’anno a trovare la compatibilità di bilancio – ha aggiunto il vice sindaco e assessore alle Attività Produttive Giovanni Buvoli – e mettere a disposizione importanti risorse del nostro bilancio per far partecipare i cittadini al processo decisionale inerente le cose da fare sul nostro territorio. Anche quest’anno mettiamo a disposizione 200.000 euro ma con la novità che il concorso di idee sarà non solo per opere pubbliche da effettuare ma anche 50mila euro per proporre nuovi servizi che potrebbero essere utili ai cittadini. Voglio ringraziare tutta la struttura del settore finanziario perché, nonostante le ingenti cifre che vengono impegnate tutti gli anni nei vari settori, è riuscita a trovare le risorse ancora una volta per il bilancio partecipativo”.

“Parte la seconda edizione del bilancio partecipato – ha concluso l’assessore ai Lavori Pubblici Nicola Martinelli -. Tale iniziativa rappresenta un’occasione straordinaria di partecipazione diretta dei cittadini alla vita della città. Le idee sono molte e i cittadini stessi decideranno quale di queste verrà realizzata. È anche un’occasione importante per l’amministrazione perché il bilancio partecipativo rappresenta anche uno stimolo per un confronto costruttivo con i cittadini e le loro idee. Si voterà online, collegandosi al sito, ma anche offline ovvero in modo cartaceo in più luoghi nei quartieri ed anche ai gazebo che allestiremo in centro storico. Io stesso, insieme a consiglieri comunali sarò presente tutti i giovedì in occasione del mercato in piazza Mantegna per raccogliere i voti dei cittadini”.

TORNA ALLA HOME