M5S Viadana: dal 2015 l’amministrazione di Viadana latita sul problema della viabilità della frazione di Casaletto.

Il comunicato del M5S di Viadana

“Abbiamo seguito con interesse il dibattito pubblicato dalla stampa locale, riguardante l’annosa questione della viabilità nella frazione di Casaletto, resa particolarmente pericolosa da quando è stata interrotta la funzionalità dell’impianto semaforico cosiddetto “rosso stop”. Su questo problema ci stiamo battendo da anni con l’Amministrazione comunale viadanese, ricevendo, alternativamente, promesse mai mantenute e accuse di rincorrere consensi. Alla nostra interrogazione del 26.10.2015, l’assessore Rossi ci informò, il successivo 30 ottobre 2019, di avere già ricevuto segnalazioni dai cittadini della frazione, assicurandoci, testuali parole, che gli impianti semaforici: “certamente verranno riattivati entro l’anno”.

Ben diverso esito ebbe la nostra interrogazione del 10.10.2018, definita: “Un atto poco utile, se non a ricercare consenso nel breve periodo……si tratta di problematiche su tratte di competenza provinciale. Per cui si rivolgano alla Provincia di Mantova”.”

Necessario l’intervento della Provincia di Mantova

“Ora l’assessore Bellini ci informa di avere inviato recentemente alla Provincia delle proposte per risolvere il problema, proposte che, tuttavia, non risultano pervenute; non rinuncia poi alla sua proverbiale ironia quando afferma che: “il dispositivo “rosso stop” è installabile solo in prossimità di incroci e non capisco dove possa essere installato a Casaletto”. Segnaliamo, a tal proposito, che a Casaletto un incrocio esiste ed è costituito dall’intersezione di Via S.Ignazio con la SP59, sulla quale, pochi metri prima, confluisce anche Via Isonzo.

Leggi anche:  Emergenza asili "Meno di un bimbo su 4 va all'asilo nido, Regione faccia di più!"

Al di là delle facili polemiche, rileviamo purtroppo che, ancora una volta, l’Amministrazione viadanese si dimostra colpevolmente latitante nel porre il massimo sforzo alla soluzione di situazioni vissute in modo problematico dai cittadini, mostrando il proprio massimo interesse solo ora, a pochi mesi di distanza dal rinnovo del Consiglio Comunale.”

TORNA ALLA HOME