Si è tenuto nella giornata di ieri il corteo antifascista e antirazzista organizzato da Cgil, Uil, Anpi, Arci, Arcigay, Uil, Mantova per la Pace e Movimento Federalista europeo. Al quale hanno aderito altre organizzazioni e associazioni.

Corteo antifascista

L’avevano annunciato in seguito all’insediamento di Casapound a Mantova. Anche il Pd provinciale aveva ufficializzato mediante comunicato stampa la sua presenza all’evento. A spiegarci le ragioni della manifestazione sono stati proprio i rappresentati di Anpi, sezione Tolazzi:

“Mantova è una città piccola e relativamente tranquilla con problemi di inquinamento e disoccupazione: la presenza di una sede neofascista è stata percepita come un nuovo problema che si aggiunge agli altri. Casapound infatti non è un movimento “nuovo”, da anni riempie le cronache giudiziarie con casi di spaccio, rapporti con la criminalità organizzata fino ad un caso di tentato omicidio; se a tutto questo aggiungiamo che la storia di Mantova purtroppo ricca di donne e uomini che hanno subito la violenza dello squadrismo, della dittatura e dell’occupazione nazista è chiaro come ci sia stata una sollevazione generale per rispondere a questa presenza sgradita.”

LEGGI ANCHE: Casapound a Mantova: le proposte per la città e la candidatura di un sindaco

Leggi anche:  Michele Falcone è il nuovo assessore ai lavori pubblici di Castiglione delle Stiviere

Adesioni dei sindaci

Non soltanto Mattia Palazzi in prima fila, ma anche delegazioni di appoggio dalle vicine Marmirolo, Suzzara, Gonzaga, Porto Mantovano, Pegognaga, Medole, San Giorgio, Villimpenta e anche San Benedetto Po.  “Siamo qui per fare il nostro dovere, noi non siamo indifferenti” cita Gramsci il segretario provinciale della Cgil Soffiati, che in questa frase restituisce il senso della manifstazione. Nel mirino non c’è solamente Casapound ma, dicono gli organizzatori, anche il clima di rabbia disseminata da questo Governo.

Ecco il video del corteo diffuso dall’Arci

Il corteo

Il corteo si è mosso dal parcheggio di piazzale Gramsci passando per via Dugoni e via Chiassi. Nessun episodio di natura violenta o tafferuglio. La manifestazione si è svolta serenamente: massiccio il dispiegamento delle forze dell’ordine.

LEGGI ANCHE: Tragedia di Sabbioneta, la madre disperata: mi dicevano di avere pazienza