Discriminazione donne: arriva il protocollo d’intesa a tutela delle lavoratrici.

Pari opportunità sui luoghi di lavoro

Sottoscritto il 15 febbraio scorso nella sede dell’Ispettorato Territoriale del Lavoro di Mantova il nuovo Protocollo d’intesa tra la Consigliera di Parità della Provincia di MantovaGaia Cimolino e il Capo dell’Ispettorato Territoriale del Lavoro di Mantova Silvana Catalano. Il documento è stato firmato anche dal Consigliere di Parità Supplente Giovanni Pugliese. “Scopo dell’accordo è tutelare le lavoratrici e favorire le pari opportunità nei luoghi di lavoro, contrastando ogni forma di discriminazione – afferma Catalano -. La collaborazione con gli Ispettorati territoriali è di fondamentale importanza per individuare procedure efficaci di rilevazione delle violazioni alla normativa in materia di parità, pari opportunità e garanzia contro le discriminazioni. Questi sono i principali obiettivi del Protocollo d’intesa che ci vedono fianco a fianco”.

Nuovo impulso all’iniziativa

Le parti si sono impegnate a dare nuovo impulso alla già consolidata collaborazione, volta a favorire la piena applicazione della normativa in materia di parità e di pari opportunità tra uomo e donna e a implementare le azioni di contrasto alle discriminazioni di genere nel luogo di lavoro. “Il Protocollo d’intesa dimostra la volontà delle parti di coordinare le rispettive attività di disincentivazione di qualsiasi forma di discriminazione di genere, diretta o indiretta, nei luoghi di lavoro – afferma Cimolino – e la concertazione di interventi mirati, nell’ambito delle rispettive funzioni, anche al fine di accertare, reprimere e sanzionare fenomeni di sfruttamento lavorativo”. Spiega a sua volta il Consigliere di Parità supplente Pugliese che “Lo scambio di informazioni, dati in materia di occupazione femminile e discriminazione nei luoghi di lavoro rafforzerà le reciproche esperienze e buone prassi sulle tematiche della parità”. La firma del Protocollo d’intesa a livello territoriale richiama le indicazioni in tema di pari opportunità già riprese nel Protocollo nazionale che vede l’Ispettorato Nazionale del Lavoro promotore, assieme alla Consigliera nazionale di parità, dell’accordo siglato il 6 giugno del 2018, nel quale viene riconosciuta e valorizzata la collaborazione tra i due soggetti, soprattutto per rendere disponibili alle Consigliere i dati relativi alle lavoratrici madri e fornire il necessario supporto in casi di tutela per la mancata applicazione della normativa sulle pari opportunità.

Leggi anche:  Congresso mondiale delle famiglie Verona, Di Maio: “Nessuno del M5S andrà”

 

LEGGI ANCHE: Schianto mortale: 21enne di Marmirolo muore all’alba FOTO