Il Comune di Gonzaga punta sul welfare a 360 gradi. Il sindaco Galeotti: “Sisma, cultura, servizi sociali di prossimità e lavoro le priorità”.

Ok alle linee programmatiche

Sono state approvate a maggioranza, con l’astensione del gruppo di minoranza Gonzagattiva, le linee programmatiche relative alle azioni e ai progetti da realizzare nel corso del mandato, illustrate e motivate dalla sindaca Elisabetta Galeotti nel consiglio comunale di martedì 25 giugno 2019.

Al centro il welfare a 360 gradi

Nel programma risulta preminente la componente del welfare di comunità nel suo complesso, che si traduce nel coinvolgimento coordinato di tutti gli assessorati nella realizzazione dei temi strategici dell’azione di governo: il recupero e la restituzione alla comunità degli immobili danneggiati dal sisma, la diffusione della cultura, i servizi sociali di prossimità, la valorizzazione dell’associazionismo e del volontariato, il protagonismo dei giovani e la loro partecipazione, l’impegno ambientale e l’eco-sostenibilità, lo sviluppo produttivo e la promozione del lavoro.

“Rendere Gonzaga attrattiva”

Oggi troviamo Gonzaga viva, domani la vogliamo attrattiva – ha spiegato la sindaca Galeotti – attrattiva per le persone, per le imprese, per le idee. Attrattiva sotto il profilo sociale, relazionale, culturale, economico, dell’integrazione. Attrattiva anche rispetto agli altri enti, come i Comuni limitrofi, con i quali proseguiamo nel rafforzare dialogo, cooperazione, coordinamento e sviluppo. La concretezza è la caratteristica identificativa del piano strategico, che potrà essere aggiornato in base all’evoluzione del contesto socio-economico, ma che metterà al centro ciò che più direttamente interessa il cittadino“.

Leggi anche:  Gioven-Tù: a Gonzaga al via i corsi per il tempo libero dei ragazzi

 

LEGGI ANCHE: Centro per l’impiego di Viadana chiuso i martedì di luglio