Il Segretario Provinciale della Lega Mantova,Antonio Carra, tramite un comunicato stampa ha risposto a tono alle accuse lanciate dal M5S di Viadana relative alla festa della Lega che vedrà Matteo Salvini presente sul palco cittadino sabato prossimo.

La denuncia del M5s di Viadana

Secondo la denuncia fatta dal M5S di Viadana, la Lega cittadina avrebbe proposto agli esercenti di ottenere una percentuale del guadagno che questi ultimi percepiranno grazie alla festa leghista che si svolgerà questo fine settimana proprio a Viadana e che vedrà presente anche l’ex vice premier Matteo Salvini. Richiesta che, a quanto riferito dai 5 Stelle, si sarebbe ora trasformata in una domanda di donazione volontaria nei confronti del partito da parte di chi vorrà partecipare alla causa. Inoltre i pentastellati hanno espresso perplessità circa la modalità di gestione della ristorazione durante la manifestazione.

Il comunicato stampa della Lega Mantova

“In merito all’articolo di oggi sulla festa provinciale lega a Viadana, occorre fare chiarezza visti i soliti attacchi vili da parte di chi è già in campagna elettorale. La Festa Provinciale della Lega, storicamente e ancora oggi, è sempre stata organizzata dalla segreteria provinciale. Nelle  precedenti edizioni era ubicata presso l’area feste di Goito, dove il partito allestiva gli stand e il ricavato restava nelle casse della segreteria stessa.”

La festa provinciale della Lega a Viadana

“Quest’anno si è deciso di fare la Festa a Viadana cogliendo l’occasione del saluto che il nostro Segretario Matteo Salvini ha promesso di portare personalmente alla famiglia di Giovanni Cavatorta, compianto sindaco di Viadana venuto a mancare prematuramente nel mese di maggio. 
Quanto alla location, si è optato per la piazza per consentire a tutti i commercianti di lavorare e poter allestire i loro stand, per i quali autonomamente hanno richiesto le autorizzazioni necessarie. Avendo evitato di organizzare una festa in autonomia, la Lega permetterà quindi ai commercianti viadanesi di beneficiare, sia livello economico che professionale, della presenza di molte persone potenziali clienti, a differenza di PD e 5 Stelle che sono invece impegnati a tassarli.
Nessuno della Dirigenza della Segreteria Provinciale ha preso accordi con alcuno o dato mandati a sottoscrivere contratti relativamente agli incassi, nè tantomeno su % di ogni tipo. Se qualcuno lo ha fatto, e ne dubitiamo, fin d’ora ci dissociamo.

Tutto regolare per la festa

“Quanto alla regolarità tecnica della festa: sono state richieste l’occupazione suolo pubblico e la scia per il punto bar; sono state inviate le dovute comunicazioni di manifestazione temporanea; è stato comunicato alla Questura il tutto e, per la gestione delle emergenze, è stato predisposto sul portale AREU il piano di emergenza sanitaria, nonchè organizzata una squadra di Vigili del fuoco con rischio alto e predisposto il piano emergenza di evacuazione; tutte le documentazioni sono state inviate a Comune e Questura. Scopo di PD e 5Stelle, coadiuvati dai soliti noti, è quello di denigrare e diffamare l’avversario politico: sappiano che i legali sono stati già allertati per le querele del caso.”
(In copertina il segretario Provinciale della Lega Mantova Antonio Carra in posa con Matteo Salvini)