Mussolini cittadino onorario di Mantova: la revoca della cittadinanza del Duce in realtà è stata solamente esibita, ma non formalizzata.

Mussolini cittadino onorario di Mantova

Il 21 maggio 1924 Mantova conferiva la cittadinanza onoraria a Benito Mussolini. Il 12 febbraio scorso, proprio a ridosso delle elezioni, il Consiglio Comunale della città ha approvato la mozione presentata da Pd, Sinistra italiana e lista civica Palazzi che non avevano l’intento di cancellare la storia bensì, come più volte sottolineato, discutere quali valori il consiglio e la città intendano celebrare. Iniziativa che fece notizia a livello nazionale, plausi e qualche inevitabile polemica, ma soprattutto incassò il consenso di molti politici di spicco fra cui l’allora presidente della Camera Laura Boldrini.

Poi?

Al momento, per essere pratici, Mussolini risulta ancora cittadino onorario della città. Con altissima probabilità lo sarà anche questo 25 aprile, la data limite che Fausto Banzi, ispiratore della mozione della maggioranza di centrosinistra, aveva posto come limite in modo che il 73° anniversario della Liberazione fosse celebrato senza il Duce in veste di cittadino onorario. Per rendere ufficiale la revoca, infatti, è necessario che il Consiglio Comunale torni in aula e deliberi in merito. Il segretario generale del Comune Iapicca ha infatti spiegato lo stato attuale delle cose a Massimo Allegretti – presidente del Consiglio Comunale – che gli aveva chiesto delucidazioni in merito.

Leggi anche:  Elezione diretta del presidente della Repubblica: se ne discute a Milano

Manca la deliberazione di revoca

Il segretario ha osservato che nell’ambito della seduta del 12 febbraio scorso il Consiglio Comunale ha approvato una proposta con la quale i consiglieri chiedono che la cittadinanza a Mussolini venga rapidamente revocata. Il meeting non si è concluso quindi con una vera e propria deliberazione di revoca della cittadinanza. A fronte di ciò, se si vuole ufficializzare la cosa si deve così agire e tornare in aula. Al momento, quindi, nonostante le intenzioni sbandierate, Mussolini a livello ufficiale è ancora cittadino onorario di Mantova e pare che non ci sia più la fretta ravvisata in periodo elettorale, nel correggere il tiro.

di Valeria Panzeri