Il sindaco di Bozzolo, Giuseppe Torchio, in aperta polemica con i continui disservizi di Trenord e con le scelte dell’AD Piuri.

Il sindaco di Bozzolo contro Trenord

La recente ipotesi, paventata dal nuovo AD di Trenord Marco Piuri di sopprimere alcuni treni sostituendoli con autobus sta incassando critiche e perplessità. Anche se, ribadiamo, al momento si resta ancora nel campo delle ipotesi. Strategia che non è piaciuta nemmeno al primo cittadino di Bozzolo:

“Pensa che siamo carne da macello, avrà le risposte che si merita. Se la Regione, azionista per il 50% di Trenord e Roma (RFI) del resto, ritengono di prenderci in giro, per l’ennesima volta, accanto alla constatazione che dopo 25 anni di governo di questa formula in Lombardia e di un nuovo governo a Roma sul quale erano in molti a sperare, se il ministro alle infrastrutture Danilo Toninelli, che risiede in questo collegio non sa e non conosce, saranno i pendolari, i sindaci e la gente a suonare la campana”.

La Mantova-Cremona- Codogno a rischio

Per fronteggiare la situazione ferroviaria che coinvolge la linea Cremona-Mantova-Codogno – che l’assessore Terzi non ha esitato a definire disastrosa – Trenord ha pensato ad una nuova strategia. Il nuovo amministratore delegato della società, Marco Piuri, conferma la proposta avanzata alla Regione di ridurre le corse dei treni con meno di 50 passeggeri sulle linee più periferiche sostituendoli con autobus. Stando ai dati esibiti dal manager questo intervento riguarderà solamente l’1% dei passeggeri, cioè 7 mila viaggiatori sui 750 mila e non dovrebbe interessare le direttrici principali da e per Milano. Piuri è convinto che in questo modo il servizio non peggiorerà, anzi, quei 7mila pendolari al posto che trovare l’ennesimo treno soppresso troveranno un autobus. La Codogno-Cremona-Mantova è coinvolta nel potenziale cambio di passo, ma il dirigente ha sottolineato “soltanto nelle fasce orarie non di punta”. Nei giorni scorsi, però, è stato comunicato ai clienti della linea “che, per interventi di manutenzione straordinaria, alcuni treni saranno sostituiti da autobus per un periodo imprecisato”.

Leggi anche:  Blitz nelle torri dello spaccio… e Salvini si prende un nostro VIDEO

La polemica di Giuseppe Torchio

Il sindaco, mediante le sue pagine social, sta seguendo il caso che interessa molti pendolari del Mantovano. Nella giornata di oggi un post ha chiarito nuovamente le sue posizioni:

“Il binario 23 di arrivo della linea da e per Mantova è distante e non allineato alle strategie dell’AD Trenord Piuri. Venga a provare l’emozione!”

Soltanto pochi giorni fa il primo cittadino aveva fotografato e pubblicato sui propri social una congesione stradale legata ai passaggi a livello, accompagnando le foto a questa scritta:

“Un chilometro di coda e gente esasperata. Anche nei prefestivi le ferrovie non finiscono di scrivere pagine vergognose della loro storia. E il problema che a pagare sono sempre gli stessi, i cittadini. nei giorni scorsi a Bozzolo, come in tanti altri giorni, è stato superato il limite ai passaggi a livello. Lunghissima attesa e coda infinita. Grazie Trenord! Grazie AD Piuri! Grazie per la felice scelta! A Bozzolo oggi le code hanno superato tutti i record arrivando sulla Padana Inferiore fino alla Badia per quasi un kilometro. Ed in via XXV Aprile fin quasi all’Ospedale. Bozzolo come il Biafra si prepara così a ricordare il secondo anniversario della visita del Presidente della Repubblica Italiana e non del Burundi. Grazie di cuore Trenord! Grazie Piuri! E votantonio!”.

La situazione è incandescente, l’esasperazione dei pendolari si fa sempre più tangibile. In questo quadro si attende di sapere se l’ipotesi di sospendere alcune corse e sostituirle con autobus prenderà ufficialmente forma.

Il video virale dalla Bassa

Sul tema, proprio dalla Bassa, sta spopolando un video amatoriale di un giovane studente che ha raccolto e montato la sua esperienza “complicata” da pendolare. Qui potete godervi la dolce amara ironia…

LEGGI ANCHE: Ponte di Barche di Torre dell’Oglio riaperto